ISA 2021, pagelle dell’imprenditore sospese per un milione di partite IVA: novità dalle Entrate

Rosaria Imparato

13 Aprile 2021 - 16:29

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Si attende il decreto MEF che ufficializzi la nuova causa d’esclusione dall’applicazione degli ISA 2021 per oltre un milione di partite IVA: vediamo le ultime novità dall’Agenzia delle Entrate.

ISA 2021, pagelle dell'imprenditore sospese per un milione di partite IVA: novità dalle Entrate

Tra gli aiuti che il Governo si sta impegnando a dare alle partite IVA potrebbe esserci anche la sospensione dall’applicazione degli ISA 2021, Indici Sintetici di Affidabilità fiscale, a circa un milione tra autonomi, società, ditte individuali e professionisti.

Già nel 2020 le associazioni di categoria erano riuscite a ottenere l’esclusione dell’applicazione delle cosiddette pagelle dell’imprenditore. Per quest’anno la nuova causa di esclusione è stata votata lo scorso 9 aprile da una commissione di esperti di cui fanno parte i principali rappresentanti di piccole imprese e professionisti.

La nuova causa d’esclusione riguarda il calo di fatturato, in concomitanza con le chiusure più o meno prolungate dell’ultimo periodo. Si attende il decreto attuativo MEF con tutti i dettagli.

ISA 2021, pagelle dell’imprenditore sospese per un milione di partite IVA: novità dalle Entrate

L’Agenzia delle Entrate sospenderà l’applicazione degli ISA a circa un milione di partite IVA.

La nuova causa d’esclusione prevede l’analisi dei dati della fatturazione elettronica e delle LIPE: deve esserci una variazione delle operazioni attive superiore al 33% dell’imponibile tra il 2019 e il 2020.

Rientrano nel nuovo parametro 82 codici attività, in particolar modo saranno interessati dall’esclusione i settori maggiormente colpiti dalla crisi sanitaria ed economica (primo tra tutti il comparto turistico, con gli alberghi, gli affittacamere, bed&breakfast, residence, ma anche taxi, catering e lavanderie industriali).

L’invio dei dati e dei relativi modelli va comunque effettuato per fini statistici. Inoltre, verranno “ammorbiditi” i parametri correttivi, facendo in modo che il contribuente arrivi con un voto sulla pagella fiscale almeno sufficiente (onde evitare i controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate).

I correttivi che influenzeranno il voto finale sulla pagella dell’imprenditore, e aprono le porte del regime premiale, sono:

  • giorni di chiusura;
  • calo del fatturato e dei corrispettivi;
  • perdita di produttività del settore.

La nuova esclusione si va inserire nel pacchetto di aiuti per le partite IVA, come la possibile sospensione delle rate dei mutui per la prima casa.

ISA 2021, nuova causa d’esclusione: si attende il decreto MEF

La nuova causa di esclusione andrà a interessare, come anticipato, 82 codici ISA, che si aggiungeranno alle 85 attività già escluse con il decreto MEF del 2 febbraio 2021.

Le cause d’esclusione a febbraio riguardavano per lo più le attività oggetto di continue misure di restrizione, quindi il settore della ristorazione e quello dell’abbigliamento. I requisiti erano:

  • diminuzione dei ricavi di almeno il 33% nel 2020 rispetto al 2019;
  • apertura della partita IVA a partire dal 1° gennaio 2019;
  • l’esercizio, in maniera prevalente, delle attività economiche individuate dai codici attività riportati nell’allegato del decreto.

Per l’ufficialità si attende il decreto attuativo MEF, con l’elenco dei codici ATECO.

Iscriviti alla newsletter