Crisi Governo: ecco perché il mercato italiano resta comunque interessante

Anche nelle attuali condizioni, il mercato italiano presenta interessanti opportunità per gli investitori. Parola di Gary Kirk di TwentyFour Asset Management.

Crisi Governo: ecco perché il mercato italiano resta comunque interessante

Nonostante l’escalation della tensione in arrivo dal fronte politico, il mercato italiano continua e continuerà ad offrire interessanti opportunità agli investitori.

È quanto ha detto Gary Kirk, socio fondatore e gestore di portafoglio di TwentyFour Asset Management.

Crisi Governo: problema attuale coalizione è sua trasversalità

L’esperto, nel rimarcare che le frizioni con le autorità europee sono legate al fatto che il governo gialloverde, a causa della sua trasversalità, ha da sempre promesso “troppe cose a troppe persone”, rileva come negli ultimi tempi lo spread Btp-Bund abbia registrato un forte calo.

“La contrazione è ovviamente legata dall’attesa di nuovi stimoli da parte della Banca Centrale Europea, che probabilmente includeranno anche un altro round di acquisto titoli, ma anche a un approccio più conciliatorio da parte del governo italiano nei confronti della Commissione europea”.

Nel corso dell’estate la contrazione registrata dal differenziale di rendimento Italia-Germania è stata particolarmente importante (110 punti base a giugno/luglio).

Crisi Governo: coalizione meno numerosa potrebbe sostenere Btp
Nel caso, probabile, di elezioni anticipate, la Lega potrebbe capitalizzare il consenso raccolto negli ultimi mesi. “Matteo Salvini sembrerebbe fiducioso di una vittoria elettorale […] che gli permetta di rompere la coalizione con i 5 Stelle e sostituire il Ministro dell’economia Giovanni Tria”.

Anche se questo, rileva Kirk, potrebbe portare volatilità sui Btp nel breve termine, allungando l’orizzonte temporale

“è plausibile che un governo ‘più convenzionale’ non si troverà più a dover promettere una moltitudine di politiche destinate al soddisfacimento di un’ampia coalizione”.

In questo scenario, si potrebbe quindi realizzare un contesto “maggiormente di supporto per i Btp”.

Crisi Governo: opportunità nei segmenti più liquidi

Tre i fattori che sostengono questa tesi: “gli investitori stanno riconoscendo il valore relativo dei Btp rispetto agli altri titoli di Stato europei […], l’indice dei direttori degli acquisti italiano ha segnato un’inattesa ripresa dell’attività e il superindice della Banca d’Italia ha segnato il primo miglioramento in 18 mesi” e i risultati di due colossi come Intesa Sanpaolo e Generali sono risultati positivi “nonostante la debolezza delle economie di Eurolandia e Italia”.

In un simile contesto, il nostro è definito un Paese “ricco di soprese” che potrebbe offrire agli investitori “opportunità nei segmenti più liquidi del mercato obbligazionario”.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Investimenti

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.