I mercati mondiali aspettano le banche centrali: Europa protagonista

Violetta Silvestri

18/07/2022

18/07/2022 - 08:59

condividi

Si apre una settimana intensa per i mercati: dalla crisi energetica in Europa alla riunione Bce con il rialzo dei tassi, ci saranno indicazioni per i trader. Anche Cina e petrolio sono in focus.

I mercati mondiali aspettano le banche centrali: Europa protagonista

I mercati azionari asiatici guadagnano dopo il rimbalzo di Wall Street, anche se i nervi sono tesi in vista di un aumento quasi certo dei tassi di interesse in Europa e di un altro giro di rapporti sugli utili aziendali.

Si preannuncia una settimana difficile per l’Europa, che attende di vedere se la Russia riprenderà il flusso di gas attraverso il gasdotto Nord Stream 1 il 21 luglio, mentre l’Italia vacilla sull’orlo di una crisi politica.

Intanto, gli investitori puntano su scommesse ridimensionate su quanto aggressivamente la Federal Reserve aumenterà i tassi di interesse e restano focalizzati sugli intenti cinesi di sostenere la crescita economica.

I mercati osservano l’Europa: cosa succede?

Si guarda al vecchio continente nei mercati globali: l’incertezza perseguiterà la Bce che terrà una riunione politica in cui è probabile che avvii un ciclo di inasprimento con un aumento di 25 punti base dei tassi.

I mercati sono anche sospesi sui dettagli di uno strumento anti-frammentazione inteso ad alleviare la pressione sugli oneri finanziari per i membri più indebitati dell’Unione. Lo scenario si è complicato dopo le dimissioni del presidente del Consiglio italiano, Mario Draghi, visto che il nostro Paese rimane osservato speciale sul fronte debito.

“Anche il fronte energia è molto caldo. Se i flussi di gas non riprenderanno in modo significativo, i prezzi del gas in Europa aumenteranno, spingendo la Germania e altri Paesi a mettere in atto il razionamento di gas ed energia con una profonda recessione quasi garantita se ciò dovesse accadere”, ha affermato Taylor Nugent, economista di NAB.

L’euro è stato una frazione più stabile a $ 1,0091, dopo essere rimbalzato da un minimo di due decenni di $ 0,9952 la scorsa settimana.

“Il gasdotto Russia-Europa, attualmente chiuso per manutenzione, dovrebbe essere ripristinato giovedì”, ha osservato l’economista della CBA Joseph Capurso. “Tuttavia, se il flusso di gas non riprende, la coppia EUR/USD potrebbe diminuire di almeno il 2%.”

Il fattore Cina sui mercati e non solo

La banca centrale cinese ha indicato che intensificherà l’attuazione di una politica monetaria prudente. Il suo regolatore bancario ha chiesto ai prestatori di fornire credito agli sviluppatori idonei in modo che possano completare le proprietà residenziali incompiute.

La Cina deve far fronte a crescenti casi di Covid, blocchi e problemi nel settore immobiliare che ora comprendono il boicottaggio dei pagamenti dei mutui su alcuni progetti incompiuti.

Intanto, il petrolio è salito dopo che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha concluso una visita storica in Medio Oriente senza un fermo impegno da parte del produttore chiave dell’Arabia Saudita di aumentare le forniture di greggio.

Argomenti

# Bce

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.