Coronavirus: la Cina ostacola le ricerche sui pipistrelli, possibile origine della pandemia

Mario D’Angelo

1 Gennaio 2021 - 13:52

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Campioni sequestrate, strade che conducono alle grotte dei pipistrelli bloccate a giornalisti e scienziati

Coronavirus: la Cina ostacola le ricerche sui pipistrelli, possibile origine della pandemia

Il governo cinese starebbe impedendo in vari modi le indagini sul nuovo coronavirus che ha provocato la morte di oltre 1,7 milioni di persone. È quanto emerge da un report dell’Associated Press. Nel sud della Cina, un’area di grande interesse scientifico (per via della presenza dei pipistrelli che ospitavano la forma più vicina al virus del Covid-19) è stata preclusa alle ricerche.

Mentre ostacola le ricerche, la Cina contribuisce a diffondere fake news. Il mese scorso i media statali hanno persino chiesto all’OMS di indagare su una possibile origine del virus in Lombardia.

Cina blocca ricerche su coronavirus

Grotte e miniere della provincia dello Yunnan sono il luogo in cui gli scienziati vorrebbero indagare l’evoluzione del nuovo coronavirus nei pipistrelli. Ma per ricercatori e giornalisti è sempre più difficile raccogliere informazioni, che potrebbero rafforzare lo sviluppo dei vaccini.

Tali prove, da un lato, annienterebbero del tutto la teoria del complotto secondo cui il coronavirus sarebbe stato creato in un laboratorio di Wuhan. Dall’altro confermerebbero le responsabilità della Cina. Si ritiene infatti che il coronavirus si sia originato nei pipistrelli e sia stato trasmesso organicamente a un essere umano in un mercato della carne dell’Hubei.

Come la Cina vuole controllare le ricerche sul coronavirus

Un team di ricerca sui pipistrelli è riuscito a prendere alcuni campioni, che però gli sono stati confiscati dalle autorità cinesi. A specialisti nei coronavirus viene impedito di parlare con la stampa. A fine novembre sono state bloccate le strade che conducono alle cave.

Il Governo di Pechino passa al vaglio tutte le ricerche scientifiche basate su prove raccolte all’interno delle grotte cinesi.

Giornalisti dell’Associated Press e della BBC hanno detto di aver incontrato posti di blocco e incontrato persone pagate per tenerli lontani dalle cave. L’AP ha aggiunto anche di essere stata seguita dai servizi di sicurezza.

La zona ha già dato origine ad altri coronavirus. Nel 2017, gli scienziati hanno identificato i pipistrelli responsabili dell’epidemia di SARS del 2003. Nel 2012 è stata trovata una variante del virus del Covid-19, con il quale condivide il 96% dei geni.

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories