I comitati civici di Renzi antipasto del nuovo partito? Intanto la Bellanova infiamma la Leopolda

Terminata la nona edizione della Leopolda: Renzi lancia l’idea dei comitati civici in tutto il paese, forse per preparare un nuovo partito. Bellanova candidata al Congresso PD?

I comitati civici di Renzi antipasto del nuovo partito? Intanto la Bellanova infiamma la Leopolda

Ci si aspettava grandi novità dalla nona edizione della Leopolda, ma alla fine sono arrivati soltanto indizi su quello che ha in mente Matteo Renzi per il futuro. Dalla kermesse di Firenze ecco nascere l’idea dei comitati civici di resistenza civile, possibile incubatrice di quel nuovo partito dell’ex premier di cui tanto da tempo si vocifera.

Oltre al padrone di casa a infiammare la Leopolda è stata però Teresa Bellanova, con l’ex vice ministro e sottosegretario che a questo punto potrebbe essere la candidata dei renziani al Congresso del Partito Democratico, visto che sta perdendo quota la candidatura di Marco Minniti e quella di Matteo Richetti non entusiasma.

I comitati civici di Renzi

Nonostante la crisi del Partito Democratico la nona edizione della Leopolda, la tre giorni ideata da Matteo Renzi, è stata come sempre molto affollata. Quello che sembrerebbe non essere venuto meno è l’entusiasmo.

Nei mesi scorsi l’ora semplice senatore di Scandicci aveva annunciato grandi novità alla Leopolda. Dopo la scelta di dimettersi da segretario del PD e la decisione di non ripresentarsi al Congresso, in molti aspettavano con ansia di capire quelle che sarebbero state le mosse future dell’ex premier.

Chi quindi si aspettava di conoscere se sarebbe nato veramente questo nuovo partito di cui in molti parlano è rimasto deluso. Al tempo stesso, anche chi sperava almeno di sapere il nome del candidato renziano al Congresso del Partito Democratico è rimasto a bocca asciutta.

Matteo Renzi non ha scoperto ancora le sue carte, ma alla Leopolda si può dire che sono stati seminati degli indizi. La prima mossa è quindi l’annuncio della nascita di comitati civici in tutto il territorio italiano.

Un modo questo secondo alcuni analisti politici per uscire da Firenze e iniziare a radicarsi anche in tutte le città italiane. Con le elezioni europee che si terranno a maggio, questi comitati potrebbero essere l’avanguardia per un nuovo partito.

Al momento comunque non è in programma nessuna clamorosa scissione, tanto che tra le fila renziane in ottica del Congresso si continua a lavorare per individuare il candidato da opporre al governatore del Lazio Nicola Zingaretti, al momento grande favorito.

Tutti pazzi per la Bellanova

Oltre a Matteo Renzi, senza dubbio in questa Leopolda 2018 è stata Teresa Bellanova a infiammare la platea. Fin da quando è salita sul palco, l’intervento della senatrice pugliese è stato accompagnato da applausi e standing ovation.

Questi signori che stanno al governo - ha attaccato la Bellanova - non sono soltanto una manica di incapaci, ma di pericolosi distruttori di futuro perché ai problemi complessi non si possono dare risposte semplicistiche”.

Critiche al governo Lega-Movimento 5 Stelle ma stilettate anche alla minoranza dem. “Ora si costruisce la resistenza civile, non abbiamo da rinnegare nulla, altro che chiedere scusa” e giù applausi a non finire.

Teresa Bellanova quindi si conferma come una delle renziane più irriducibili. Il vigore dei suoi interventi da sempre la pongono come una delle pasionarie di quel corso che ha guidato il PD negli ultimi anni.

Adesso però c’è la sfida del Congresso dove non ci sarà l’ex sindaco di Firenze come candidato alla segreteria. Le titubanze di Marco Minniti sembrerebbe star facendo perdere quota a un suo investimento come candidato dei renziani.

A questo punto la figura che tornerebbe a essere in pole è proprio quella della Bellanova, con i comitati civici che potrebbero nascere proprio come cuore pulsante della candidatura della senatrice alla guida del Partito Democratico.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Matteo Renzi

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.