I giovani? Rinunciano ai loro sogni causa covid. Lo studio

Uno studio britannico evidenzia come gli under 25 stiano abbandonando le loro aspirazioni di carriera a causa del coronavirus

I giovani? Rinunciano ai loro sogni causa covid. Lo studio

I giovani? Stanno rinunciando ai loro sogni a causa del covid. A evidenziare una simile tesi è un recente studio britannico, realizzato da Censuswide per conto dell’associazione di beneficenza del principe Carlo, The Prince’s Trust.

In particolare, sono gli under 25 che stanno gradualmente abbandonando il lavoro dei loro sogni e i loro progetti di carriera primari a causa della pandemia.

L’indagine, realizzata nel Regno Unito, sembra non troppo difficilmente esportabile stando allo scenario che viene fuori dal report conclusivo. Quest’ultimo disegna infatti una nuova quotidianità fatta di ostacoli, mancanze e necessità sempre più impellenti, che costringe i più giovani ad “adattarsi”, mettendo di fatto in secondo piano le loro principali aspirazioni.

Più di un terzo dei giovani interpellati ha dichiarato di dover rinunciare alle speranze di ottenere il lavoro dei propri sogni per accettare “qualsiasi lavoro”, a seguito dell’emergenza sanitaria che ha colpito praticamente tutti i Paesi del mondo.

I giovani? Rinunciano ai loro sogni causa covid. Lo studio

Nello specifico, due su cinque si aspettano di non trovare il lavoro davvero desiderato, rapporto che arriva anche a 3 su 5 se si tratta di giovani che provengono da contesti più poveri.

Il sondaggio è stato condotto su un campione di 2.000 ragazzi, di età compresa tra i 16 e i 25 anni.
Lo studio che ne deriva nota come proprio i giovani siano stati colpiti nella maniera “più forte e sproporzionata” dalle ricadute economiche della pandemia, in termini di disoccupazione, blocco dell’istruzione e della formazione.

A inizio mese il Regno Unito ha registrato un forte aumento della disoccupazione giovanile per il secondo trimestre dell’anno. Nel frattempo, l’Organizzazione internazionale del lavoro - che fa capo alle Nazioni Unite - ha riferito che circa il 42% dei giovani di tutto il mondo ha visto il proprio reddito calare a causa del coronavirus.

La recente indagine evidenzia inoltre come quasi tre giovani su cinque temono di non avere un lavoro nell’immediato futuro, mentre oltre due giovani su cinque percepiscono i loro obiettivi al momento “impossibili da raggiungere”.

Quasi due quinti degli under 25 crede che il successo nella vita lavorativa e privata sia impossibile, mentre circa il 36% ha perso speranze in generale per il futuro.

Jonathan Townsend, CEO di The Prince’s Trust - associazione che ha commissionato la ricerca - ha dichiarato che i risultati mostrano come la pandemia abbia danneggiato in particolare una categoria:

“Il covid ha fatto più che interrompere istruzione, formazione e le opportunità di lavoro vitali per i giovani; ha eroso la loro fiducia nel futuro, al punto che alcuni ritengono che non saranno mai in grado di avere successo nella vita, un divario di aspirazione che colpisce più duramente coloro che vengono da ambienti svantaggiati. È davvero una responsabilità per tutti noi garantire che le probabilità non rimangano contro questi giovani”,

ha spiegato Townsend.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories