London Stock Exchange si prepara al no deal e acquista i dati Reuters per $27 miliardi

La Borsa di Londra è in trattative avanzate per l’acquisto di Refinitiv, società di analisi finanziaria che controlla Reuters e la piattaforma trading Eikon

London Stock Exchange si prepara al no deal e acquista i dati Reuters per $27 miliardi

London Stock Exchange (LSE) ha annunciato di essere in trattative avanzate per l’acquisizione per 27 miliardi di dollari - debito incluso - di Refinitiv Holdings, società di analisi di dati finanziari che controlla sia l’agenzia di stampa Reuters che la piattaforma di trading Eikon. L’operazione arriva a meno di un anno dall’acquisto da parte del gruppo Blackstone di una quota di maggioranza da Thomson Reuters, valutata al tempo 20 miliardi. La Borsa di Londra ha fatto sapere che il pagamento sarà effettuato con azioni LSE, trasformando gli investitori di Refinitiv in azionisti LSE che saranno proprietari del 37% della nuova compagnia e deterranno il 30% del diritto di voto.

Borsa di Londra compra Reuters

L’acquisizione permetterà a LSE di espandere significativamente il proprio business dell’informazione. È un settore in perenne espansione, dato che gli scambi globali focalizzano i revenue driver sempre più su dati e tecnologie, piuttosto che sulla tradizionale corrispondenza di acquisti e vendite.

Non è un caso che le trattative si stiano chiudendo in concomitanza con l’entrata a Downing Street di Boris Johnson, agguerrito Brexiteer. L’acquisizione di Refinitiv dovrebbe attutire la maggiore volatilità del mercato attesa nel caso il Regno Unito lasci effettivamente l’Europa il 31 ottobre senza un deal.

LSE, che controlla anche Borsa Italiana, aveva tentato più volte la fusione con la rivale Deutsche Boerse AG. L’attuale CEO David Schwimmer era stato nominato lo scorso agosto, proprio in seguito all’ultimo fallimento. Il mese scorso Schwimmer ha detto che LSE era “molto preparata” per la Brexit.

Sia LSE che Thomson Reuters hanno avvertito che non vi è alcuna certezza che le due parti raggiungano un accordo. Nel caso ciò avvenga, però, questo dovrebbe arrivare già per la prossima settimana. Dal momento della diffusione della notizia, le azioni di Thomson Reuters sono in rally, al 62% in più dal gennaio 2018, quando Blackstone annunciò l’accordo per Refinitiv.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Borsa di Londra

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.