Apple Pay: cos’è, come funziona, compatibilità e sicurezza

Come funziona Apple Pay? Chi lo accetta? È sicuro? Ecco una guida facile all’uso del sistema di pagamento contactless di iPhone, iPad, Watch e Mac.

Apple Pay: cos'è, come funziona, compatibilità e sicurezza

Ormai la possibilità di pagare da smartphone ha preso piede anche in Italia. Gli utenti Apple hanno a disposizione Apple Pay, il servizio che consente di pagare nei negozi fisici e online, nelle app che lo supportano e sui siti web in Safari usando l’iPhone, l’iPad, il Watch o il Mac. Il tutto avviene in modo veloce, semplice e sicuro tramite tecnologia NFC e previa associazione della carta di credito, di debito o carte del punto vendita all’account Apple.

Al momento di pagare in un negozio o al supermercato, basterà tirare fuori l’iPhone, avvicinarlo al POS e il gioco sarà fatto. Considerando che non usciamo mai senza il nostro telefono, con Apple Pay possiamo dire addio ai contanti, al rischio di perdere carte di credito e bancomat o di non ricordarci il codice segreto. Usare Apple Pay per lo shopping online ci evita, poi, di inserire dati della carta o personali.

Ma come funziona esattamente Apple Pay? Quali modelli supportano il servizio? Ma soprattutto: Apple Pay sarà sicuro? Come tutte le novità, anche Apple Pay suscita dubbi e domande: niente paura perché abbiamo preparato per voi una facilissima guida che vi spiega come e dove usare Apple Pay, come configurarlo e perché è un metodo di pagamento pratico e sicuro.

Come attivare Apple Pay

La prima cosa da fare per poter utilizzare Apple Pay è configurare la propria carta sul Wallet, ovvero l’app che di default si trova nella cartella Predefiniti. Una volta aperta troverai l’avviso “Paga con Touch ID usando Apple Pay. Fai acquisti nei negozi e con le app abilitate senza dover fornire i dettagli della carta o i tuoi dati di spedizione”. Fai tap sull’icona (+) in alto a destra o su Aggiungi carta e poi su Continua.

Aggiungi o verifica le informazioni della tua carta e fai Avanti, poi premi su Accetto nella schermata dei Termini e condizioni. Scegliere poi il metodo di verifica della propria carta, tra SMS al proprio numero di telefono e App del proprio mobile banking. Il codice che arriva va poi inserito nel campo apposito e così sarà completata l’attivazione di Apple Pay.

Apple Pay: iPhone, modelli e dispositivi compatibili

Non basta possedere un device Apple per poter usare Apple Pay. Infatti solo gli iPhone e i dispositivi più recenti dispongono della tecnologia NFC, del Touch ID o Face ID che consentono l’accesso al pagamento contactless. Sono compatibili con Apple Pay:

iPhone

Puoi usare Apple Pay con un iPhone compatibile per gli acquisti e i pagamenti in-store, all’interno delle app, sul web con Safari, per i trasporti pubblici in alcuni Paesi, per inviare soldi agli amici, nei negozi, in Business Chat.

iPad

Mac

  • MacBook Pro con Touch Bar e Touch ID
  • Modelli di Mac introdotti a partire dal 2012, ma solo se associati a un iPhone o un Apple Watch abilitato per Apple Pay

Apple Watch

  • Apple Watch (prima generazione)
  • Apple Watch Series 1
  • Apple Watch Series 2
  • Apple Watch Series 3
  • Apple Watch Series 4

Chi possiede un iPhone 5, iPhone 5c o iPhone 5s può usufruire del servizio solo indirettamente attraverso l’Apple Watch, anche senza Touch ID. In questo caso, Apple Pay viene attivato con un codice di accesso che rimarrà attivo fino a quando l’utente indosserà lo smartwatch.

Apple Pay: carte di credito compatibili e banche aderenti

Apple Pay in Italia è compatibile con molte delle carte di credito e di debito delle principali banche. Il servizio funziona su circuiti Maestro, Mastercard, Visa e V Pay.

Al momento, nella lista di banche che lo supportano troviamo: Allianz Prima, American Express, Banca Mediolanum, Boon by Wirecard, Buddybank, Bung, Carrefour Banca, Carta BCC, Cassa Centrale, Casse Rurali Trentine (carte di credito), Cassa di Risparmio Sparkasse (carte di credito MasterCard e Visa), Crédit Agricole (Cariparma, Friuladria, Carispezia) (carte di credito), ExpendiaSmart, FinecoBank, Hype, Intesa Sanpaolo, Monese, N26, Nexi (comprese le carte emesse da CartaSi e ICBPI), TIMpersonal, Unicredit e Widiba.

Gli utenti Apple che sono anche clienti di una di queste banche possono, quindi, usare Apple Pay per pagare negli esercizi in cui è accettato.

Come configurare Apple Pay su iPhone

Per configurare Apple Pay su iPhone, iPad, Watch o Mac bisogna aggiungere la carta di credito, di debito o prepagata al dispositivo.

Quello che ti serve è:

  • un ID Apple
  • un device Apple che supporti Apple Pay
  • iOS aggiornato alla versione più recente
  • una carta supportata da un istituto bancario aderente al servizio

Ecco cosa fare perché la configurazione di Apple Pay su iPhone vada a buon fine:

1) Vai su Wallet e clicca Aggiungi carta di credito o di debito

2) Segui i passaggi per aggiungere una nuova carta. Se vuoi usare la carta che già usi su iTunes basta inserire il relativo codice di sicurezza.

3) Premi “Avanti”. La banca o l’istituto che ha emesso la carta verificherà i tuoi dati e deciderà se puoi aggiungere subito la carta a Apple Pay o se dovrai fornire altre info.

4) Torna su “Impostazioni” > “Wallet e Apple Pay” e tocca la tua carta.

5) Una volta che la banca o l’istituto emittente ha verificato la tua carta, tocca Avanti. Quindi inizia a usare Apple Pay.

Dove e come pagare con Apple Pay

Chi accetta Apple Pay sono negozi, supermercati, siti di ecommerce. Ecco alcuni esercizi commerciali dove si può pagare con iPhone o Watch:

  • Apple Store
  • Auchan
  • Autogrill
  • Carrefour
  • Eataly
  • ePrice
  • Esselunga
  • Eurospin
  • La Gardenia
  • H&M
  • Leroy Marlin
  • Lidl
  • Limoni
  • Mediaworld
  • Mondadori
  • OVS
  • La Rinascente
  • Sephora
  • Simply
  • Unieuro
  • Deliveroo
  • Musement
  • EasyJet
  • Giglio.com
  • Trainline

Usare Apple Pay nei negozi

Hai presente quello che accade nei negozi e nei supermercati al momento del pagamento? Dimenticalo, perché con Apple Pay non ci sarà più bisogno di tirare fuori la carta di credito o i contanti. In tutti i luoghi che accettano pagamenti contactless si può prendere l’iPhone, avvicinarlo al terminale tenendo il dito sul sensore ID Touch et voilà: transazione effettuata.

Per usare Apple Pay nei negozi assicurati che alla cassa ci sia uno dei simboli di seguito raffigurati:

Al momento del pagamento sul POS seleziona “carta di credito”. Se devi fornire le 4 cifre della carta usa il Numero account dispositivo. Dove si trova? Apri Wallet (di solito sta nella cartella Predefiniti), tocca la carta associata e visualizza il numero account.

Poggia il dito sul Touch ID e tieni l’iPhone a due centimetri di distanza dal terminale fin quando non appare la scritta Fine e il segno di spunta sul display.

Se vuoi usare Apple Pay dal Watch fai la stessa cosa ma premi due volte il tasto laterale finché non senti un piccolo tocco.

Apple Pay nelle app

Anche nelle app che lo consentono puoi effettuare pagamenti da iPhone, iPad e Apple Watch. Basta fare tap su “Compra con Apple Pay” o scegli manualmente Apple Pay come metodo di pagamento.

Controlla che le informazioni di fatturazione, spedizione e contatto siano corrette e prosegui. Il pagamento si effettua appoggiando il dito sul Touch ID (iPhone) o premi due volte il tastino laterale (Apple Watch).

Apple Pay sui siti web

Il procedimento è lo stesso nel caso di transazioni o acquisti con Apple Pay da Mac. Con il MacBook Pro, se il Touch ID non è attivo, basta toccare l’icona di Apple Pay sulla Touch Bar e seguire le istruzioni riportate sullo schermo fino a quando la scritta Fine indica che l’operazione è avvenuta con successo. Con gli altri Mac è necessario che la funzione Bluetooth sia attiva.

Apple Pay è sicuro?

Apple Pay è considerato un metodo di pagamento piuttosto sicuro o comunque non più rischioso di altri. La connessione NFC su cui si basa il sistema di pagamento contactless con iPhone non è immune agli attacchi degli hacker, tuttavia ci sono alcuni aspetti importanti da sottolineare sul fronte privacy e sicurezza.

Quando si effettuano pagamenti, Apple Pay utilizza un numero specifico e un codice di transazione univoco: ciò significa che i dati della carta associata non vengono mai memorizzati sul device né sui server. Inoltre Apple Pay non archivia dati sulle transazioni e solo gli acquisti più recenti (di solito gli ultimi 10) vengono conservati e appaiono su Wallet. Qui, a seconda della banca, troviamo l’ultima transazione di ciascuna carta di credito o di debito con i dettagli su importo dell’acquisto e luogo.

Iscriviti alla newsletter Fintech per ricevere le news su Apple Pay

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.