Google Pay: come funziona e come pagare con l’app

Giulia Adonopoulos

2 Maggio 2022 - 17:07

condividi

Come funziona Google Pay, l’app per i pagamenti mobile: come si attiva e si usa per pagare, smartphone compatibili, carte e banche supportate. Guida utile al servizio.

Google Pay: come funziona e come pagare con l'app

Google Pay, o GPay, è l’app per i pagamenti digitali legata all’account Google. Si può usare per pagare con lo smartphone o lo smartwatch nei negozi e online senza dover uscire con il portafogli e tirare fuori carta o contanti, ma anche per inviare e ricevere denaro dagli amici in modo istantaneo (funzionalità disponibile al momento solo negli Stati Uniti, India e Singapore).

Lanciato da Google nel 2018 come sostituto di Android Pay e Google Wallet, Google Pay è disponibile anche in Italia. In questa guida scopriamo come funziona, se è sicuro, chi può utilizzarlo e dove si può pagare con Google Pay, banche e carte supportate, come configurarlo e disattivarlo.

Google Pay: come funziona

Google Pay funziona senza inviare ai negozi il numero della carta. I dati sono archiviati in modo sicuro sui server di Google che, invece di trasmettere il numero della carta di pagamento al punto vendita, utilizza un token chiamato numero di conto virtuale.

Basta scaricare l’app (o aprirla, se già presente sul proprio smartphone), configurare il wallet associando una o più carte di credito o di debito, avvicinare il telefono o lo smartwatch al POS e pagare.

L’app di pagamento mobile di Google permette di usare il dispositivo mobile per pagare ovunque, in tutta comodità e semplicità. È facile da usare in quanto funziona in tutti i negozi con POS contactless e online, ed è sicura perché in fase di pagamento protegge tutti i dati e quelli delle carte.

Attenzione: Google Pay funziona solo su dispositivi Android dotati di tecnologia NFC. Non c’è l’app di Google Pay per iPhone e dispositivi Apple, che hanno Apple Pay per i pagamenti mobile o possono usufruire di altre app per pagare con il telefono come Bancomat Pay e Paypal.

Come attivare Google Pay

Usare Google Pay è molto semplice:

  • Vai su Play Store e scarica l’app Google Pay
  • Apri l’app e clicca su Inizia
  • Fai tap su Connetti a Gmail
  • Aggiungi un metodo di pagamento dalla scheda Pagamento, oppure dall’app alla sezione Paga con il tuo telefono nei negozi e premi Configura
  • Se hai già una carta associata al tuo account Google, puoi collegarla a Google Pay, oppure aggiungi una nuova carta premendo Aggiungi una nuova carta.
  • Inquadra la carta con il telefono così da permettere all’app di acquisire le informazioni come data di scadenza e CVV
  • Premi Salva e poi Accetta e continua
  • La tua banca verificherà la tua carta e riceverà un messaggio che ti informa che la schermata di blocco verrà utilizzata per Google Pay
  • Nella schermata Verifica la tua carta scegli dove vuoi ricevere il codice di verifica, se sull’email o via sms sul telefono, poi premi Continua.

    Su Google Pay si possono aggiungere più carte e anche impostare quella predefinita.

Google Pay: come pagare nei negozi e online

Puoi pagare con lo smartphone tramite Google Pay in tutti i negozi che accettano pagamenti POS contactless. Funziona come una carta contactless: ti basterà sbloccare il telefono (con codice PIN, sequenza, password, impronta o riconoscimento facciale) e avvicinarlo al POS.

Google Pay non è compatibile con i sistemi di sblocco con il volto 2D o con i blocchi schermo come Smart Unlock o Knock to Unlock.

Anche se il pagamento contactless con necessità di sblocco offre maggiore sicurezza, puoi pagare con Google Pay anche senza sbloccare lo schermo se si tratta di spese di piccola entità. Il limite massimo in Italia è di 25 euro.

Puoi utilizzare Google Pay anche per pagare online, purché il sito o l’app su cui devi fare acquisti abbiano Google Pay tra i metodi di pagamento accettati. Al momento del checkout controlla che ci sia l’icona dell’app. Dopodiché scegli la carta che usi per pagare con Google Pay o aggiungine una nuova. Google Pay condividerà con l’e-commerce il tuo indirizzo e informazioni di pagamento. Infine conferma l’acquisto. Ad oggi si può usare Google Pay per i pagamenti online su diversi siti e app: Ryanair, Booking, Deliveroo, Free Now, Flixbus, Asos e altri.

Non puoi aggiungere questi metodi di pagamento a Google Pay:

  • Bonifici bancari
  • Trasferimenti elettronici dei fondi
  • Western Union
  • MoneyGram
  • Carte di credito virtuali (VCC, Virtual Credit Card)
  • Health Savings Account (HSA)
  • Servizi di deposito a garanzia
  • Carte prepagate se utilizzi i pagamenti automatici

Google Pay: banche e carte compatibili

Su Google Pay è possibile associare carte di credito, di debito e prepagate del circuito Mastercard, Maestro e VISA emesse da banche tradizionali e neobank. La lista degli istituti partner di GPAY è molto lunga e in costante aggiornamento. Ecco quali carte si possono associare a Google Pay:

  • Banca 5
  • Banca Iccrea
  • Banca Mediolanum
  • Banca Popolare dell’Alto Adige - Volksbank
  • Banca Sella
  • Banco BPM 

  • BitPanda
  • BPER Banca
  • Bunq
  • Cassa Centrale Banca
  • Credito Emiliano S.p.A
  • Curve OS Limited
  • Deutsche Bank Italy
  • Edenred
  • Enel X NG
  • Findomestic Banca Spa
  • Fineco Bank
  • Flowe
  • HYPE 
iCard
  • ING Bank
  • Intesa Sanpaolo
  • Monese
  • Monte dei Paschi di Siena
  • Nexi e banche partner
  • N26
  • PayrNet
  • Paysafe Financial Services Limited
  • PostePay
  • Qonto
  • Revolut
  • SisalPay/Mooney
  • Soldo
  • Swan
  • UAB ZEN
  • UBI Banca
  • Unicredit
  • Viva Wallet
  • Widiba
  • Wirecard
  • Wise
  • Fideuram

Google Pay: dispositivi supportati

Google Pay è disponibile su tutti i dispositivi con Android 5.0 Lollipop o versioni successive e con smartwatch con WearOS. Per effettuare pagamenti contactless con Google Py il tuo telefono deve supportare l’NFC, la tecnologia che permette di effettuare pagamenti elettronici.

Per scoprirlo vai su Impostazioni > Connessioni > NFC e pagamenti (o Altro > NFC, a seconda del modello e del brand). Se appare la voce NFC potrete pagare con Google Pay, ma assicurarsi che sia attivo (se non lo è spostare la levetta da sinistra a destra). I device più recenti hanno Google Pay tra le app preinstallate.

Google Pay è sicuro?

Coinvolgendo carte di credito e piccole o grandi transazioni economiche è naturale avere dubbi o sospetti riguardo questa novità. Ma Google tranquillizza e rassicura: Google Pay è sicuro. In primis a ogni pagamento con Google Pay non viene mai condiviso il numero della carta di credito con il rivenditore di riferimento: in pratica lo scambio di denaro avviene usando un numero di carta virtuale, generando un codice virtuale diverso a ogni transazione.

Avete smarrito il vostro smartphone e siete in ansia perché è associato a Google Pay? Niente paura: è possibile utilizzare la funzione di Google “Trova il tuo telefono” per poi bloccarlo, cambiare password o eliminare tutti i dati personali.

Come disattivare Google Pay

Puoi chiudere il tuo profilo pagamenti Google, eliminando tutte le informazioni associate al wallet, come carte di pagamento collegate e cronologia delle transazioni, disattivando GPay.

Per disattivare Google Pay temporaneamente apri l’app, vai sul menu in alto a sinistra e seleziona l’opzione Metodi di pagamento, poi rimuovi tutte le carte di pagamento associate. Per farlo premi sul metodo di pagamento da cancellare facendo tap sull’icona dei tre puntini verticali e seleziona Rimuovi metodo di pagamento.

Infine alla voce Google Pay premi sull’icona del cestino per eliminare tutti i tuoi dati dall’app.

Per disattivare Google Pay e chiudere il profilo in modo definitivo apri l’app, premi sull’icona delle tre linee, seleziona Impostazioni e poi Modifica i dati dell’account. Alla voce Stato profilo pagamento premi su Chiudi il profilo di pagamenti e indica il motivo della chiusura e poi segui le istruzioni sullo schermo fino alla fine del procedimento.

Iscriviti a Money.it