Una vittoria di Trump? Può spingere il Regno Unito verso l’Ue

Roberto Vivaldelli

07/03/2024

La possibile vittoria del tycoon a novembre potrebbe cambiare l’assetto delle relazioni internazionali e il rapporto tra Londra e Washington.

Una vittoria di Trump? Può spingere il Regno Unito verso l’Ue

In una fase di grande disordine internazionale e di tensioni geopolitiche, una possibile vittoria di Donald Trump a novembre può innescare una serie di reazioni a catena e plasmare il volto dell’occidente.

Anche se difficilmente un inquilino della Casa Bianca può - da solo - modificare le direttrici che guidano l’Impero e le direttive strategiche generali non possono cambiare da un presidente all’altro - lo si è visto nella prima esperienza di The Donald alla Casa Bianca - questa volta il tycoon vuole tornare alla Casa Bianca con una squadra coesa e affine alle sue idee jacksoniane. Ciò viene visto da buona parte degli analisti internazionali come una «minaccia» all’ordine liberale internazionale.

Come lo ha sottolineato il repubblicano JD Vance in una recente intervista rilasciata a News Stateman, differentemente da Biden, l’approccio di Trump non può essere descritto “in modo diverso da jacksoniano" poiché mette insieme «un misto di estremo scetticismo verso l’intervento all’estero,» combinato con una «postura estremamente aggressiva quando si interviene». Secondo Gideon Rose di The National Interest, è probabile che in un secondo mandato, «un Trump arrabbiato e dotato di potere si muoverebbe più rapidamente, con forza ed efficacia per raggiungere i suoi obiettivi, tra cui una politica estera più isolazionista». [...]

Money

Questo articolo è riservato agli abbonati

Abbonati ora

Accedi ai contenuti riservati

Navighi con pubblicità ridotta

Ottieni sconti su prodotti e servizi

Disdici quando vuoi

Sei già iscritto? Clicca qui

​ ​

Iscriviti a Money.it