Colf e badanti, i contributi INPS si pagano con PagoPA: stop ai bollettini MAV

Colf e badanti, obbligo di PagoPA anche per i contributi dei lavoratori domestici. Addio ai bollettini MAV che dal 2020 saranno sostituiti dai nuovi avvisi di pagamento del circuito statale dei pagamenti.

Colf e badanti, i contributi INPS si pagano con PagoPA: stop ai bollettini MAV

Colf e badanti, contributi con PagoPA dal 2020: cambia la modalità di pagamento delle somme dovute all’INPS dai datori di lavoro domestico.

Non arriveranno più i bollettini MAV, ma gli avvisi di pagamento PagoPA, da presentare presso poste, banche ed altri punti vendita che hanno aderito al nuovo circuito per i versamenti verso la pubblica amministrazione.

Nonostante la proroga al 1° luglio 2020 dell’obbligo di PagoPA per tutti i pagamenti verso enti pubblici, l’INPS anticipa il passaggio al nuovo sistema con la sostituzione dei bollettini MAV. Restano invariate le scadenze da ricordare e la prima è fissata al 10 aprile 2020.

Colf e badanti, i contributi si pagano con PagoPA: stop ai bollettini MAV

Le famiglie che avevano scelto di ricevere i bollettini MAV presso il proprio domicilio dovranno familiarizzare con i nuovi avvisi di pagamento PagoPA.

I contributi INPS dovuti nel 2020 per colf e badanti dovranno essere versati mediante il nuovo sistema di pagamento elettronico realizzato per uniformare i pagamenti verso la pubblica amministrazione.

Come comunicato dall’INPS, i contributi di colf e badanti potranno essere pagati online, tramite il Portale dei Pagamenti, oppure nelle seguenti modalità alternative:

  • con avviso di pagamento pagoPA, presso i canali dei Prestatori di Servizio di Pagamento (PSP) aderenti:
  • agenzie della banca;
  • uffici postali;
  • home banking dei PSP;
  • sportelli ATM abilitati delle banche;
  • punti vendita SISAL, Lottomatica e Banca 5;
  • con avviso di pagamento pagoPA, presso i canali dei PSP che non hanno aderito direttamente alla convenzione pagoPA, tramite il circuito CBILL, utilizzando il codice interbancario AAQV6 assegnato a INPS.

Non cambierà molto per i datori di lavoro domestico. PagoPA non cambia le procedure da seguire ma punta a rendere uniformi le regole per i versamenti verso gli enti pubblici.

Contributi colf e badanti 2020, prima scadenza il 10 aprile

Se da un lato cambiano le modalità di pagamento, dall’altro restano invariate le scadenze da rispettare.

Il primo appuntamento con i contributi INPS di colf e badanti è fissato al 10 aprile 2020, scadenza per il versamento dell’importo dovuto per il primo trimestre.

I contributi di colf e badanti si pagano a cadenza trimestrale, entro i primi 10 giorni del mese successivo al trimestre di riferimento.

Nel dettaglio, le scadenze da rispettare - che saranno riportate negli avvisi di pagamento PagoPA inviati dall’INPS - sono le seguenti:

  • Primo trimestre 2020: 1-10 aprile;
  • Secondo trimestre 2020: 1-10 luglio;
  • Terzo trimestre 2020: 1-10 ottobre;
  • Quarto trimestre 2020: 1-10 gennaio 2021.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories