Visite mediche: quali è possibile detrarre?

Detrazione visite mediche 2018: vediamo quali sono quelle che possono essere inserite nel modello 730/2018 per beneficiare del rimborso Irpef.

Visite mediche: quali è possibile detrarre?

Detrazione visite mediche 2018: come noto, tra le spese che possono beneficiare della detrazione Irpef del 19%, rientrano anche le visite mediche che vengono effettuate da specialisti.

Per questo tipo di prestazioni infatti possibile portare in detrazione dall’Irpef il 19% delle spese sostenute nel 2017 per la parte eccedente l’importo di 129,11 euro.

Per beneficiare della detrazione basterà riportare nel modello 730/2018 le spese sostenute e conservare alcuni documenti che, in caso di verifica, attestino l’effettivo sostenimento della spesa da parte del contribuente.

Vediamo di seguito quali sono le visite mediche che possono essere inserite nella dichiarazione dei redditi e quali documenti nel dettaglio è necessario conservare per beneficiare della detrazione.

Detrazione visite mediche 2018: quali indicare nel modello 73072018

I contribuenti che nel 2017 hanno sostenute delle spese per le visite mediche, effettuate presso medici specialisti, possono beneficiare del rimborso Irpef del 19% per importi di spesa superiori alla franchigia di 129,11 euro.

In particolare, la detrazione spetta le spese per visite mediche specialistiche, rese da un medico specialista nell’ambito della propria branca di specializzazione di:

  • allergologia,
  • anestesiologia e terapia antalgica;
  • audiometria;
  • cardiologia;
  • chirurgia vascolare;
  • dermatologia;
  • diabetologia;
  • ematologia;
  • endocrinologia;
  • fisiatra;
  • flebologia;
  • gastroenterologia;
  • medicina interna;
  • nefrologia;
  • neurologia;
  • oculistica;
  • ginecologia;
  • otorinolaringoiatria;
  • pediatria;
  • pneumologia;
  • reumatologia;
  • urologia.

Possono esser detratte anche le visite mediche rese dallo psicologo e dal psicoterapeuta, dal medico legale e dal biologo nutrizionista.

Per beneficiare della detrazione Irpef del 19% bisognerà inserire le suddette spese nel modello 730/2018 ed in particolare nel Quadro E rigo E1.

Bisogna specificare che se le spese sostenute nel 2017 superano complessivamente i 15.493,71 euro la detrazione può essere ripartita in quattro quote annuali costanti e di pari importo.

I documenti da conservare per beneficiare della detrazione

Oltre a dover inserire nella dichiarazione dei redditi le spese sostenute nel 2017 per le visite mediche rese da medici specialisti, per beneficiare della detrazione Irpef del 19% sarà necessario conservare alcuni documenti che attestino l’effettivo sostenimento della spesa da parte del contribuente.

In particolare bisognerà presentare e conservare la ricevuta fiscale o la fattura rilasciata dallo specialista, dall’ospedale o dal centro sanitario che ha effettuato la prestazione.

Nel caso in cui la prestazione è resa nell’ambito del Servizio sanitario nazionale sarà necessario conservare la ricevuta relativa al ticket sanitario.

Se siete interessati all’argomento potete leggere la guida completa relativa alle spese mediche detraibili nel 2018.

Iscriviti alla newsletter "Fisco" per ricevere le news su Detrazioni fiscali

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.