Ipotesi Italexit con deficit al 2,4%

L’Italexit una realtà? L’uscita dell’Italia dall’Unione europea potrebbe concretizzarsi secondo alcuni osservatori, timorosi a causa del deficit al 2,4%

Ipotesi Italexit con deficit al 2,4%

L’ipotesi Italexit torna alla ribalta dopo le ultime decisioni del Governo che, con la nota di aggiornamento del Def, ha scelto di alzare il deficit del Belpaese praticamente ignorando le proposte del Ministro dell’Economia Tria.

La salita del deficit al 2,4% ha avuto un impatto dirompente non soltanto sui mercati ma anche sulle considerazioni di analisti e osservatori internazionali.

In molti si sono interrogati sui rischi derivanti da un superamento del 2% e da un avvicinamento alla soglia del 3% imposta dal Patto di Stabilità e Crescita. Qualcuno, però, è tornato addirittura a parlare di possibile Italexit, ipotesi che appare ad oggi piuttosto lontana dalla realtà.

Italexit con deficit al 2,4%?

Portare il deficit dallo 0,8% al 2,4% potrebbe avere conseguenze enormi per l’intera Europa. Il debito pubblico italiano, oggi al 130% del Pil, è il secondo più alto dell’Eurozona dopo quello della Grecia.

Secondo Bloomberg, una progressiva mancanza di fiducia da parte degli investitori potrebbe costringere i leader europei ad assistere o a una ristrutturazione del debito italiano senza precedenti o addirittura ad un’uscita del Belpaese dal blocco - l’ormai nota ipotesi Italexit, spesso rispolverata durante momenti particolarmente impegnativi per lo Stivale.

L’uscita dell’Italia dopo l’aumento del deficit avrebbe tra le ovvie conseguenze un impatto significativo sull’andamento dell’Euro, moneta tanto desiderata dal blocco, baluardo di un’unione oggi a rischio secondo alcuni.

Ma perché si è addirittura tornati a parlare di Italexit se il governo gialloverde è comunque rimasto sotto la soglia del 3%? La risposta sta nel fatto che oltre a rispettare questo limite ciascuno Stato dovrebbe compiere uno sforzo effettivo per ridurre il proprio debito, cosa che nel caso italiano richiederebbe un deficit inferiore al 2%.

Ancora una volta, insomma, i timori del mercato e degli osservatori hanno portato a teorizzare l’ipotesi di una vera e propria Italexit che priverebbe la Ue della sua terza più grande economia.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Deficit pubblico

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.