La giornata delle materie prime: WTI in evidenza dopo calo inatteso scorte

Le principali commodity si apprestano a concludere la seduta di negoziazione in generale rialzo. In evidenza il WTI che balza dopo il dato sulle scorte rilasciato dall’EIA. Male il frumento dopo la buona performance di ieri. Zucchero e gasolio in territorio negativo

La giornata delle materie prime: WTI in evidenza dopo calo inatteso scorte

La giornata delle materie prime si appresta a concludersi in generale rialzo.

Il petrolio WTI segna la miglior performance del giorno segnando un progresso dell’1,58%, in seconda posizione il platino che oggi guadagna l’1,56%. Bene anche il caffè e il gas naturale con un saldo positivo rispettivamente pari all’1,35% e all’1,33%.

Per quanto riguarda i metalli preziosi e industriali, rialzi sotto il punto percentuale per oro, argento e rame che guadagnano rispettivamente lo 0,74%, lo 0,32% e lo 0,15%. In territorio positivo anche mais, cotone e Brent con un saldo positivo dello 0,65%, dello 0,63% e dello 0,61%.

In territorio negativo solo il gasolio, lo zucchero e il frumento che cedono lo 0,03%, lo 0,12% e lo 0,80%.

Da inizio settimana il petrolio WTI è in testa alla classifica segnando un progresso del 2,76%, subito dietro l’argento e in terza posizione il platino con performance rispettivamente pari al 2,51% e all’1,83%.

Focus del giorno: scorte calano e il petrolio balza

Secondo i dati dell’Energy Information Adminstration, nella settimana all’8 marzo gli stock di petrolio greggio Usa sono arretrati di 3,9 milioni di barili contrariamente alle aspettative degli analisti i quali si aspettavano invece un rialzo di 3 milioni di barili. A seguito della pubblicazione dei dati il future WTI è balzato al rialzo ed al momento scambia a 57,88 dollari al barile.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Materie prime

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.