Il Congresso USA contro Temu e Shein: cosa sta accadendo?

Lo sfruttamento dei lavoratori e l’impatto ambientale negativo di Temu e Shein sono spesso citati dai critici del settore.

Il Congresso USA contro Temu e Shein: cosa sta accadendo?

Il rapporto provvisorio, intitolato «Fast Fashion and the Uyghur Genocide», ha rilevato che i marchi cinesi sfrutterebbero le disposizioni de minimis dell’Uyghur Forced Labor Prevention Act (UFLPA) per eludere il controllo. L’UFLPA, entrata in vigore negli Stati Uniti nel giugno 2022, ha stabilito nuovi severi standard per garantire che le catene di approvvigionamento dei prodotti esportati negli Stati Uniti siano libere dal lavoro forzato. La legge presuppone effettivamente che tutto ciò che viene prodotto nella «provincia dello Xinjiang» - il nome cinese del Turkestan orientale, la patria ancestrale dei musulmani uiguri oppressi - sia prodotto o assemblato da schiavi, salvo prova contraria.

Lo Xinjiang è la fonte di una grande quantità di cotone cinese e la Cina è il più grande produttore di cotone al mondo; quindi, l’industria della moda temeva che il difficile compito di garantire che gli schiavi non producessero indumenti cinesi potesse bloccare le esportazioni.
Una disposizione dell’UFLPA ha cercato di alleviare questa preoccupazione esonerando i requisiti di ispezione estesi per le spedizioni del valore di $ 800 o meno.
[...]

Money

Questo articolo è riservato agli abbonati

Abbonati ora

Accedi ai contenuti riservati

Navighi con pubblicità ridotta

Ottieni sconti su prodotti e servizi

Disdici quando vuoi

Sei già iscritto? Clicca qui

​ ​

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo