Dichiarazione dei redditi 2022: le novità nei modelli 730, 770, CU e IVA

Rosaria Imparato

15/01/2022

15/01/2022 - 15:39

condividi

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato i modelli definitivi della dichiarazione dei redditi 2022: vediamo le novità nei modelli 730, 770, Certificazione unica e dichiarazione IVA.

Dichiarazione dei redditi 2022: le novità nei modelli 730, 770, CU e IVA

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato le versione definitive delle dichiarazioni dei redditi 2022. I modelli sono stati approvati con il provvedimento del 14 gennaio.

Nello specifico, sono stati resi disponibili online i modelli 730, 770, della Certificazione Unica e della dichiarazione IVA, con le relative istruzioni per la compilazione.

Le dichiarazioni dei redditi raccolgono le novità sui bonus, detrazioni e crediti d’imposta entrati in vigore nel 2021, per esempio il bonus per l’acquisto della prima casa per gli under 36 e il superbonus 110% per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Vediamo di seguito le novità nei modelli delle dichiarazioni dei redditi 2022.

Modello 730/2022: le novità

Tante le novità nella dichiarazione dei redditi per lavoratori dipendenti e pensionati (ma non solo): il modello 730/2022 raccoglie bonus e aiuti erogati durante il 2021.

Nello specifico:

  • gli aumenti in busta paga, pari a 1.200 euro, per il trattamento integrativo (l’ex bonus Renzi) per i lavoratori dipendenti con redditi fino a 28.000 euro;
  • il bonus Renzi come detrazione decrescente per i lavoratori con redditi da dipendenti o assimilati da 28.000 a 40.000 euro.

Debutta il bonus musica, la detrazione per l’iscrizione e l’abbonamento di bambini e ragazzi tra i 5 e 18 anni a scuole di musica, conservatori e cori, bande e scuole di musica riconosciute, che spetta per un importo fino a 1.000 euro se il reddito complessivo non supera i 36.000 euro.

Altra novità del 2021 è il superbonus 110% per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Ampio spazio ai bonus casa: nel 730/2021 ci sarà spazio anche per il credito d’imposta per l’acquisto con IVA della prima casa, dedicato agli under 36 con un ISEE non superiore a 40.000 euro annui e il bonus per l’installazione di sistemi di filtraggio e miglioramento qualitativo delle acque destinate al consumo umano (per spese fino ad un importo massimo di 1.000 euro).

C’è sempre la possibilità, nel modello 730, di inserire gli eventuali residui del credito che non ha trovato capienza nell’imposta della precedente dichiarazione.

Le novità nel modello 770/2022

Nel modello 770 sono stati inseriti nuovi campi per la gestione del credito connesso all’erogazione del trattamento integrativo e per indicare l“’ID Arrangement”, relativo al meccanismo transfrontaliero, rilasciato da un’Amministrazione centrale di uno Stato membro dell’Unione Europea.

Per l’inserimento dei versamenti effettuati nell’anno 2021, a seguito della rateizzazione prevista per contrastare l’emergenza Covid-19, restano attivi nei prospetti riepilogativi gli speciali codici Covid-19 introdotti lo scorso anno.

Cosa c’è di nuovo nella Certificazione Unica 2022

I sostituti d’imposta e datori di lavoro dovranno inviare la Certificazione Unica 2022 all’Agenzia delle Entrate e ai lavoratori entro la scadenza del 16 marzo 2022.

Tra le novità:

  • l’aumento a 609,50 euro della riduzione dell’imposta a favore del personale dipendente del “comparto sicurezza”;
  • le nuove agevolazioni previste per il TFR in caso di cooperative costituite da lavoratori provenienti da aziende in difficoltà e per le prestazioni dei Fondi di solidarietà bilaterale del credito ordinario, cooperativo e della società Poste italiane Spa;
  • l’indicazione della liquidazione anticipata della Nuova assicurazione sociale per l’impiego (NASPI).

Dichiarazione IVA 2022: le novità

Infine, l’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile anche la dichiarazione IVA 2022.

La dichiarazione annuale IVA è stata aggiornata per accogliere le novità normative riguardanti l’applicazione dell’imposta nel 2021, tra cui:

  • le percentuali di compensazione applicate dagli agricoltori nell’ambito del regime speciale loro riservato;
  • le operazioni riguardanti beni e servizi necessari per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19;
  • le nuove regole per l’applicazione dell’Iva nell’e-commerce.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it