iPhone diventa POS: il piano di Apple sui pagamenti mobile

27 Gennaio 2022 - 13:30

condividi

iPhone si trasformerà in un POS e accetterà pagamenti elettronici senza bisogno di un hardware esterno. Ecco quando potrebbe arrivare la novità e quali sono i piani di Apple secondo Bloomberg.

iPhone diventa POS: il piano di Apple sui pagamenti mobile

L’iPhone si trasformerà in un POS, accettando pagamenti con carta di credito e di debito senza bisogno di un terminale esterno. Questo il piano di Apple, secondo quanto riferito da Bloomberg.

La testata afferma che la società di Cupertino sta lavorando alla nuova funzionalità per rendere iPhone un POS dal 2020, quando ha pagato 100 milioni di dollari per acquistare la startup canadese Mobeewave che sta sviluppando un sistema per permettere agli smartphone di accettare pagamenti.

Al momento gli utenti possono pagare con iPhone grazie a Apple Pay, ma è necessario un POS per effettuare il trasferimento di denaro. Il nuovo sistema a cui Apple starebbe lavorando consentirebbe di usare iPhone come un POS semplicemente grazie all’NFC, il chip che abilita i pagamenti tramite smartphone e wearable device.

Nei fatti l’esercente potrebbe usare il suo iPhone come terminale per i pagamenti, permettendo ai clienti di pagare beni e servizi semplicemente avvicinando la sua carta o il suo telefono all’iPhone-POS.

Apple vuole trasformare iPhone in POS

La mossa di Apple potrebbe avere un impatto sui fornitori di pagamenti che si basano sugli iPhone per facilitare le vendite, come Square, che domina di mercato.

Se Apple richiederà ai commercianti di utilizzare Apple Pay o il proprio sistema di elaborazione dei pagamenti questo potrebbe essere un duro colpo per la società di pagamenti elettronici fondata da jack Dorsey (Twitter), che tra le altre cose ha sviluppato un piccolo lettore che si collega all’iPhone tramite jack audio in cui inserire la carta per pagare.

Non è chiaro se l’opzione di accettazione dei pagamenti sarà marchiata Apple, anche se è probabile; né se Apple intende collaborare con una rete di pagamento esistente per la funzione o lanciarla in autonomia.

Comunque sia iPhone non sarà il primo dispositivo ad avere la tecnologia di accettazione dei pagamenti di Mobeewave: Samsung, che aveva finanziato la startup prima che venisse comprata da Apple, già nel 2019 ha implementato la funzionalità sui suoi dispositivi.

La novità in arrivo con iOS 15.4?

Si parla della possibilità che la nuova funzione potrebbe essere distribuita con un aggiornamento iOS in arrivo nei prossimi mesi. Apple dovrebbe rilasciare a breve la prima versione beta di iOS 15.4, la cui versione finale è prevista in primavera. Apple ha rifiutato di commentare.

La nuova feature sui pagamenti mobile si aggiunge così alla lista di novità Apple attese per il 2022: tra marzo e aprile è previsto il lancio di un iPhone SE e un iPad Air con supporto al 5G, oltre a un nuovo Mac con un processore Apple personalizzato.

C’è da dire che negli ultimi anni Apple ha intensificato i suoi sforzi nel settore dei pagamenti: nel 2019 ha lanciato Apple Card, la carta di credito per iPhone; offre Apple Cash, il servizio di pagamenti peer-to-peer con cui inviare e ricevere denaro direttamente in Messaggi; sta lavorando a un servizio BNPL per Apple Pay per consentire alle persone di comprare ora e pagare in seguito a rate.

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO