I lavori più pagati in Italia: settori e professioni dove si guadagna di più

Simone Micocci

05/04/2022

20/04/2022 - 10:27

condividi

Quali sono i lavori con cui si guadagna di più in Italia? Non tutte le professioni pagano allo stesso modo: ecco quali sono i settori migliori a seconda della qualifica.

Non tutte le professioni sono uguali: ci sono dei lavori in cui si guadagna di più rispetto ad altri e ciò può dipendere da una serie di fattori, come dal settore, dal luogo in cui si decide di svolgere il proprio lavoro, e dalla professione stessa.

Ad esempio, in quei settori dove c’è un gap tra offerta e domanda di lavoro, a vantaggio di quest’ultima, dove appunto le aziende hanno necessità di reperire personale ma hanno difficoltà a trovarlo, è più probabile riuscire ad ottenere uno stipendio d’importo medio alto. È il caso, ad esempio, delle professioni nel settore digitale, la cui domanda è in costante crescita, come pure nell’ambito dei cosiddetti green jobs; professioni nate da poco, per le quali spesso manca un percorso formativo standardizzato con cui acquisire le competenze necessarie.

Specializzarsi in uno di quei settori dove le aspettative retributive sono più alte, dunque, è la prima cosa da fare se si vogliono guadagnare molti soldi con il proprio lavoro. Ovviamente, il momento migliore per indagare su quali sono i settori che pagano meglio è quello che precede l’iscrizione all’Università, così da potersi orientare su un percorso di studi utile per intraprendere quella specifica professione.

D’altronde, avere una laurea è spesso sinonimo di stipendio elevato, anche se comunque ci sono dei lavori ben pagati anche per chi non è andato all’Università.

Ma informarsi su quali sono i settori che pagano meglio può essere utile anche per chi vorrebbe investire in un’attività imprenditoriale e non sa bene in che settore.

A tal proposito possiamo far riferimento a una classifica realizzata dall’Osservatorio Jobpricing (aggiornata al primo semestre del 2021), dove vengono messi in risalto i settori dove - a seconda della qualifica - è possibile guadagnare di più. Nella classifica vengono infatti evidenziati i livelli di retribuzione nei vari settori tenendo conto dell’inquadramento del dipendente. Qui, inoltre, vengono pubblicati i dati che rispondono alla domanda su dove si guadagna di più in Italia.

Lavori meglio pagati: classifica stipendi per gli operai

Partiamo analizzando la situazione riguardante gli operai, dove la retribuzione annua lorda (RAL) media si attesta a 24.995 euro lordi. Qui, però, c’è una differenza di circa 7.000€ tra il settore dove si guadagna di più e quello dove invece l’ammontare degli stipendi è più basso: infatti, se in vetta troviamo il settore del cemento, laterizi e ceramica, dove la RAL raggiunge i 28.915 euro, in coda si posiziona il settore dei servizi alla persona, dove - anche a causa del Covid - la retribuzione è scesa a 21.987 euro.

Nel dettaglio, la classifica dei 10 settori meglio pagati per chi è operaio è:

  • Cemento, laterizi e ceramica: 28.915 euro
  • Telecomunicazioni: 28.748 euro
  • Oil & Gas: 27.548 euro
  • Ingegneria: 27.319 euro
  • Chimica: 26.878 euro
  • Alimentari, bevande e beni di largo consumo: 26.818 euro
  • Gomma e plastica: 26.700 euro
  • Trasporti e logistica: 26.629 euro
  • Aeronautica: 26.440 euro
  • Farmaceutica e biotecnologie: 26.369 euro

Nella maggior parte dei casi, quindi, è il secondo settore a vantare retribuzioni più elevate. Discorso differente per il primo e terzo settore, dove invece gli stipendi per gli operai sono tra i più bassi d’Italia. Ecco, nel dettaglio, chi è sotto la soglia nazionale:

  • Grande distribuzione e commercio al dettaglio: 24.837 euro
  • Moda e lusso: 24.834 euro
  • Tessile, abbigliamento e accessori: 24.785 euro
  • Legno: 24.731 euro
  • Edilizia e costruzioni: 24.709 euro
  • Arte, intrattenimento e divertimento: 24.496 euro
  • Hotel, bar e ristorazione: 24.428 euro
  • Agricoltura, allevamento, silvicoltura e pesca: 23.668 euro
  • Servizi integrati alle imprese: 23.542 euro
  • Turismo e viaggi: 22.779 euro
  • Servizi alla persona: 21.987 euro

Lavori meglio pagati: classifica stipendi per gli impiegati

Lato impiegati il livello delle retribuzioni cresce fino a salire a 30.967 euro. Anche in questo caso è confermata la tendenza che abbiamo notato per gli operai, con una prevalenza del secondo settore tra i lavori meglio pagati.

Qui, infatti, il premio di settore con stipendi più elevati va a quello dell’oil & gas, dove gli impiegati possono vantare uno stipendio annuo lordo di 35.731 euro; il peggiore, invece, è sempre quello dei servizi alla persona, dove si guadagnano circa 3.000 euro in meno rispetto alla RAL media.

Questa la classifica completa dei 10 migliori settori per chi ricopre il ruolo di impiegato:

  • Oil & gas: 35.731 euro
  • Aeronautica: 34.523 euro
  • Farmaceutica e biotecnologie: 34.364 euro
  • Banche e servizi finanziaria: 34.318 euro
  • Apparecchiatura elettroniche ed elettriche, automazione: 33.986 euro
  • Cemento, laterizi e ceramica: 33.981 euro
  • Energia, utilities e servizi ambientali: 33.649 euro
  • Metallurgia e siderurgia: 33.395 euro
  • Macchine utensili, impianti: 33.276 euro
  • Navale: 33.224 euro
  • Chimica: 33.024 euro

Tra i peggio pagati, e dunque sotto la media nazionale, troviamo invece:

  • Tessile, abbigliamento e accessori: 30.523 euro
  • Servizi integrati alle imprese: 30.035 euro
  • Architettura, design e arredamento: 29.921 euro
  • Media, web, comunicazione ed editoria: 29.816 euro
  • Grande distribuzione e commercio al dettaglio: 29.524 euro
  • Agricoltura, allevamento, silvicoltura e pesca: 29.493 euro
  • Consulenza legale, fiscale, gestionale, amministrativa e ricerche di mercato: 29.080 euro
  • Hotel, bar e ristorazione: 28.240 euro
  • Turismo e viaggi: 27.881 euro
  • Arte, intrattenimento e divertimento: 27.775 euro
  • Servizi alla persona: 27.746 euro

Impossibile non tenere in considerazione dell’effetto Covid, visto che tutti - o quasi - i settori dove si guadagna meno sono quelli particolarmente penalizzati dalle restrizioni adottate in periodo di pandemia.

Lavori meglio pagati: classifica stipendi per i quadri

Come prima cosa è bene fare chiarezza sul concetto di “quadro”; questo è quel lavoratore che pur non appartenendo alla categoria dei dirigenti svolge funzioni - con carattere continuativo - di rilevante importanza ai fini dell’attuazione degli obiettivi dell’impresa. È la figura, quindi, che fa da raccordo tra la categoria degli impiegati e quella dei dirigenti.

Qui lo stipendio medio annuo supera appena i 54.635 euro, con il settore della banche e servizi finanziari a fare da capofila con una RAL media di 59.299 euro; in questo caso la “maglia nera” spetta all’agricoltura che con 49.542 euro vanta uno stipendio inferiore di 5.000 euro rispetto alla media nazionale.

Partiamo dall’analizzare la top 10:

  • Banche e servizi finanziari: 59.299 euro
  • Alimentari, bevande e beni di largo consumo: 58.224 euro
  • Carta: 57.525 euro
  • Moda e lusso: 57.343 euro
  • Navale: 57.332 euro
  • Oil & gas: 57.258 euro
  • Chimica: 57.219 euro
  • Cemento, laterizi e ceramica: 56.895 euro
  • Legno: 56.744 euro
  • Macchine utensili, impianti: 56.711 euro

I settori meno pagati, invece, sono:

  • Automotive: 54.310 euro
  • Edilizia e costruzioni: 53.780 euro
  • Arte, intrattenimento e divertimento: 53.670 euro
  • Aeronautica: 53.058 euro
  • Turismo e viaggi: 52.739 euro
  • Media, web, comunicazione ed editoria: 52.437 euro
  • Consulenza legale, fiscale, gestionale, amministrativa e ricerche di mercato: 52.167 euro
  • Grande distribuzione e commercio al dettaglio: 52.162 euro
  • Servizi e consulenza IT e software: 52.047 euro
  • Architettura, design e arredamento: 52.021 euro
  • Servizi integrati alle imprese: 50.543 euro
  • Hotel, bar e ristorazione: 49.930 euro
  • Servizi alla persona: 49.550 euro
  • Agricoltura, allevamento, silvicoltura e pesca: 49.542 euro

Lavori meglio pagati: classifica stipendi per i dirigenti

Ovviamente in cima alla piramide dei lavori meglio pagati troviamo i dipendenti inquadrati con il ruolo di dirigente che visto il ruolo strategico che ricoprono all’interno dell’azienda vantano una retribuzione persino superiore ai 100.000 euro.

A pagare di più sono le assicurazioni, dove un top manager guadagna fino a 115.966 euro ogni anno; vicino ai 93.000 euro, invece, si attesta lo stipendio di un dirigente nel settore del turismo e viaggi.

Questi i livelli di retribuzione nei 10 miglior settori per chi ricopre il ruolo di dirigente d’azienda:

  • Assicurazioni: 134.003 euro
  • Farmaceutica e biotecnologie: 127.394 euro
  • Aeronautica: 126.156 euro
  • Banche e servizi finanziari: 126.028 euro
  • Chimica: 123.690 euro
  • Moda e lusso: 123.495 euro
  • Telecomunicazioni: 122.577 euro
  • Alimentari, bevande e beni di largo consumo: 122.161 euro
  • Oil & gas: 121.421 euro
  • Automotive: 121.172 euro

Tra i peggiori, invece, spicca i seguenti settori, tutti con un guadagno inferiore alla media nazionale:

  • Consulenza legale, fiscale, gestionale, amministrativa e ricerche di mercato: 111.801 euro
  • Media, web, comunicazione ed editoria: 111.177 euro
  • Hotel, bar e ristorazione: 109.776 euro
  • Servizi alla persona: 109.564 euro
  • Grande distribuzione e commercio al dettaglio: 109.064 euro
  • Servizi e consulenza IT e software: 107.078 euro
  • Ingegneria: 106.742 euro
  • Edilizia e costruzioni: 103.746 euro
  • Arte, intrattenimento e divertimento: 103.694 euro
  • Servizi integrati alle imprese: 103.502 euro
  • Agricoltura, allevamento, silvicoltura e pesca: 99.607 euro
  • Legno: 99.131 euro
  • Turismo e viaggi: 98.351 euro

I lavori meglio pagati: la classifica generale

Indipendentemente dall’inquadramento contrattuale, lo stipendio medio annuo di un lavoratore in Italia si attesta a 29.469 euro, con il settore delle banche in vetta alla classifica. Lavorare in banca, quindi, è il lavoro più remunerativo del momento, seguito dal settore farmaceutico e delle biotecnologie e da quello ingegneristico.

In un’ultima posizione, come si può facilmente dedurre dalle varie classifiche, troviamo invece i servizi alla persona.

Nel dettaglio, questa è la classifica dei 10 migliori settori dal punto di vista della retribuzione:

  • Banche e servizi finanziari: 45.007 euro
  • Farmaceutica e biotecnologie:38.755 euro
  • Ingegneria: 38.446 euro
  • Telecomunicazioni: 38.159 euro
  • Assicurazioni: 36.312 euro
  • Servizi e consulenza IT e software: 35.870 euro
  • Aeronautica: 35.800 euro
  • Oil & gas: 35.331 euro
  • Chimica: 33.699 euro
  • Apparecchiature elettroniche ed elettriche, automazione: 32.932 euro

Questi, invece, i peggiori:

  • Architettura, design e arredamento: 28.946 euro
  • Automotive: 28.919 euro
  • Grande distribuzione e commercio al dettaglio: 28.801 euro
  • Navale: 28.194 euro
  • Servizi integrati alle imprese: 27.894 euro
  • Tessile, abbigliamento e accessori: 27.795 euro
  • Moda e lusso: 27.741 euro
  • Turismo e viaggi: 26.835 euro
  • Edilizia e costruzioni: 26.766 euro
  • Legno: 26.766 euro
  • Hotel, bar e ristorazione: 25.642 euro
  • Agricoltura, allevamento, silvicoltura e pesca: 24.300 euro
  • Servizi alla persona: 24.003 euro

Dove si guadagna di più in Italia: la classifica delle regioni più remunerative

Anche il dove si svolge l’attività lavorativa è importante, in quanto ci sono delle regioni dove - a parità di settore - si guadagna meglio rispetto che ad altri.

DoveDirigentiQuadriImpiegatiOperaiMedia
Nord 101.442 55.499 31.689 25.512 30.632
Centro 102.459 53.677 30.651 24.346 29.248
Sud e Isole 98.389 51.361 28.898 24.449 26.812

Scendendo nel dettaglio, la Regione dove si guadagna di più è la Lombardia, con una RAL media di 31.772 euro. Seguono:

  • Liguria: 31.094 euro
  • Trentino-Alto Adige: 30.639 euro
  • Lazio: 30.235 euro
  • Trentino-Alto Adige: 30.639 euro
  • Piemonte: 30.050 euro
  • Emilia-Romagna: 29.913 euro
  • Friuli Venezia Giulia: 29.875 euro
  • Valle d’Aosta: 29.640 euro
  • Veneto: 29.449 euro

Nella top 10, a parte il Lazio, troviamo dunque solo regioni del Nord Italia. Diversamente, nelle ultime 5 posizioni troviamo solamente regioni del Sud Italia:

  • Puglia: 26.327 euro
  • Sardegna: 26.287 euro
  • Molise: 26.223 euro
  • Calabria: 25.559 euro
  • Basilicata: 24.943 euro

Le professioni più pagate in Italia

Per quanto riguarda le singole professioni, invece, è molto difficile stilare una classifica. Tuttavia, guardando a quelli che sono le varie indagini effettuate in questi anni, possiamo stilare un elenco di quelli che sono i lavori con gli stipendi più elevati:

  • Notaio
  • Medico
  • Pilota d’aereo di linea
  • Web marketing manager
  • Consulente finanziario
  • Specialisti nella commercializzazione di beni e servizi (come ad esempio l’account manager)
  • Software engineer
  • Project manager
  • Ingegnere (specialmente energetici e meccanici)
  • Avvocato
  • Programmatore Java
  • Chimici informatori e divulgatori
  • Operatori di apparecchi per la ripresa e la produzione audio-video

Iscriviti a Money.it