I lavori più pagati in Italia: classifica dei settori dove si guadagna di più

Lavori meglio pagati: ecco quali sono, per operai, impiegati e dirigenti, i settori dove si guadagna di più (classifica Jobpricing).

I lavori più pagati in Italia: classifica dei settori dove si guadagna di più

Chi cerca lavoro spera, ovviamente, di trovarne uno dove lo stipendio percepito è abbastanza alto per condurre una vita dignitosa senza l’ansia di non arrivare alla fine del mese. A tal proposito sapere qual è la classifica dei lavori più pagati, o meglio, di quali sono i settori dove si guadagna di più potrebbe essere molto d’aiuto.

Come è naturale che sia, l’importo dello stipendio - come vedremo nel dettaglio in questo articolo - dipende dalla qualifica ricoperta. La retribuzione percepita da un operaio, infatti, è ovviamente più bassa rispetto a quella di un dirigente. Tuttavia ci sono dei settori dove - a parità di qualifica - lo stipendio è migliore rispetto ad altri; è su questi, quindi, che dovrete concentrarvi quando siete alla ricerca di un nuovo impiego.

Nel 2018 lo stipendio medio di un lavoratore dipendente nel settore privato è stato pari a 29.358€: lo afferma Jobpricing che ha stilato una classifica dei lavori meglio pagati per Il Sole 24 Ore nella quale vengono messi in risalto i livelli di retribuzione nei vari settori a seconda dell’inquadramento del dipendente.

Un report utile per tutti coloro che non hanno ancora scelto il proprio futuro professionale e vorrebbero concentrarsi in un settore ben pagato così da puntare ad elevati guadagni, ma anche solo per farsi un’idea di quali sono i lavori meglio pagati in Italia in un periodo in cui le retribuzioni sono ferme perdendo potere d’acquisto.

Vediamo quindi quali sono i settori con gli stipendi più alti in base al livello di inquadramento del dipendente: cinque diverse classifiche che ci aiutano a capire quali sono i lavori meglio pagati nel nostro Paese.

Lavori meglio pagati: classifica stipendi per gli operai

Partiamo analizzando la situazione riguardante gli operai, dove lo stipendio medio annuo si attesta a 24.871€ lordi. Qui, però, c’è una differenza di circa 8.000€ tra il settore dove si guadagna di più e quello dove invece l’ammontare degli stipendi è più basso: infatti, se in vetta troviamo il settore dell’oil e gas, dove la RAL raggiunge i 29.000€, in coda si posiziona il settore del turismo e del viaggio, dove invece le tute blu devono accontentarsi di circa 21.000€ lordi annui.

Nel dettaglio, la classifica dei settori meglio pagati per chi è operaio è:

  • Oil e gas: 28.926€
  • Carta: 27.843
  • Energia: 27.392
  • Cemento, laterizi e ceramica: 27.272€
  • Farmacia e biotech: 27.151€

Nella maggior parte dei casi, quindi, è il secondo settore a vantare retribuzioni più elevate. Discorso differente per il primo e terzo settore, dove invece gli stipendi per gli operai sono tra i più bassi d’Italia:

  • Servizi alla persona: 23.485€
  • Agricoltura: 22.922€
  • Servizi integrati imprese 22.799€
  • Hotel, bar e ristorazione: 22.534€
  • Turismo e viaggi: 21.175€

Lavori meglio pagati: classifica stipendi per gli impiegati

Lato impiegati il livello delle retribuzioni cresce fino a salire a 30.791€. Anche in questo caso è confermata la tendenza che abbiamo notato per gli operai, con una prevalenza del secondo settore tra i lavori meglio pagati.

Qui, infatti, il premio di settore con stipendi più elevati va a quello navale, dove gli impiegati possono vantare uno stipendio annuo lordo di 36.260€; il peggiore, invece, è quello dell’agricoltura, dove si guadagnano circa 10.000€ in meno rispetto al settore navale.

Questa la classifica completa dei 5 migliori settori per chi ricopre il ruolo di impiegato:

  • Navale: 36.260€
  • Oil e gas: 35.132€
  • Farmacia e biotech: 35.025€
  • Macchine utensili: 34.949€
  • Aeronautica: 34.933€

Tra i peggio pagati, invece, troviamo:

  • Consulenza: 28.489€
  • Architettura e design: 27.901€
  • Servizi integrati imprese: 27.092€
  • Servizi alla persona: 27.056€
  • Agricoltura: 26.782€

Lavori meglio pagati: classifica stipendi per i quadri

Come prima cosa è bene fare chiarezza sul concetto di “quadro”; questo è quel lavoratore che pur non appartenendo alla categoria dei dirigenti svolge funzioni - con carattere continuativo - di rilevante importanza ai fini dell’attuazione degli obiettivi dell’impresa. È la figura, quindi, che fa da raccordo tra la categoria degli impiegati e quella dei dirigenti.

Qui lo stipendio medio annuo supera appena i 54.000€, con il settore della moda a fare da capofila con una RAL media di 59.000€; anche in questo caso la “maglia nera” spetta all’agricoltura che con 48.715€ vanta uno stipendio inferiore del 10% rispetto alla media nazionale.

Partiamo dall’analizzare la classifica dei best 5:

  • Moda e lusso: 58.752€
  • Alimentare: 57.614€
  • Tessile: 57.177€
  • Macchine utensili: 57.005€
  • Energia: 56.337€

I 5 settori meno pagati, invece, sono:

  • Consulenza: 50.744€
  • Architettura e design: 50.550€
  • Servizi integrati imprese: 50.066€
  • Servizi alla persona: 49.376€
  • Agricoltura: 48.715€

Lavori meglio pagati: classifica stipendi per i dirigenti

Ovviamente in cima alla piramide dei lavori meglio pagati troviamo i dipendenti inquadrati con il ruolo di dirigente che visto il ruolo strategico che ricoprono all’interno dell’azienda vantano una retribuzione persino superiore ai 100.000€.

A pagare di più sono le banche, dove un top manager guadagna fino a 111.000€ ogni anno; sotto i 100.000€, invece, si attesta lo stipendio di un dirigente nel settore agricolo.

Questi i livelli di retribuzione nei 5 miglior settori per chi ricopre il ruolo di dirigente d’azienda:

  • Banche e servizi finanziari: 111.492€
  • Moda e lusso: 111.151€
  • Aeronautica: 108.360€
  • Cemento, laterizi e ceramica: 107.633€
  • Chimica: 106.862€

Tra i peggiori, invece, spicca ancora una volta l’agricoltura, seguita da:

  • Servizi integrati imprese: 94.592€
  • Legno: 94.225€
  • Servizi alla persona: 92.884€
  • IT e software: 89.034€
  • Agricoltura: 88.053€

I lavori meglio pagati: la classifica generale

Indipendentemente dall’inquadramento contrattuale, lo stipendio medio annuo di un lavoratore in Italia si attesta a 29.358€, con il settore delle banche in vetta alla classifica. Lavorare in banca, quindi, è il lavoro più remunerativo del momento, seguito dal settore farmaceutico e delle biotecnologie e da quello di oli e gas.

In un’ultima posizione, come si può facilmente dedurre dalle varie classifiche, troviamo invece il settore agricolo.

Nel dettaglio, questa è la classifica dei 5 migliori settori dal punto di vista della retribuzione:

  • Banche e servizi finanziari: 42.245€
  • Farmaci e biotech: 39.949€
  • Oli e gas: 37.733€
  • Ingegneria: 37.367€
  • Telecomunicazioni: 36.631€

Questi, invece, i peggiori:

  • Turismo e viaggi: 26.442€
  • Legno: 25.917€
  • Servizi alla persona: 25.068€
  • Hotel, bar e ristorazione: 23.717€
  • Agricoltura: 23.653€

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Stipendio

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.