Concorso Giustizia amministrativa: bando per 168 posti. Requisiti, prova e domanda

Teresa Maddonni

7 Luglio 2021 - 20:00

condividi

Per il concorso Giustizia amministrativa per funzionari destinati agli uffici per il processo è stato pubblicato il bando. Vediamo requisiti, come fare domanda e le prove con il relativo calendario.

Concorso Giustizia amministrativa: bando per 168 posti. Requisiti, prova e domanda

Concorso Giustizia amministrativa: pubblicato il bando per 168 posti per personale da destinare agli uffici per il processo.

Si tratta del primo dei concorsi pubblici previsti dal decreto Reclutamento (n.80 del 9 giugno 2021) per assunzioni con contratto a tempo determinato nelle pubbliche amministrazioni in attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Il bando in Gazzetta Ufficiale del 6 luglio determina i requisiti per partecipare al concorso Giustizia amministrativa per gli uffici per il processo e come fare domanda.

Il bando definisce anche le prove e le modalità di valutazione dei titoli fornendo già il calendario con le date delle selezioni che dovrà tuttavia essere confermato.

Per partecipare al concorso pubblico per gli uffici per il processo c’è tempo fino al 5 agosto 2021.

Concorso Giustizia amministrativa: bando per 168 posti

Il bando per il concorso Giustizia amministrativa è destinato a coprire 168 posti per assunzioni a tempo pieno e determinato.

Si tratta di diversi concorsi pubblici, per titoli e prova scritta, per reclutare nel totale 168 profili di personale non dirigenziale del primo scaglione del contingente da assumere a norma dell’art. 11, comma 1, del titolo II del decreto Reclutamento da assegnare agli uffici per il processo e questi sono così divisi:

  • 120 funzionari amministrativi, Area III, fascia retributiva F1 (cod. concorso «GA100»);
  • 7 funzionari informatici, Area III, fascia retributiva F1 (cod. concorso «GA200»);
  • 3 funzionari statistici, Area III, fascia retributiva F1 (cod. concorso «GA300»);
  • 38 assistenti informatici, Area II, fascia retributiva F2 (cod. concorso «GA400»).

I profili selezionati, secondo quanto specificato più dettagliatamente nel bando, andranno a prendere servizio presso gli uffici del Consiglio di Stato e dei Tribunali amministrativi di Lazio, Lombardia, Veneto, Campania e Sicilia.

Concorso Giustizia amministrativa: requisiti

Per partecipare ai concorsi pubblici presso la Giustizia amministrativa ed entrare a tempo determinato negli uffici per il processo è necessario averre determinati requisiti e nel dettaglio:

  • cittadinanza italiana o in alternativa la cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione europea;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • titolo di studio previsto per l’accesso alla posizione da ricoprire, come indicato all’art. 3 del bando per ciascun profil;
  • idoneità fisica alla mansione da svolgere;
  • qualità morali e condotta incensurabili;
  • posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva per i cittadini soggetti a tale obbligo; g) eta’ non inferiore agli anni 18.

Non possono accedere al concorso coloro che:

  • siano stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, oppure siano stati licenziati da altro impiego statale, ai sensi della vigente normativa contrattuale, per aver conseguito l’impiego mediante la produzione di documenti falsi e, comunque, con mezzi fraudolenti, oppure per aver sottoscritto il contratto individuale di lavoro a seguito della presentazione di documenti falsi.

Nel dettaglio, per quanto riguarda il titolo di studio, per ciascun profilo riportiamo le diverse tipologie stabilite dal bando.

Il candidato per la posizione di funzionario amministrativo codice di concorso «GA100» deve essere in possesso di uno dei seguenti titoli:

  • laurea di 1° livello (L-14 - Scienze dei servizi giuridici; L-16 - Scienze politiche; L-18 - Scienze dell’economia e della gestione aziendale; L-33 - Scienze economiche; L-36 - Scienze dell’amministrazione);
  • laurea magistrale (LMG/01 - Giurisprudenza; ii. LM-56 - Scienze dell’economia; LM-77 - Scienze economico-aziendali; LM-63 - Scienze delle pubbliche amministrazioni; LM-52 - Relazioni internazionali; LM-62 - Scienze della politica).

Per i titoli di studio relativi agli altri codici di concorso rimandiamo nel dettaglio al bando che riportiamo di seguito e in particolare all’articolo 3.

Concorso Giustizia amministrativa
Bando per 168 posti presso gli uffici per il processo. Requisiti, prova, calendario e domanda.

Concorso Giustizia amministrativa: prova

Il concorso per la Giustizia amministrativa, quindi i vari concorsi pubblici del bando in oggetto, si svolgeranno con una prova scritta e con la precedente valutazione dei titoli.

Il bando stabilisce che la valutazione dei titoli è espressa in trentesimi e chi consegue il punteggio minimo di 21/30 viene ammesso alla prova scritta in ordine di punteggio, fino al raggiungimento del numero pari a cinque volte i posti messi a concorso per ciascun profilo. La valutazione dei titoli va quindi a sostituire la prova preselettiva.

La prova scritta per il concorso Giustizia amministrativa consisterà in un elaborato con due risposte. Gli argomenti per ciascun profilo, e quindi per codice di concorso, li riportiamo di seguito:

  • funzionario amministrativo (cod. concorso «GA100»): diritto amministrativo sostanziale; diritto amministrativo processuale.
  • funzionario informatico (cod. concorso «GA200»): norme di riferimento in materia di e-government, dematerializzazione, cooperazione informatica e, più in generale, dei temi trattati dal Codice dell’amministrazione digitale; tecniche e metodologie orientate alla modellizzazione di processi, dati e architetture in ambito ICT; elementi di diritto amministrativo processuale, anche con riferimento al Processo amministrativo telematico);
  • funzionario statistico (cod. concorso «GA300»): metodi di analisi, presentazione e previsione delle tendenze fondamentali individuabili in grandi flussi di dati (Big data), con particolare riferimento alle principali tecnologie necessarie all’elaborazione degli stessi; elementi di diritto amministrativo processuale, anche con riferimento al Processo amministrativo telematico);
  • assistente informatico (cod. concorso «GA400»): elementi normativi sull’informatica nella pubblica amministrazione, tecniche e metodi di dematerializzazione e digitalizzazione dei processi; elementi di diritto amministrativo processuale.

Calendario prove

Nel bando per il concorso pubblico per la Giustizia amministrativa viene pubblicato già in anticipo, prima della scadenza per la domanda, il calendario delle prove.

La prova scritta si svolgerà secondo il seguente calendario:

  • lunedì 11 ottobre, dalle ore 8,00, per le procedure gestite dalla Commissione per gli Uffici del processo di Roma (Consiglio di Stato e Tribunale amministrativo regionale Lazio) e per le procedure gestite dalla medesima commissione e relative ai profili di funzionario informatico e funzionario statistico;
  • lunedì 11 ottobre, dalle ore 15,00, per la procedura gestita dalla Commissione per l’Ufficio del processo del Tribunale amministrativo regionale Lombardia, sede di Milano;
  • martedì 12 ottobre, dalle ore 8,00, per la procedura gestita dalla Commissione per l’Ufficio del processo del Tribunale amministrativo regionale Campania, sede di Napoli;
  • martedì 12 ottobre, dalle ore 15,00, per la procedura gestita dalla Commissione per l’Ufficio del processo del Tribunale amministrativo regionale Campania, sezione di Salerno;
  • mercoledì 13 ottobre, dalle ore 8,00, per la procedura gestita dalla Commissione per l’Ufficio del processo del Tribunale amministrativo regionale Sicilia, sede di Palermo;
  • mercoledì 13 ottobre, dalle ore 15,00, per la procedura gestita dalla Commissione per l’Ufficio del processo del Tribunale amministrativo regionale Sicilia, sezione di Catania;
  • giovedì 14 ottobre, dalle ore 8,00, per la procedura gestita dalla Commissione per l’Ufficio del processo del Tribunale amministrativo regionale Veneto.

Specifica il bando che il calendario delle prove sarà confermato tramite avviso pubblicato del 1° ottobre 2021 sul sito internet istituzionale della Giustizia amministrativa (clicca qui) nella sezione amministrazione trasparente. E aggiunge:

“Eventuali variazioni di giorni o di orari che potrebbero intervenire successivamente, anche alla luce dell’andamento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, saranno comunicate tramite pubblicazione sul sito internet istituzionale della Giustizia amministrativa dal giorno 2 ottobre 2021 sino al 10 ottobre 2021. Nello stesso comunicato saranno indicati il luogo e le modalità di espletamento della prova scritta anche tenendo conto dell’andamento dell’emergenza epidemiologica.”

Come fare domanda

Il bando specifica anche come fare domanda che deve essere inoltrata entro le ore 17.00 del 5 agosto 2021.

Ciascun candidato al concorso per la Giustizia amministrativa può presentare solo una domanda per un solo profilo e ufficio di quelli previsti dal bando.

La domanda può essere presentata esclusivamente in modalità telematica, compilando l’apposito modulo elettronico, attraverso il portale dei concorsi (clicca qui) raggiungibile dal sito istituzionale della Giustizia amministrativa.

La domanda può essere compilata e inviata previa registrazione allo stesso portale con il Sistema pubblico d’identità digitale (SPID) seguendo la procedura indicata.

Per la presentazione della domanda per il concorso Giustizia amministrativa i candidati devono essere in possesso anche di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) personale. Per maggiori dettagli è possibile consultare il bando.

Per la partecipazione al concorso deve essere effettuato il versamento del contributo di ammissione di 10,00 euro per le spese relative all’organizzazione e all’espletamento dello stesso (clicca qui per andare alla pagina dedicata sul sito della Giustizia amministrativa).

Iscriviti a Money.it