DdL Concorrenza, testo in vigore: tutte le novità per farmacie, professionisti e consumatori

DdL Concorrenza 2017, entra in vigore oggi 29 agosto 2017 il testo della legge con numerose novità per consumatori su assicurazioni, energia, telemarketing e telefonia, per i professionisti e per le farmacie. Ecco cosa bisogna sapere.

DdL Concorrenza, testo in vigore: tutte le novità per farmacie, professionisti e consumatori

DdL concorrenza, entra in vigore il 29 agosto 2017 il testo della legge annuale che promette di semplificare il mercato. La legge, approvata con voto di fiducia al Senato il 2 agosto 2017 introduce importanti novità: farmacie, professionisti, assicurazioni Rc auto, telefonia, telemarketing e molto altro ancora.

L’iter del DdL concorrenza è stato tutt’altro che lineare: approvato dal Governo nell’aprile del 2015, rimasto fermo per circa due anni e licenziato in via definitiva dal Senato con voto di fiducia, e con non poche polemiche, soltanto nell’agosto 2017.

Vediamo di seguito quali sono le principali novità introdotte dal DdL concorrenza con la sua entrata in vigore il 29 agosto 2017 per professionisti e consumatori.

In vigore il DdL concorrenza: una sintesi delle principali novità

Le principali novità entrate in vigore dal 29 agosto con il DdL concorrenza riguardano senza dubbi i professionisti: avvocati, notai, ingegneri ma non solo. Per tutta la categoria viene introdotto l’obbligo di preventivo, che dovrà essere scritto e dettagliato.

Per la prima volta le farmacie aprono alle società di capitali, con il rischio paventato da molti che la tutela della salute pubblica passi in secondo piano rispetto alla logica di monetizzazione tipica del mercato.

Novità che toccheranno direttamente anche i consumatori, con nuove regole sul tacito rinnovo delle assicurazioni del ramo danni e il bonus per gli automobilisti virtuosi e per chi installa la scatola nera. Non solo: obbligo di trasparenza per le compagnie telefoniche e servizi a pagamento televisivi sui costi di rescissione del contratto.

Viene inoltre abolito l’obbligo di parity rate per gli alberghi, i quali potranno praticare anche prezzi più convenienti rispetto a quelli praticati dai portali come Booking.

Le novità introdotte dal DdL concorrenza approvato in via definitiva il 2 agosto 2017 ed in vigore a partire dal 29 agosto 2017 sono molte: di seguito il testo definitivo della legge e l’elenco dettagliato di cosa cambia per professionisti e consumatori.

DdL Concorrenza approvato al Senato: ecco testo e novità introdotte dalla legge per i professionisti

Il DdL concorrenza ha introdotto importanti novità per i professionisti e soprattutto per farmacie, avvocati, notai e albergatori. Arriva, inoltre, una prima indicazione sulla regolamentazione di Uber, il servizio di trasporto automobilistico privato che minaccia di intaccare il monopolio dei tassisti e per il quale da tempo si chiedevano regole certe.

Ecco il testo del DdL concorrenza approvato al Senato in vigore a partire dal 29 agosto 2017:

Testo DdL Concorrenza 2017
Scarica il testo definitivo del DdL concorrenza 2017 approvato il 2 agosto 2017 in Senato

Di seguito l’elenco di tutte le novità introdotte con il DdL concorrenza e ora ufficialmente in vigore:

1. Farmacie: una svolta storica, perché con l’approvazione del DdL concorrenza per la prima volta viene consentito alle società di capitali di gestirle. Le società di capitali potranno controllare le farmacie non superando il tetto del 20% su base regionale. Fino ad oggi le farmacie potevano essere gestite soltanto da farmacisti, a livello individuale o in società tra iscritti all’albo.

In un’approfondimento specifico abbiamo affrontato per punti tutte le novità per le farmacie.

2. Avvocati e Notai: potranno esercitare la professione forense in forma societaria le società di persone, capitali o cooperative iscritte nella sezione speciale dell’albo tenuto dall’ordine territoriale in cui ha sede la società; almeno due terzi del capitale sociale dovrà essere detenuto da soci avvocati iscritti all’albo. Aumenta il numero di notai, che potranno essere uno ogni cinquemila abitanti mentre fino ad oggi la legge prevedeva un notaio ogni settemila abitanti.

Per tutti i dettagli leggi la guida alle novità introdotte dalla legge sulla concorrenza per avvocati e notai.

3. Albergatori: cancellato l’obbligo di parity rate che, fino ad oggi, impediva agli alberghi di offrire tramite i propri canali di comunicazione, offerte con condizioni più vantaggiose rispetto a quelle previste sui portali di prenotazione online, come Booking. Per Federalberghi “I primi a beneficiare di questa importante novità saranno i consumatori. Non tutti lo sanno ma quando un portale promette il miglior prezzo, in realtà sta dicendo che ha proibito al sito internet dell’albergo di offrire al cliente un prezzo più conveniente”.

Leggi quali saranno tutti i vantaggi per il settore turismo.

4. Uber, inizia la strada della regolamentazione, che dovrà arrivare ad una conclusione entro un anno dall’entrata in vigore del DdL concorrenza, con la pubblicazione di un decreto legislativo che disciplini le regole per gli autoservizi pubblici non di linea, come appunto Uber e gli Ncc.

5. Dentisti: l’esercizio dell’attività odontoiatrica è consentito esclusivamente a soggetti in possesso dei titoli abilitanti, che prestano la propria attività come liberi professionisti. L’esercizio dell’attività odontoiatrica è consentito alle società operanti nel settore odontoiatrico le cui strutture siano dotate di un direttore sanitario iscritto all’albo degli odontoiatri e all’interno delle quali le prestazioni siano erogate dai soggetti in possesso dei titoli abilitanti.

Per maggiori dettagli leggi l’approfondimento dedicato.

6. Professionisti, preventivi obbligatori a partire dal 29 agosto 2017, nei quali avvocati, ingegneri, commercialisti e via di seguito. Non soltanto dovrà essere concordata preventivamente la parcella per lo svolgimento della prestazione professionale, ma dovranno essere indicate una serie ulteriore di informazioni, quali titoli di studio e specializzazione, difficoltà della prestazione professionale e dettaglio completo delle voci di spesa.

Leggi di più nell’articolo: Avvocati e professionisti: il preventivo scritto è obbligatorio, ecco quali errori non commettere

DdL Concorrenza approvato al Senato: le novità per i consumatori. Rc auto, telemarketing, energia elettrica e telefonia

Le novità ora in vigore riguardano non soltanto i professionisti ma anche e soprattutto in maniera diretta, i consumatori. Il DdL concorrenza introduce importanti misure per quanto riguarda Rc auto e assicurazioni, telemarketing, obblighi di trasparenza delle compagnie telefoniche. Cerchiamo di capirci di più:

1. Rc auto: il DdL concorrenza introduce sconti sull’assicurazione per i contribuenti che installano la scatola nera nella propria auto, con la possibilità di collocazione in auto di un dispositivo che impedisce l’accensione del motore al conducente che ha superato i limiti alcolemici. Il Governo dovrà emanare un apposito decreto entro un anno. Inoltre, per i più virtuosi alla guida che risiedono in zone ad alto tasso di incidenti sono previste tariffe più convenienti.

Scopri quali sono tutte le novità del settore assicurazione e quali sono gli sconti previsti.

2. Telemarketing e call center dei servizi bancari: importanti novità sia sul piano promozionale che sul fronte dei call center dei servizi bancari dediti all’assistenza dei consumatori. Per quanto riguarda le attività di telemarketing, i call center non saranno più obbligati a dichiarare chi è soggetto per il quale avviene la chiamata, che si tratta di una telefonata a natura commerciale ed è abolito l’obbligo di proseguire la chiamata soltanto in presenza di assenso del destinatario. Per quanto riguarda i servizi di assistenza delle banche, il DdL concorrenza ha importo l’obbligo di non imporre tariffe superiori a quella ordinaria urbana.

Le novità del settore bancario riguardano anche i contratti di leasing immobiliare. Scopri di più.

3. Contratti telefonici e pay tv: costi di rescissione chiari, fin dalla stipula del contratto e sia che si tratti di abbonamenti di telefonia che di televisioni a pagamento. Diventa obbligatorio informare i clienti sulle spese necessarie per cambiare operatore e le operazioni dovranno poter essere svolte anche in via telematica. I contratti non potranno inoltre essere superiori ai 24 mesi.

Leggi di più: Offerte telefoniche, internet e pay TV: cosa cambia con il Ddl Concorrenza

4. Luce e gas, addio al mercato tutelato dal 1° luglio 2018 e possibilità di pagare a rate le bollette troppo elevate causate da ritardi o disguidi con il fornitore. Il DdL concorrenza approvato al Senato cancella l’asta delle forniture elettriche per gli utenti che non avranno scelto il nuovo operatore alla scadenza del mercato a maggior tutela.

Vuoi scoprire cosa cambia realmente? Leggi l’approfondimento dedicato al settore energia

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Ddl concorrenza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.