Coronavirus, chiudono più di 1.000 supermercati: ecco quali e quando

Coop annuncia la chiusura di 1.100 supermercati in Italia: serrande abbassate per due domeniche di fila. La decisione verrà rivalutata al termine di questo periodo.

Coronavirus, chiudono più di 1.000 supermercati: ecco quali e quando

Oltre 1.000 supermercati resteranno chiusi in tutta Italia le prossime due domeniche, 22 e 29 marzo, in pieno lock down per il coronavirus, per fermare il flusso maggiore di persone che fanno la spesa nel weekend. Lo ha annunciato Coop, che ha deciso la chiusura dei suoi punti vendita a seguito dell’istituzione del comitato di crisi nazionale e delle regole per lavorare in sicurezza.

Trascorso questo periodo di tempo, verrà rivalutata la situazione ed eventualmente esteso il provvedimento.

Coop, coronavirus: supermercati chiusi 22-29 marzo

La chiusura straordinaria durante le prossime domeniche ha una duplice valenza: da un lato vuole limitare il più possibile le uscite non necessarie di tutti i cittadini come previsto dalle indicazioni rilasciate nell’ultimo decreto dei ministri, dall’altro vuole tutelare i propri lavoratori limitandone il più possibile il contatto con i clienti e limitandone le possibilità di contrarre il coronavirus.

Con la chiusura domenicale Coop ha intenzione anche di bloccare il maggior flusso di clienti previsto nei giorni festivi, dilazionandolo durante tutti gli altri giorni feriali.

In una nota i vertici di Coop dichiarano:

“Così facendo contribuiamo a limitare le presenze per strada, diluendo gli acquisti delle famiglie durante i giorni feriali della settimana e impedendone la concentrazione durante la domenica. Contemporaneamente veniamo incontro alle necessità dei colleghi che operano nei punti vendita e che tanto stanno facendo per garantire un servizio essenziale alle persone. Sarà utile per avere una pausa in più, in grado di attenuare la tensione delle scorse settimane. La misura è ovviamente eccezionale e limitata”.

Coronavirus e supermercati: chiusure straordinarie e anticipate

Coop ha deciso di rendere la spesa un’attività sicura, non solo per i cittadini, ma anche per i suoi dipendenti. Per questo motivo, oltre alla chiusura straordinaria prevista per le prossime due domeniche, ha attuato altri protocolli al fine di garantire una maggior sicurezza di tutti in linea con il decreto “Io Resto a Casa”.

In più di 400 negozi appartenenti a Coop Alleanza 3.0, sparsi su tutto il territorio nazionale, da giovedì 19 marzo per 10 giorni, abbasseranno prima le loro serrande, alle ore 19:30, limitando quindi l’esposizione dei lavoratori al flusso di clienti.

La presidenza di Nova Coop negli scorsi giorni aveva già predisposto la chiusura dei banchi assistiti come la gastronomia, la pescheria, la macelleria e la panetteria al fine di evitare gli assembramenti di persone, indirizzandole verso i prodotti a libero servizio, ossia già pre confezionati. Questa decisione aveva anche come obiettivo quello di gestire in modo migliore le code, rendendo la spesa un’attività più sicura per tutti, evitando inoltre l’assembramento di più clienti in attesa davanti lo stesso banco assistito.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti per ricevere le news su Coronavirus

Argomenti:

Italia Coronavirus

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.