Decreto Scuola: ecco il nuovo testo e le modifiche approvate in Parlamento

Decreto Scuola: ecco il nuovo testo e le modifiche approvate in Parlamento

Decreto Scuola: il 3 dicembre 2019 l’Assemblea della Camera ha concluso l’esame del D.L. n°126 del 29 ottobre apportando delle modifiche importanti rispetto a quelle già introdotte in sede referente.

Adesso, affinché il Decreto Scuola possa essere convertito in Legge, manca l’approvazione da parte del Senato, il quale già nei prossimi giorno inizierà l’esame del nuovo testo licenziato dalla Camera dei Deputati. Un provvedimento atteso dalla maggior parte del corpo docente, specialmente dagli insegnanti precari visto che nel Decreto si parla anche dei prossimi concorsi scuola (come quelli per docenti della scuola secondaria di I e II grado).

Spetterà al Senato valutare il testo ed apportare eventualmente delle ulteriori modifiche all’impianto originale; il tutto, ricordiamo, dovrà essere completato entro la scadenza del 29 dicembre.

In questo articolo andremo a vedere a grandi linee com’è cambiato il testo del Decreto Scuola elencando gli emendamenti approvati. Per approfondimenti potete invece scaricare il nuovo testo, o anche consultare la guida redatta dagli uffici preposti della Camera dei Deputati nella quale vengono spiegate a fondo tutte le novità del provvedimento.

Decreto Scuola: gli emendamenti approvati

Sono diversi gli emendamenti approvati, molti dei quali riguardano i requisiti per la partecipazione al prossimo concorso scuola; ci riferiamo non a quello ordinario, bensì allo straordinario che sarà riservato solo a coloro che pur non essendo abilitati possono vantare tre anni di servizio nelle scuole (di cui un anno nella classe di concorso nella quale si concorre).

Tra gli emendamenti approvati troviamo quelli che estendono la partecipazione a questo concorso ai docenti che hanno prestato servizio:

  • nei percorsi di istruzione e formazione professionale (IeFP) i quali possono prendere parte al concorso solo per il conseguimento dell’abilitazione (non concorrono, quindi, per il posto di ruolo;
  • nei progetti regionali;
  • anche nelle scuole private, ossia coloro che raggiungono i tre anni di anzianità solamente conteggiando gli anni di servizio prestati nelle paritarie. Anche questi potranno partecipare solo a fini abilitativi.

Inoltre, gli emendamenti modificano l’arco temporale entro il quale bisogna aver maturato l’esperienza necessaria per la partecipazione al concorso: nel dettaglio, verrà preso in considerazione il periodo che va dal 2008/2009 al 2019/2020 (sarà compreso, quindi, anche l’anno scolastico in corso).

Anche a coloro che stanno prendendo parte al IV ciclo di TFA Sostegno verrà data la possibilità di partecipare con riserva al concorso - per i posti appunto riguardanti il sostegno - fino all’acquisizione del titolo.

Sempre nell’ambito del sostegno è stato approvato l’emendamento che riconosce come valido, ai fini della partecipazione al concorso, il servizio svolto in assenza di specializzazione.

Riguardo agli insegnanti di ruolo, invece, viene data loro la possibilità di partecipare al concorso straordinario, pur senza aver prestato servizio nella classe di concorso richiesta, per soli fini abilitativi.

Decreto Scuola: resoconto e nuovo testo

Il nuovo testo adesso sarà esame del Senato il quale potrà decidere se votare altri emendamenti al provvedimento; ricordiamo che in tal caso il testo tornerebbe nuovamente alla Camera per la votazione finale.

Nel frattempo potete consultare il testo del provvedimento licenziato dalla Camera dei Deputati (pubblicato in anteprima da OrizzonteScuola.it), nel quale trovate (nella parte destra della tabella) tutti gli emendamenti approvati per ogni relativo articolo.

Testo Decreto Scuola (approvato dalla Camera dei Deputati)
Clicca qui per scaricare il testo del Decreto Scuola approvato dalla Camera dei Deputati contenente l’elenco di tutti gli emendamenti approvati.

Per spiegazioni ulteriori, invece, potete scaricare il documento riepilogativo elaborato dall’ufficio studi della Camera dei Deputati, dove trovate il resoconto di tutte le novità introdotte, al momento, dal provvedimento.

D.L. n°126 del 29 ottobre
Resoconto della Camera dei Deputati sul Decreto Scuola, con tutte le novità che verranno introdotte con l’approvazione del provvedimento.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories