Finanziamenti a fondo perduto per le imprese, bando INAIL 2017: requisiti, invio della domanda e scadenze

Bando INAIL-ISI 2017: finanziamenti a fondo perduto per le imprese che investono sulla sicurezza dei luoghi di lavoro. Ecco chi può richiederlo e come fare domanda.

Finanziamenti a fondo perduto per le imprese, bando INAIL 2017: requisiti, invio della domanda e scadenze

INAIL, bando ISI per i finanziamenti a fondo perduto destinati alle imprese che avviano progetti aziendali per aumentare i livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

La sicurezza sul lavoro continua ad essere un tema molto dibattuto, poiché sono ancora molti i luoghi di lavoro in cui i dipendenti svolgono mansioni usuranti e pericolose senza alcun tipo di tutela. Nei giorni scorsi, ad esempio, abbiamo messo in risalto la situazione di moltissime scuole italiane e di uffici pubblici dove c’è ancora la presenza di amianto.

Per risolvere questi problemi l’INAIL ha promosso il bando ISI 2017 destinato ai finanziamenti aziendali finalizzati al miglioramento della sicurezza sul luogo di lavoro.

Per questo progetto sono stati stanziati 244 milioni di euro che saranno distribuiti alle imprese in forma societaria, anche se individuale, che operano con un’unità produttiva autonoma nel territorio della specifica Regione o Provincia.

Inoltre, l’azienda per poter richiedere il finanziamento a fondo perduto erogato dall’INPS per i progetti aziendali per la sicurezza sul lavoro, dovranno essere iscritte alla Camera di Commercio. Non possono richiedere il finanziamento quelle imprese che hanno ne hanno già beneficiato negli anni passati, né le piccole aziende del settore della produzione agricola primaria.

Qui tutte le informazioni sul bando di concorso INAIL-ISI per i finanziamenti a fondo perduto per i progetti volti ad aumentare e a migliorare il livello di sicurezza sui luoghi di lavoro.

Bando INAIL-ISI 2017: chi può fare domanda

Possono fare domanda le imprese che investono per un progetto finalizzato al miglioramento della sicurezza sul lavoro. Nel dettaglio, il finanziamento a fondo perduto avrà un importo pari al 65% del valore dell’investimento, per un massimo di 130mila euro.

Il bando è sviluppato in tre parti in modo da garantire il finanziamento a fondo perduto per ciascun tipo di intervento:

  • primo asse: fondi per progetti indirizzati a mettere in campo modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
  • secondo asse: bonifica di aree produttive e dei luoghi di lavoro dalla presenza dell’amianto;
  • terzo asse: fondi per piccole medie imprese attive in alcuni settori specifici, come mense e ristoranti.

I finanziamenti possono essere richiesti per finanziare progetti di diverso tipo, purché rispettino una delle seguenti finalità:

  • sicurezza e salute;
  • ristrutturazioni, acquisto di macchinari e miglioramento degli impianti per migliorare la qualità degli ambienti di lavoro;
  • bonifica da materiali nocivi;
  • adozione di modelli di responsabilità sociale e modelli organizzativi.

Quindi grazie ai finanziamenti a fondo perduto INAIL per le aziende sarà più semplice, e soprattutto economico, adeguare gli ambienti di lavoro alle normative vigenti sulla sicurezza.

Bando INAIL-ISI per la sicurezza sul lavoro: come fare domanda

Le operazioni per l’invio delle domande per il bando INAIL-ISI avranno inizio il 19 aprile 2017, mentre ci sarà tempo fino alle 18:00 del 5 giugno 2017. Per richiedere i finanziamenti bisognerà inviare la domanda per via telematica, seguendo queste indicazioni:

  • andare sul sito dell’INAIL;
  • cliccare su “Accedi ai servizi online”;
  • compilare la domanda utilizzando il form messo a disposizione per le imprese;
  • scaricare il codice identificativo generato insieme alla domanda.

Le graduatorie saranno pubblicate al termine della fase di valutazione delle domande pervenute.

Entro 30 giorni dalla pubblicazione della graduatoria bisognerà presentarsi presso gli uffici dell’INAIL presentando la documentazione richiesta e il codice identificativo rilasciato al momento del rilascio del codice identificativo.

Per i progetti con un investimento superiore a 30mila euro, è possibile richiedere un versamento in anticipo del finanziamento.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Sicurezza lavoro (Normativa e Testo Unico sulla sicurezza)

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.