Dichiarazione precompilata 2022: calendario completo modello 730

Caterina Gastaldi

24 Maggio 2022 - 19:14

condividi

Ecco tutte le date per l’invio del modello 730/2022 da ricordare a partire dal 23 maggio 2022, primo giorno in cui si può accedere alla precompilata.

 Dichiarazione precompilata 2022: calendario completo modello 730

Il 23 maggio è la data che dà il via al calendario riguardante gli impegni relativi al modello 730, ovvero la dichiarazione dei redditi precompilata.

Oltre a questa data ce ne sono altre di cui tenere conto per poter inviare la dichiarazione senza incorrere in problemi ed evitare così eventuali errori. Di seguito ecco tutte le date riguardanti l’invio della dichiarazione dei redditi precompilata per il 2022.

Le date da ricordare per il modello 730 2022

Ecco le date importanti di cui tenere conto per l’invio del modello 730 2022:

  • 16 marzo 2022: sono stati ricevuti dai contribuenti, attraverso il sostituto d’imposta, la Certificazione Unica dei redditi percepiti e delle ritenute subite;
  • 23 maggio 2022: a partire da questo giorno si può visualizzare, attraverso la propria sezione personale del sito dell’Agenzia delle Entrate, il modello precompilato 730;
  • 31 maggio 2022: da questa data sarà possibile accettare la dichiarazione precompilata senza apportare modifiche e inviarla, oppure modificarla e inviarla. A partire dal 31 maggio si potrà anche utilizzare la compilazione assistita per gli oneri detraibili e deducibili da indicare nel quadro E;
  • 6 giugno 2022: a partire da questo momento si potranno fare tre diverse azioni:
    1. annullare l’invio di un modello 730 già mandato e presentare una nuova dichiarazione tramite l’applicazione web;
    2. inviare il modello Redditi correttivo al fine di correggere e sostituire il 730;
    3. inviare il modello Redditi aggiuntivo presentando il frontespizio e i quadri RM, RS, RT e RW;
  • 20 giugno 2022: questa data è l’ultima possibile per annullare l’invio di un modello 730 precedentemente presentato. Si ricorda che l’annullamento dell’invio può essere fatto una sola volta e che dopo sarà necessario mandare un nuovo modello 730;
  • 30 giugno 2022: scade il termine di versamento del saldo e del primo acconto per i contribuenti senza sostituto d’imposta con 730 o con modello Redditi;
  • 22 agosto 2022: segna il termine di consegna del saldo e del primo acconto, con maggiorazione dello 0,40%, per i contribuenti con 730 senza sostituto d’imposta o con modello Redditi;
  • 30 settembre 2022: è la data di scadenza per presentare il 730 precompilato all’Agenzia delle Entrate direttamente tramite l’applicazione web;
  • 10 ottobre 2022: termine ultimo per comunicare al proprio sostituto d’imposta di non voler effettuare il secondo o unico acconto dell’Irpef o di volerlo effettuare in misura inferiore rispetto a quella indicata nel modello 730-3;
  • 25 ottobre 2022: entro questa data si deve presentare al Caf, oppure a un professionista abilitato, il 730 integrativo. La presentazione di questo documento è possibile solo nel caso in cui l’integrazione comporta un maggiore credito, un minor debito o un’imposta invariata, utilizzando il codice 3 nella relativa casella “730 integrativo” presente nel frontespizio;
  • 10 novembre 2022: è la data ultima entro cui poter presentare il 730 integrativo (di tipo 2) direttamente tramite l’applicazione web all’Agenzia delle Entrate. Dopo questa data, si dovrà inviare il modello dei redditi. Inoltre, segna il termine ultimo per il Caf o per il professionista abilitato per verificare la conformità dei dati esposti nella dichiarazione dei redditi integrativa, comunicarla al sostituto, e trasmetterla in via telematica all’Agenzia delle Entrate;
  • 30 novembre 2022: è il termine ultimo per inviare il modello 730 correttivo e per versare il secondo o unico acconto per i contribuenti con 730 senza sostituto d’imposta, o con modello Redditi. Questa data è anche la scadenza per presentare il modello Redditi precompilato e Redditi aggiuntivo del 730 (frontespizio e quadri RM, RS, RT e RW);
  • 28 febbraio 2023: è l’ultimo giorno entro cui il Caf o il professionista abilitato può trasmettere in via telematica il modello Redditi tardivo (entro 90 giorni dalla scadenza originaria) all’Agenzia delle Entrate.

Cosa si può fare dalla propria sezione personale del 730

L’invio del modello precompilato può essere fatto anche senza fare modifiche, ma oltre a poter inviare o modificare il modello dalla propria sezione personale del portale dell’Agenzia delle Entrate ci sono altre azioni relative alla precompilata che si possono fare.

Nello specifico si può, dal 23 maggio, visualizzare e stampare il modello, si potrà poi modificare la precompilata, o accettarla e inviarla senza modifiche, versare le eventuali somme dovute attraverso F24 con addebito sul proprio conto, consultare l’elenco delle persone delegate per la compilazione e l’invio del proprio 730, se presenti, e indicare le coordinate bancarie o postali sul quale accreditare eventuali rimborsi.

Ricevuta del file di presentazione

Dopo aver inviato il proprio modello 730, entro cinque giorni dalla presentazione, l’Agenzia delle Entrate fornisce la ricevuta del file di presentazione.

All’interno di questo documento si troveranno:

  • la data in cui è stata presentata la dichiarazione;
  • un riepilogo dei principali dati contabili.

La ricevuta rende anche disponibili i risultati contabili delle dichiarazioni ai sostituti d’imposta che hanno comunicato la sede telematica dove ricevere il flusso contenente l’esito degli stessi.

Come accedere al modello 730

Per poter accedere al modello e inviare tutto rispettando le scadenze prefissate, è necessario essere in possesso di un account abilitato a entrare nella sezione personale del portale dell’Agenzia delle Entrate.

Occorre quindi essere in possesso alternativamente di:

  • codice Spid;
  • carta di identità elettronica (Cie);
  • carta nazionale dei servizi (Cns);
  • credenziali Fisconline, per i soggetti titolati ad averle;
  • credenziali Inps, solo per residenti all’estero con un documento di riconoscimento italiano.

Una volta effettuato l’accesso utilizzando una delle credenziali, si potrà visualizzare sia la dichiarazione precompilata, sia l’elenco riepilogativo dei dati inseriti nella dichiarazione, sia di quelli non inseriti dall’Agenzia perché non completi o incongruenti.

Iscriviti a Money.it