Obbligazioni Italia: Tria, tutto pronto per i panda bond

Al via la nuova emissione di bond in valuta cinese destinati a finanziare le imprese italiane che operano nel Dragone. La prima tranche sarà di 150 milioni di euro.

Obbligazioni Italia: Tria, tutto pronto per i panda bond

Tra qualche giorno, lo Stato italiano emetterà obbligazioni in valuta cinese, i cosiddetti Panda Bond. Lo ha annunciato il Ministro dell’economia Giovanni Tria a margine dei lavori del China-Italy Finance Dialogue.

“I panda bond che verranno emessi tra qualche giorno saranno da 150 mln euro, per ora", ha detto il titolare di Via XX Settembre. «Manca solo la firma per completare la procedura di emissione. Saranno bond per finanziare le imprese», ha concluso.

Se in una prima fase l’importo sarà 150 milioni di euro, il totale previsto è destinato a salire fino a 650 milioni, pari a 5 miliardi di yuan.

CDP: obbligazioni destinate al finanziamento delle Pmi

In prima linea, come è ovvio che sia, c’è la Cassa Depositi e Prestiti. «In Cdp abbiamo circa 60 aziende italiane che operano in Cina in cui abbiamo una partecipazione diretta o indiretta e che generano 3,5 miliardi di fatturato”, ha detto Fabrizio Palermo, numero uno della CDP.

Con l’obiettivo di “realizzare un supporto finanziario più strutturato alle imprese italiane in Cina -ha proseguito il manager-lanceremo i panda bond che finanzieranno le Pmi in Cina”.

“Attendiamo l’ok all’emissione (manca solo l’autorizzazione finale della People’s Bank of China, ndr) ma ci sono già manifestazioni di interesse […] abbiamo anche avviati contatti con dei fondi cinesi e vogliamo sostenere il piano di ingresso e di espansione delle nostre partecipate in Cina”. Due nomi: “penso a Snam e ad Ansaldo Energia».

Tria: sinergie nell’ambito del sistema di commercio multilaterale

“L’impegno principale non può che essere la predisposizione di un contesto economico propizio all’attività di impresa, un perimetro d’azione stabile, regolato da norme eque, trasparenti e non discriminatorie”.

“Le sinergie che si realizzeranno tra l’economia italiana e quella cinese verranno sviluppate valorizzando il sistema di commercio multilaterale in cui già operiamo, centrato sul WTO, nonché il contesto regolatorio internazionale e il quadro istituzionale di cooperazione già esistente”.

LEGGI ANCHE:
Da Bank of China via libera a CDP per emissione Panda Bond

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO