Google I/O 2023: come seguire la conferenza e cosa aspettarsi

Niccolò Ellena

10 Maggio 2023 - 13:47

Google I/O, l’annuale conferenza organizzata dall’azienda statunitense, avrà luogo oggi, 10 maggio, a partire dalle ore 19.00 italiane. Ecco come seguirla e cosa aspettarsi.

Google I/O 2023: come seguire la conferenza e cosa aspettarsi

Google I/O, l’edizione 2023 dell’annuale conferenza di Big G rivolta a sviluppatori e amanti del web, sta per iniziare. L’evento si terrà oggi, 10 maggio, a Mountain View, in California, dove Google ha la sua sede principale. La diretta avrà inizio alle ore 19.00 italiane.

Come ogni anno, dalla conferenza è possibile aspettarsi rivelazioni molto interessanti, come nuovi prodotti, nuovi software e molto altro ancora.

Ma come si fa a seguire la conferenza? E che cosa è possibile aspettarsi durante l’evento. Vediamo.

Google I/O 2023: come seguire la conferenza

Per coloro che vivono in Italia, Google I/O, l’annuale conferenza organizzata da Google, avrà inizio alle ore 19.00. In totale, stando alle edizioni precedenti, dovrebbe durare circa 2 ore.

Seguire l’evento è molto semplice, fortunatamente infatti non è necessario recarsi a Mountain View in California. L’edizione 2023 del Google I/O sarà trasmessa in live streaming sia sul canale YouTube dell’azienda, sia sul sito aziendale.

Qualora non abbiate la possibilità di vedere il video live non temete, questo sarà disponibile anche dopo l’evento direttamente su YouTube.

Cosa aspettarsi da Google I/O 2023

Sin dalla prima edizione, che ha avuto luogo ormai 15 anni fa, nel 2008, Google ha abituato il suo pubblico a grandi annunci durante la conferenza Google I/O. Quest’anno non dovrebbe fare eccezione.

Secondo The Verge, sito americano specializzato in tecnologia, quest’anno Google potrebbe annunciare il suo primo smartphone pieghevole, ossia il Google Pixel Fold.

Recentemente, sui canali dell’azienda sono apparse alcune immagini e video che lo ritraggono mentre si apre come se fosse un libro. Secondo quanto riportato dalla Cnbc, lo smartphone dovrebbe un display da 5,8 pollici quando è chiuso e da 7,6 quando è aperto, dovrebbe poi essere alimentato da un sistema di chip Tensor G2 e dovrebbe costare circa 1.700 dollari.

Un altro prodotto che potrebbe vedere la luce al Google I/O 2023 è il Pixel Tablet di Google. Annunciato per la prima volta durante la conferenza del 2022, il tablet non è ancora stato reso disponibile. Alcuni leak recenti tuttavia, fanno pensare che questo potrebbe essere l’anno dell’annuncio.

Secondo The Verge, il dispositivo sarà disponibile in diversi colori, sarà dotato di una stazione di ricarica e di alcuni speaker che permettano di utilizzarlo come uno smart display (in maniera simile all’Amazon Echo Show).

Da un punto di vista pratico, secondo quanto riportato dal sito 9to5Google, il tablet dovrebbe essere dotato di Android 13, di un sistema di chip Tensor G2, 8 Gb di Ram e un display da 11 pollici.

Capitolo smartphone. Secondo The Verge, in occasione del Google I/O 2023 sarà presentato anche il Pixel 7A, un dispositivo già conosciuto dagli amanti del brand a causa dei numerosi leak divenuti disponibili negli scorsi mesi. Date le circostanze, sembra molto probabile un annuncio da parte dell’azienda.

Lo smartphone dovrebbe essere dotato del sistema di chip Tensor G2, una camera principale 64 Mp e una ultra-grandangolare da 13 Mp, un refresh rate da 90 Hz e il supporto per la ricarica wireless. Il prezzo, infine, dovrebbe aggirarsi intorno ai 500 dollari.

Sempre in tema smartphone, Google potrebbe dare qualche dettaglio in più sui nuovi Google Pixel 8 e Pixel 8 Pro.

The Verge riporta che il Pixel 8 Pro dovrebbe essere dotato di un display da 6,52 pollici con angoli più arrotondati rispetto al Pixel 7, una fotocamera interna perforata e 12 GB di Ram; mentre il normale Pixel 8 dovrebbe presentare uno schermo da 6,2 pollici con 8 Gb di Ram.

Per quanto riguarda le novità sul prossimo sistema operativo, pare che Google darà alcune informazioni relative a Android 14.

Il sistema operativo dovrebbe essere stato adattato per performare al meglio su schermi mediamente più grandi, come quelli dei tablet e degli smartphone pieghevoli, come il Pixel Fold. La versione beta del nuovo sistema operativo è già stata resa disponibile per alcuni sviluppatori ad aprile, potrebbe dunque essere annunciato presto.

Google I/O 2023: e l’intelligenza artificiale?

Durante il Google I/O 2023 si parlerà (anche) di intelligenza artificiale, poco ma sicuro.

Mai come nel 2023 questa tecnologia è stata protagonista sotto numerosi punti di vista. Google sta lavorando duramente a Google Bard, il suo chatbot, per cercare di tenere il passo con l’altro grande player del settore, ossia OpenAI, creatore di ChatGPT.

Google potrebbe presentare, secondo Cnbc, delle «esperienze generative» per Search e Bard, che «coinvolgano la matematica, il coding e la logica».

Non soltanto, Google potrebbe anche annunciare il widget necessario per far funzionare Bard sugli smartphone Pixel, nonché il supporto per la lingua giapponese e coreana sul chatbot.

Un’altra novità in arrivo, secondo Cnbc, potrebbe essere la presentazione di PaLM-2, la nuova versione del grande modello linguistico (LLM) di Google, in grado di supportare oltre 100 lingue.

Insomma, le premesse sembrano essere ottime. Staremo a vedere se anche quest’anno Google sarà in grado di stupire.

Iscriviti a Money.it

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo