Effetto green pass, ecco il vero impatto dell’obbligo sulle vaccinazioni

Stefano Rizzuti

21/10/2021

21/10/2021 - 17:20

condividi

L’effetto green pass sulle vaccinazioni c’è stato davvero? Sono realmente aumentate le prime dosi con l’introduzione dell’obbligo di certificazione verde sui luoghi di lavoro?

Effetto green pass, ecco il vero impatto dell'obbligo sulle vaccinazioni

Il primo obiettivo del governo con l’introduzione del green pass è sempre stato quello di far aumentare le vaccinazioni. E, di conseguenza, offrire maggiori garanzie dal punto di vista della salute a tutti gli italiani. Lo stesso spirito ha guidato l’esecutivo nell’introduzione dell’obbligo di certificazione verde per accedere a tutti i luoghi di lavoro, scattato dal 15 ottobre.

Ma l’obiettivo è stato raggiunto? C’è davvero stato il tanto discusso effetto green pass? Se sull’aumento dei tamponi e, di conseguenza, delle garanzie per tutti, l’effetto c’è stato senza dubbio con un netto incremento dei test dal 15 ottobre, diverso sembra il discorso per le nuove vaccinazioni.

Proviamo a capire, elaborando i dati messi a disposizione in maniera disaggregata dal governo, quante sono state le persone che hanno deciso di ricevere la prima dose del vaccino anti-Covid in questo periodo. Per farlo il confronto deve partire da una data, quella del 16 settembre: quel giorno il governo ha ufficializzato l’obbligo di green pass in tutte le sedi di lavoro creando così un vero e proprio spartiacque.

Le vaccinazioni prima e dopo l’obbligo di green pass

Partiamo da un dato secco: quante sono state le dosi somministrate prima e dopo l’obbligo di green pass? Dal 19 settembre al 19 ottobre, quindi dopo l’annuncio di Draghi, le prime dosi somministrate sono state 1.907.571 e le seconde dosi 2.832.567. Le dosi somministrate per pregressa infezione sono state 149.677.

Prendendo i dati del mese precedente - dal 19 agosto al 18 settembre, per lo stesso numero di giorni totali - le prime dosi sono state molto di più: 2.806.282. Le seconde dosi somministrate sono state 4.558.824 e quelle per pregressa infezione 254.190. Di fatto nel mese successivo all’annuncio del decreto green pass le vaccinazioni non sono aumentate e non sono aumentate neanche le prime dosi.

Va comunque sottolineato che dopo l’estate la platea di persone da vaccinare è scesa numericamente e il calo delle somministrazioni è almeno in parte fisiologico. Inoltre questa e altre variabili rendono impossibile capire se ci sia stato o meno un vero effetto green pass. Ma questi primi numeri sembrano dire che l’impatto è stato più ridotto di quel che si pensi.

Le prime dosi somministrate per fasce d’età

Altro aspetto da analizzare è quello delle prime dosi somministrate per fascia d’età. Il primo periodo da considerare è quello che va dal 19 agosto al 18 settembre, ecco le nuove vaccinazioni effettuate:

  • Over 90: 5.349
  • 80-89 anni: 25.672
  • 70-79 anni: 72.283
  • 60-69 anni: 151.793
  • 50-59 anni: 327.936
  • 40-49 anni: 447.364
  • 30-39 anni: 500.868
  • 20-29 anni: 475.033
  • 12-19 anni: 799.984

In tutte le fasce d’età i dati sulle prime vaccinazioni dal 19 settembre al 19 ottobre sono invece inferiori:

  • Over 90: 4.551
  • 80-89 anni: 19.957
  • 70-79 anni: 44.934
  • 60-69 anni: 123.056
  • 50-59 anni: 320.475
  • 40-49 anni: 403.827
  • 30-39 anni: 428.876
  • 20-29 anni: 358.366
  • 12-19 anni: 203.529
Nuove vaccinazioni per fascia d'età Nuove vaccinazioni per fascia d’età Elaborazione Money.it

C’è però un altro elemento su cui concentrarsi. La diminuzione delle prime dosi riguarda soprattutto alcune fasce d’età, ovvero quelle che sembrano meno coinvolte nel mondo del lavoro. La fascia d’età in cui registra un calo maggiore è quella dai 12 ai 19 anni, seguita dai 70enni.

Il calo di nuove vaccinazioni è nettamente inferiore in alcune categorie in età di lavoro: è minimo tra i 50enni ma è più basso rispetto alla media anche tra 40enni, 30enni e 60enni (che in parte sono ancora lavoratori). Si può quindi desumere che un effetto green pass obbligatorio, per quanto non elevato, ci sia stato considerando che tra le persone in età lavorative il calo delle vaccinazioni è stato minore.

Le prime dosi somministrate per settimana

Un altro dato che si può analizzare è quello delle prime dosi somministrate settimana per settimana, facendo partire la valutazione dal 17 agosto e arrivando al 19 ottobre. Ecco le cifre delle nuove vaccinazioni in queste settimane:

  • 17-24 agosto: 878.232
  • 24-31 agosto: 895.809
  • 31 agosto-7 settembre: 806.821
  • 7-14 settembre: 566.991
  • 14-21 settembre: 540.323
  • 21-28 settembre: 624.148
  • 28 settembre - 5 ottobre: 487.376
  • 5-12 ottobre: 412.453
  • 12-19 ottobre: 441.067

Il trend, come mostra anche il grafico, è chiaro: le nuove vaccinazioni sono scese da settembre. Un dato dovuto probabilmente al fatto che la platea da vaccinare è sempre minore e molte meno persone intenzionate a vaccinarsi erano fino a quel momento rimaste escluse dalle somministrazioni.

Trend delle prime dosi somministrate per settimana Trend delle prime dosi somministrate per settimana Elaborazione Money.it

L’annuncio dell’obbligo di green pass ha in effetti portato un nuovo aumento delle prime dosi nei giorni successivi all’arrivo del decreto: si può infatti vedere un incremento delle nuove vaccinazioni nella settimana dal 21 al 28 settembre. Si torna poi a scendere con un nuovo aumento - almeno rispetto alla settimana precedente - solamente nei giorni in cui l’obbligo di certificazione verde al lavoro è entrata in vigore, ovvero il 15 ottobre.

C’è davvero stato l’effetto green pass sulle vaccinazioni?

Trarre dalle conclusioni da questi dati è difficile perché le variabili da considerare sono tanti e non sempre quantificabili numericamente. Il calo delle nuove vaccinazioni è inevitabile con la crescita della fetta di popolazione immunizzata. Allo stesso tempo probabilmente ci si attendeva un aumento delle prime dosi con l’annuncio del green pass obbligatorio.

Incremento che invece non c’è stato. Tranne che nelle due settimane in cui prima l’annuncio e poi l’entrata in vigore dell’obbligo di certificazione verde sul lavoro hanno portato un effettivo aumento delle vaccinazioni rispetto alla settimana precedente. Ultimo elemento: la diminuzione minore di prime dosi si registra comunque nelle fasce d’età in cui certamente ci sono più persone in età di lavoro.

Iscriviti a Money.it