Governo Cottarelli: domani la lista ufficiale dei ministri

Ottenuto l’incarico dal Presidente Mattarella, Carlo Cottarelli domani ufficializzerà quella che sarà la sua squadra di governo.

Governo Cottarelli: domani la lista ufficiale dei ministri

Con il paese che ancora si deve riprendere dal terremoto politico delle ultime ore, dove dal governo Conte si è passati in meno di 24 ore a quello Cottarelli, al Quirinale si sta cercando di andare di fretta per comporre il nuovo esecutivo, ma per i nomi servirà ancora una notte di riflessione.

Con il futuro del nuovo governo che dipenderà dall’esito del voto di fiducia, il premier designato Carlo Cottarelli in ogni modo domani mattina presenterà al Presidente della Repubblica quella che sarà la sua lista dei ministri.

La lista dei ministri del governo Cottarelli

Così come è stata lampo la decisione di dare un incarico a Carlo Cottarelli, con altrettanta celerità il Presidente del Consiglio designato sta cercando di scegliere quella che sarà la sua squadra di governo.

Si pensava che già questo pomeriggio potesse essere diramata la lista ufficiale dei ministri, ma alla fine si è optato per il rinvio con Cottarelli che quindi domani mattina salirà di nuovo al Colle per la fumata bianca definitiva.

Con ogni probabilità il professore andrà a pescare tra alcuni dei tecnici che già avevano formato nel 2011 il governo Monti. Alla Giustizia quindi ecco che potrebbe tornare l’avvocato Paola Severino, mentre per lo Sviluppo Economico si parla di Anna Maria Tarantola già presidente della RAI tra il 2012 e il 2015.

L’attuale consigliere di Stato Francesco Paolo Tronca invece potrebbe andare agli Interni, con il giurista Alessandro Pajno, grande amico di Sergio Mattarella, che potrebbe trovare spazio alla Giustizia.

Per il ministero dell’Economia, che è stato il pomo della discordia tra il Colle e l’ormai ex maggioranza formata da Lega e Movimento 5 Stelle, si fa il nome della professoressa Lucrezia Reichlin.

Al Ministero degli Esteri sono due i profili che sarebbero in ballo: il primo è quello della ambasciatrice Elisabetta Belloni, mentre il secondo è quello di Giampiero Massolo già in lizza anche nel governo giallo-verde.

Per gli Affari Europei si torna a fare il nome di Enzo Moavero Milanesi, anche lui contattato in precedenza da Lega e 5 Stelle, mentre l’ex presidente dell’Istat Enrico Giovannini potrebbe essere designato al Lavoro.

Infine con ogni probabilità, oltre alla vice presidente della Corte Costituzionale Marta Cartabia, dovrebbe trovare spazio nel governo Cottarelli anche Raffaele Cantone, che dovrebbe essere il sottosegretario alla Presidenza.

Quale futuro?

Come si può vedere, la squadra di governo che Carlo Cottarelli ha starebbe delineando è di assoluto spessore per le alte figure che ne prenderanno parte. L’esecutivo però appare destinato ad avere vita molto breve.

Come dichiarato dallo stesso Cottarelli, al massimo il suo governo rimarrà in carica fino alla fine dell’anno, giusto il tempo per imbastire la prossima legge di Bilancio che dovrà essere approvata entro il 2018.

La vita di questo esecutivo potrebbe però essere molto più breve. In caso di bocciatura durante il voto di fiducia, tutto il governo infatti si dimetterebbe in blocco portando comunque avanti gli affari correnti dello Stato.

In questo caso le elezioni si terrebbero nell’immediato, ovvero a settembre, mentre se dovesse arrivare la fiducia gli italiani sarebbero chiamati di nuovo alle urne a inizio 2019, con ogni probabilità a febbraio.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Carlo Cottarelli

Argomenti:

Carlo Cottarelli

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.