Covid, Ricciardi furioso: “Non ascoltati, ora terza ondata ci travolgerà”

Marco Ciotola

07/03/2021

08/03/2021 - 09:13

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Secondo il consigliere del ministro della Salute Walter Ricciardi l’Italia sta per essere travolta dalla terza ondata di covid.

Covid, Ricciardi furioso: “Non ascoltati, ora terza ondata ci travolgerà”

L’Italia? Sta per essere “travolta” dalla terza ondata di covid. La pensa così Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute che commenta l’aumento dei contagi e lo scenario pandemico nazionale degli ultimi giorni.

Lo fa non risparmiando una vera e propria stoccata all’esecutivo e alla politica del Belpaese in generale, parlando di un avvertimento che era già arrivato dal mondo medico-scientifico ma che “non è stato ascoltato”.

Dalle pagine di Avvenire, Ricciardi delinea quindi un peggioramento proprio sulla scia di questa sottovalutazione:

“Avevamo avvertito e non siamo stati ascoltati, e ora l’Italia si avvia a essere travolta da una terza ondata epidemica, resa più impetuosa dalla contagiosità delle varianti virali e dalla irresponsabile arrendevolezza di molti decisori politici, a livello sia nazionale sia locale”.

Covid, Ricciardi furioso: “Non ascoltati, ora terza ondata ci travolgerà”

Parole quelle di Ricciardi rivolte ai “decisori politici”, colpevoli di non aver ascoltato gli avvisi in arrivo dal mondo scientifico e aver proseguito con una linea di risposta al coronavirus non adeguata ai prevedibili aumenti dei contagi.

Le varianti hanno infatti complicato la situazione e portato a un’impennata di nuovi positivi negli ultimi giorni, verso una media superiore ai 20mila ogni 24 ore:

“I decisori politici, anziché anticipare il virus basando le decisioni e sull’evidenza scientifica, lo inseguono sulla base di fallaci opinioni o di pressioni di lobby di ogni tipo”.

Stoccata che collega alla situazione vaccini, con un chiaro riferimento a Matteo Salvini e alle sue pressioni per estendere e migliorare le negoziazioni e acquisire più dosi, tra cui l’ormai celebre e al contempo controverso Sputnik V:

“Naturalmente, molti di loro avrebbero saputo negoziare molto meglio della più brava negoziatrice dell’Unione Europea e avrebbero acquistato o prodotto milioni di dosi in pochi giorni per vaccinare tutti gli italiani [...] avrebbero immediatamente comprato milioni di dosi di Sputnik, il vaccino russo e perché no, anche di quello cinese, e a chi importa sapere dove e come vengono prodotti”.

Già qualche giorno fa Ricciardi aveva annunciato un piano per sconfiggere la Covid-19 in 40 giorni, che prevedeva un lockdown nazionale e una concentrazione soprattutto “sull’attacco in anticipo” delle cosiddette varianti, in grado di diffondersi molto rapidamente e colpire anche i più giovani.

Un piano che non è stato seguito e che ora - spiega il consigliere del ministro della Salute - porta la nazione a viaggiare spedita verso la terza ondata.

Argomenti

# Italia

Iscriviti alla newsletter

Money Stories