Lista nera di Putin: ecco chi non può più entrare in Russia

Giorgia Bonamoneta

22 Maggio 2022 - 00:02

condividi

Si allunga la lista nera di Vladimir Putin. La lista nega l’accesso a quasi 1.000 occidentali come risposta ai limiti introdotto dai membri Nato e non nei confronti dei russi.

Lista nera di Putin: ecco chi non può più entrare in Russia

La lista nera di Vladimir Putin si allunga. Lo hanno fatto sapere le autorità russe oggi (21 maggio 2022) annunciando l’ingresso di altri 26 nomi dell’amministrazione politica del Canada nella lista che vieta l’ingresso in territorio russo. La lista raggiunge così i quasi 1.000 nomi, nello specifico 963, tra i vari personaggi pubblici occidentali che hanno fatto propaganda attiva contro i russi. La maggior parte, inutile dirlo, sono statunitensi.

Il motivo di tale scelta, che nel corso del tempo è andata ad acuirsi, è dovuta alle mosse Usa, considerate estreme e neo-coloniali. In seguito alla scelta dell’Occidente di cacciare determinate personalità russe, anche il ministero degli Esteri russo ha aderito allo stesso gioco. Simili misure non fanno altro che sottolineare il loro valore simbolico e il divario di dialogo sempre più grande tra Russia e Stati Uniti d’America.

Nella lista nera si trovano moltissimi nomi, alcuni sono piuttosto scontati come quello del presidente degli Usa Joe Biden e della vice Kamala Harris, oltre che a tutte le alte sfere militari; dall’altra invece sono presenti personaggi della scena pubblica, come attori e attivisti.

Niente più viaggi in Russia per chi è sulla lista nera di Putin

La lista nera di Vladimir Putin non è l’invito alla festa più interessante dell’anno. È evidente che il messaggio dietro la limitazione di spostamento abbia un chiaro senso politico e simbolico. Si è di fronte a una spirale discendente dei rapporti tra i due Paese: Russia e Usa.

La lista nera è una lista di nomi, quasi 1.000, che vieta l’ingesso a quei nomi in Russia. Lo stesso trattamento era stato riservato dai membri Nato e dall’Ue agli oligarchi russi. Questo gioco di immagine si è rivelato in maniera chiara pochi giorni fa, quando il ministero degli Esteri russo si è ritrovato a rispondere all’ennesima limitazione dei suoi cittadini più facoltosi. Il governo canadese, appena quattro giorni prima, aveva approvato la legge che vietava l’ingresso in Canada al presidente russo Vladimir Putin e a gran parte dei suoi governo, per un totale di quasi 1.000 nomi. Putin ha risposto aggiungendo sulla lista nera i nomi di 26 membri del governo canadese, dalla moglie del primo ministro Justin Trudeau (già presente da tempo), Sophie Grégoire Trudeau, fino ai funzionari governativi della difesa e agli imprenditori di aziende che si occupano di difesa.

La lista nera di Putin: nuovi nomi all’elenco di chi non può entrare in Russia

La lista annunciata dal ministro degli Esteri russo è stata scovata dagli esperti informatici. Di tutti i 963 nomi presenti lasciano senza parole e spiegazioni maggiormente i nomi di:

  • l’imprenditore Mark Zuckerberg
  • il presidente di Microsoft, Brad Smith
  • l’attore Morgan Freeman

Nella nota del ministero degli Esteri è stata data una motivazione piuttosto generica, che vuole rispondere a tono alle limitazioni russe. SI legge che è stato “necessario contrastare il regime americano perché sta cercando di imporre un nuovo ordine mondiale”. Ecco una lista breve, ben riassunta, dei nomi presenti nells lista nera:

*- Il presidente degli USA Joe Biden
*- Il figlio del presidente degli USA Hunter Biden
*- Il Segretario di Stato americano Anthony Blinken
*- Il vice Presidente degli USA Kamala Harris
*- L’ex consigliere presidenziale John Bolton
*- L’assistente del Presidente per gli Affari della Sicurezza nazionale Jacob Sullivan
*- Segretario alla Difesa Lloyd Austin
*- Il Procuratore Generale degli Usa Merrick Garland
*- Il Direttore della CIA William Burns
*- L’ex Direttore della CIA John Brennan
*- L’ex Direttore della CIA Robert James Woolsey
- Il Direttore dell’FBI Christopher Wray
- Il Segretario ai Trasporti Usa Peter Buttigieg
- L’ex Segretario di Stato Hillary Clinton
- L’ex Comandante in Capo della NATO Philip Breedlove
- L’ex portavoce della Casa Bianca Jennifer Psaki
- L’attore Morgan Freeman.
- L’imprenditore Mark Zuckerberg.

Iscriviti a Money.it