Etna, eruzione in corso e voli sospesi: cosa succede?

Marco Ciotola

16 Febbraio 2021 - 20:19

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Enormi nuvole di fumo e lesioni alla bocca del cratere, con l’aeroporto di Catania che sospende tutti i voli: l’Etna spaventa il Sud

Etna, eruzione in corso e voli sospesi: cosa succede?

Eruzione in corso dell’Etna, che sta registrando una forte attività esplosiva dal cratere di Sud-est. Attività che sta causando enormi nuvole di fumo causate dalla cenere, oltre al cosiddetto “trabocco lavico”.

Al punto che l’aeroporto di Catania è stato costretto a sospendere tutti i voli, di fronte a una colonna di fumo visibile da oltre cento chilometri.

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha segnalato un incremento dell’attività esplosiva alle 16.10 odierne, poi concretizzatasi presto in quella che ha definito “emissione lavica lungo la parete occidentale della Valle del Bove”.

Ma per l’Osservatorio etneo, già ieri si era registrata una sospetta attività esplosiva spingendo a un monitoraggio più attento.

Etna, eruzione in corso e voli sospesi: cosa succede?

Pur non interessando per adesso nessun area abitata, il fenomeno - tuttora in corso - preoccupa innanzitutto per il forte impatto visivo, con l’enorme nube di fumo visibile a centinaia chilometri di distanza.

Ma, al di là delle impressioni, a far temere di più gli esperti sono diverse crepe rilevate alla bocca del cratere, sotto osservazione per valutarne la pericolosità e i possibili impatti.

Si tratta quindi una vicenda che mette inevitabilmente in allarme la Regione, con l’aeroporto internazionale di Catania che ha dovuto sospendere tutti i voli.

Il Cratere di Sud-Est è quello più giovane, originatosi intorno al 2007, ed è anche quello che negli ultimi 13 anni ha registrato il maggior volume di attività, con eruzioni e parossismi che si sono susseguiti nel tempo.

L’ultimo fenomeno degno di nota si era verificato a dicembre del 2018, quando una combinazione di eruzione e terremoto aveva scosso l’intera Sicilia e anche in quel caso costretto l’aeroporto di Catania a sospendere i voli.

Argomenti

# Italia

Iscriviti alla newsletter

Money Stories