Contributi a fondo perduto: la guida passo dopo passo per fare domanda online

Rosaria Imparato

30/03/2021

12/04/2021 - 14:11

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Domanda contributi a fondo perduto, di seguito la guida passo dopo passo alla compilazione dell’istanza online sul portale Fatture e Corrispettivi dell’Agenzia delle Entrate.

Contributi a fondo perduto: la guida passo dopo passo per fare domanda online

Domanda contributi a fondo perduto, di seguito la guida passo dopo passo per inoltrare l’istanza online all’Agenzia delle Entrate.

Dal 30 marzo è infatti possibile usare il portale Fatture e Corrispettivi dell’Agenzia delle Entrate per richiedere il contributo a fondo perduto del Dl Sostegni.

Vediamo quali sono tutti i passaggi da effettuare, dall’accesso al portale all’invio dell’istanza, che deve avvenire entro la scadenza del 28 maggio 2021.

Contributi a fondo perduto: la guida passo dopo passo per fare domanda online

Il primo passo per inoltrare la domanda per i contributi a fondo perduto del DL Sostegni è quello di accedere alla propria area riservata sul portale dell’Agenzia delle Entrate.

Le credenziali per accedere sono:

Dalla propria scrivania si può accedere al portale Fatture e Corrispettivi.

Ad attendere il richiedente (che sia uno dei professionisti beneficiari del contributo, il titolare di un’azienda o un intermediario abilitato) c’è un avviso che riguarda lo strumento di consultazione delle fatture elettroniche.

È il momento di accettare l’informativa sul trattamento dei dati personali:

La prima fase, quella di accesso, è completata: si può procedere alla compilazione dell’istanza.

A contrassegnare l’area dedicata ai contributi a fondo perduto del Dl Sostegni è il box verde: in questa sezione è possibile anche effettuare la rinuncia a un’istanza trasmessa. In ambedue i casi basta cliccare sul link apposito. Per inviare una nuova domanda bisogna quindi fare click su “Predisponi una nuova istanza”.

Domanda online contributi a fondo perduto: la guida passo dopo passo per la procedura. Accredito su conto corrente o credito d’imposta?

Anche la compilazione dell’istanza vera e propria si apre con l’informativa sul trattamento dei dati personali.

A questo punto siamo nel vivo della compilazione dell’istanza. Questo passaggio richiede la scelta della modalità di erogazione del contributo a fondo perduto:

  • accredito sul conto corrente (e quindi bisognerà fornire in seguito anche l’IBAN);
  • come credito d’imposta.

Nel nostro esempio procediamo alla richiesta scegliendo l’accredito sul conto corrente. Ricordiamo di fare molta attenzione in questo passaggio, visto che l’indicazione di un IBAN errato comporta l’impossibilità di erogare il contributo e quindi l’esclusione della domanda.

Guida alla domanda online per i contributi a fondo perduto: requisiti e riepilogo

Siamo arrivati a metà della procedura. Questo step prevede l’indicazione dei requisiti del richiedente che danno diritto al contributo a fondo perduto.

Bisogna dichiarare, spuntando l’apposita casella:

  • di essere un soggetto diverso da quelli esclusi dalla possibilità di chiedere il fondo perduto (indicati dal comma 2 articolo 1 del Dl Sostegni);
  • di aver attivato la partita IVA dopo il 31/12/2018.

Poi è necessario indicare, selezionando la riga corrispondente, i ricavi/compensi complessivi del 2019.

L’ultimo passaggio di questa schermata prevede l’indicazione dell’importo medio mensile del fatturato nel 2019 e nel 2020.

Cliccando su “Acquisisci i dati” si procede al riepilogo dell’istanza, con tutte le informazioni e i dati inseriti.

Tale riepilogo si può anche stampare, così da procedere a un controllo “cartaceo” della bozza prima dell’invio della domanda.

Invio domanda online per i contributi a fondo perduto: la procedura guidata

Siamo arrivati alla fase finale, quella dell’invio dell’istanza: una volta controllati i dati, si può cliccare sul pulsante blu “Invia istanza” .

Trasmessa la domanda all’Agenzia delle Entrate, si apre una schermata di riepilogo che conferma l’avvenuto invio dell’istanza. Bisogna guardare in basso: la striscia verde conferma che la richiesta è stata correttamente inviata, insieme al numero identificativo dell’istanza.

A questo punto il sistema genera un ulteriore riepilogo dell’istanza, con tutti i dati inseriti e i requisiti autocertificati, insieme al numero identificativo della domanda.

Si possono controllare gli invii effettuati navigando nella sezione dedicata ai contributi a fondo perduto, cliccando sull’apposito segmento “invii effettuati” .

Domanda contributo a fondo perduto: come controllare l’esito e quando arrivano i pagamenti

Per controllare l’esito dell’istanza inviata c’è un apposito segmento dell’area web dedicata ai contributi a fondo perduto, divisi per decreto.

Infine, i primi pagamenti dovrebbero arrivare già dopo Pasqua, quindi per l’8 aprile. Le erogazioni dei contributi a fondo perduto dovrebbero completarsi entro il 30 aprile.

Iscriviti alla newsletter