Guida 730 precompilato 2021: il vademecum delle Entrate

Rosaria Imparato

19 Maggio 2021 - 17:53

condividi

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la guida al 730 precompilato 2021 il 19 maggio: vediamo novità e date da rispettare.

Guida 730 precompilato 2021: il vademecum delle Entrate

Guida al 730 precompilato 2021, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il vademecum per i contribuenti il 19 maggio.

Dalla stessa data è possibile modificare e inviare la dichiarazione precompilata all’Agenzia delle Entrate. Nella guida l’Amministrazione Finanziaria spiega, passo dopo passo, come accedere, scegliere il proprio modello, come fare la verifica dei rimborsi spettanti o degli importi da pagare.

Nel vademecum è presente anche il riepilogo delle scadenze da rispettare.

Guida 730 precompilato 2021: le novità del 2021

Tante le novità presenti nella dichiarazione precompilata 2021 sintetizzati nella guida dell’Agenzia delle Entrate. Tra queste:

  • la dichiarazione dell’erede, che se abilitato, ha accesso alla dichiarazione dei redditi completa dei dati reddituali, degli oneri detraibili e deducibili sostenuti dalla persona deceduta (già comunicati all’Agenzia delle entrate da enti esterni) e delle altre informazioni presenti nell’Anagrafe Tributaria;
  • le spese scolastiche e le erogazioni liberali agli istituti scolastici e i relativi rimborsi, se sono state comunicate all’Agenzia delle entrate;
  • il bonus vacanze;
  • il superbonus;
  • il bonus facciate.

730 precompilato, la guida alla scelta dei modelli

Il contribuente può scegliere autonomamente il modello precompilato dall’Agenzia delle entrate che ritiene più idoneo: modello 730 o modello Redditi. Può anche decidere di essere guidato nella scelta del modello rispondendo a delle semplici domande.

I modelli disponibili sono tre: 730, Redditi Web, Redditi Online.

Il modello 730 è il modello dedicato a lavoratori dipendenti e pensionati. Il contribuente che ha il sostituto d’imposta (datore di lavoro o ente pensionistico) ottiene il rimborso direttamente nella busta paga o nella rata di pensione. Se, invece, deve versare delle somme, queste vengono trattenute dalla retribuzione o dalla pensione.

Il modello Redditi Web è l’applicazione che consente di compilare i principali quadri del modello Redditi (fascicolo 1 e, in parte, fascicolo 2) senza scaricare alcun software. Non possono utilizzare Redditi Web (ma devono utilizzare Redditi online):

  • i contribuenti soggetti a Isa (Indici sintetici di affidabilità fiscale);
  • quelli che possiedono redditi da partecipazione;
  • chi deve presentare il modello Iva.

Il modello Redditi Online è il software completo per la compilazione del modello Redditi (fascicoli 1, 2 e 3), utilizzabile da tutti i contribuenti. In questo caso bisogna installare sul proprio pc un apposito programma. Devono utilizzare Redditi online i contribuenti soggetti agli studi di settore, con redditi da partecipazione o che devono presentare il modello Iva.

leggi anche

Perché si fa il 730?

Le date da ricordare per la dichiarazione precompilata

La guida dell’Agenzia delle Entrate riepiloga il calendario degli appuntamenti da rispettare per la dichiarazione precompilata.

DataCosa fare
10 MAGGIO primo giorno per l’accesso alla dichiarazione precompilata 2021
19 MAGGIO da questa data è possibile: accettare, modificare e inviare all’Agenzia delle entrate la dichiarazione 730 precompilata, direttamente tramite l’applicazione web; modificare e inviare il modello Redditi precompilato
25 MAGGIO da questa data è possibile: inviare il modello Redditi aggiuntivo del 730 presentando il frontespizio e i quadri RM, RT e RW/ Redditi correttivo per correggere e sostituire il 730 o il modello Redditi già inviato; annullare il 730 già inviato e presentare una nuova dichiarazione tramite l’applicazione web (l’annullamento può essere fatto solo una volta ed entro il 22 giugno)
26 MAGGIO da questa data è possibile utilizzare la compilazione assistita per gli oneri detraibili e deducibili da indicare nel quadro E
22 GIUGNO ultimo giorno per annullare tramite l’applicativo web il 730 già inviato
30 GIUGNO per i contribuenti con 730 senza sostituto d’imposta o con modello Redditi, scade il termine per versare il saldo e il primo acconto
30 LUGLIO per i contribuenti con 730 senza sostituto d’imposta o con modello Redditi, scade il termine per versare, con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse, il saldo e il primo acconto
30 SETTEMBRE scade il termine per presentare il 730 precompilato all’Agenzia delle entrate direttamente tramite l’applicazione web
10 OTTOBRE scade il termine per comunicare al sostituto d’imposta di non voler effettuare il secondo o unico acconto dell’Irpef o di volerlo effettuare in misura inferiore
25 OTTOBRE scade il termine per presentare, al Caf o professionista abilitato, il 730 integrativo (la presentazione è possibile solo se l’integrazione comporta un maggiore credito, un minor debito o un’imposta invariata)
10 NOVEMBRE ultimo giorno per presentare all’Agenzia delle entrate il 730 correttivo (di tipo 2) direttamente tramite l’applicazione web
30 NOVEMBRE scade il termine per: presentare il modello Redditi precompilato e Redditi aggiuntivo del 730 (frontespizio e quadri RM, RT e RW); inviare il modello Redditi correttivo del 730; versare il secondo o unico acconto per i contribuenti con 730 senza sostituto d’imposta o con modello Redditi
28 FEBBRAIO 2022 ultimo giorno per presentare il modello Redditi precompilato «tardivo» (entro 90 giorni dalla scadenza) e per scaricare il modello Redditi PF On line 2021

730 precompilato: i vantaggi sui controlli

Ma quali sono i vantaggi della dichiarazione precompilata? Oltre ad avere il modello già compilato, in cui sono stati già inseriti la maggior parte dei dati e calcolate le imposte da pagare o il rimborso da incassare, il contribuente che utilizza il 730 precompilato:

  • deve preoccuparsi di verificare l’esattezza e la completezza dei dati inseriti dall’Agenzia delle entrate e, se necessario, integrarli o modificarli;
  • può usufruire di importanti vantaggi sui controlli.

I controlli documentali dipendono da come decide di procedere il contribuente:

  • se accetta il 730 precompilato senza apportare modifiche, allora l’Agenzia non procederà al controllo dei documenti che attestano le spese indicate in dichiarazione (da quelle mediche a quelle d’istruzione);
  • se modifica la precompilata (direttamente o sostituto d’imposta), l’Agenzia potrà eseguire il controllo formale su tutti gli oneri indicati, compresi quelli trasmessi dagli enti esterni.
Guida alla dichiarazione precompilata 2021
Clicca qui per scaricare il file dell’Agenzia delle Entrate

Iscriviti a Money.it