Concorso Scuola straordinario: bando solo per alcune Regioni, ecco perché

Concorso Scuola straordinario: solo il bando farà chiarezza su quali saranno le Regioni e le classi di concorso interessate dalla procedura.

Concorso Scuola straordinario: bando solo per alcune Regioni, ecco perché

Concorso scuola straordinario: c’è molta attesa per la pubblicazione del bando, prevista per i primi mesi del 2020. Sarà solo con il bando di concorso, infatti, che verrà fatta chiarezza sul numero di posti a disposizione (che dovrebbe aggirarsi intorno alle 24.000 unità) e sulla distribuzione degli stessi.

È importante ricordare, infatti, che il concorso scuola straordinario - al quale possono partecipare i docenti precari con tre anni di servizio nelle scuole (sarà riconosciuto anche l’anno in corso) - non sarà bandito per tutte le classi di concorso, né tantomeno per tutte le Regioni d’Italia.

Nel Decreto Scuola, nel quale vengono definiti i vari aspetti del concorso scuola straordinario (per la scuola secondaria di I e II grado), infatti, si legge chiaramente che la distribuzione dei posti verrà effettuata tenendo conto del fabbisogno previsto nei prossimi anni. Vediamo nel dettaglio cosa significa ciò e come si andrà a tradurre nei fatti.

Concorso scuola straordinario: bando solo in alcune Regioni

Il Decreto Scuola, di cui il testo è stato recentemente approvato dalla Camera dei Deputati, stabilisce che il concorso straordinario per la scuola secondaria sarà bandito solamente laddove si prevede che per i prossimi tre anni scolastici - quindi 2020-2021, 2021-2022 e 2022-2023 - ci saranno posti vacanti e disponibili.

Nel dettaglio, questa previsione riguarderà da vicino tanto le Regioni quanto le classi di concorso e le tipologie di posto. Quindi, non è detto che per una classe di concorso ci sarà posto in ogni Regione d’Italia, né tantomeno che nella Regione di riferimento ci saranno quote di posti riservati ad ogni classe di concorso esistente.

Bisognerà attendere il bando, dal momento che solo questo fornirà le informazioni che tutti stanno aspettando; solo in quell’occasione, infatti, la distribuzione dei posti verrà ufficializzata.

Quanto detto vale anche per coloro che si candideranno al concorso semplicemente ai fini del conseguimento dell’abilitazione: sarà possibile, farlo, infatti, solo nei posti per i quali si potrà concorrere per una cattedra di ruolo.

Concorso scuola straordinario: la partecipazione è limitata ad una Regione

A tal proposito ricordiamo che ciascun candidato, sia per il sostegno che per posti comuni, potrà partecipare alla procedura straordinaria indicando una sola Regione di impiego. Non si potrà quindi concorrere per due posti in Regioni differenti tra di loro.

Allo stesso tempo, come tra l’altro stabilito dalla disciplina generale (articolo 3, comma 5, del d.lgs 59/2017), nella stessa Regione ci si può candidare per una sola classe di concorso. Ricordiamo, inoltre, che per concorrere per un posto di ruolo è necessario, oltre ai tre anni di servizio, aver maturato almeno un anno nella classe di concorso per la quale si concorre.

Sarà invece possibile candidarsi contemporaneamente, sia per una classe di concorso differente che per la medesima - al concorso straordinario e a quello ordinario (i quali verranno banditi insieme).

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Concorsi pubblici

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.