Colf, badanti e baby sitter costeranno di più alle famiglie: novità dal 1° ottobre

Colf, badanti e baby sitter costeranno da 10 a 118 euro in più al mese con i cambiamenti del nuovo CCNL in vigore dal 1° ottobre. Vediamo inoltre le novità per i lavoratori domestici e per le famiglie anche per il 2021.

Colf, badanti e baby sitter costeranno di più alle famiglie: novità dal 1° ottobre

Colf, badanti e baby sitter costeranno di più alle famiglie: dal 1° ottobre infatti entrerà in vigore il nuovo CCNL firmato lo scorso 8 settembre.

Due in particolare le categorie di lavoratori domestici che comporteranno un aumento delle spese per le famiglie: le baby sitter che seguono bimbi sotto i 6 anni e il collaboratore che assiste due persone anziane non autosufficienti.

Per queste due categorie infatti scatterà una nuova indennità di circa 100 euro al mese, che si aggiunge -ovviamente- alla retribuzione.

Colf, badanti e baby sitter costeranno di più alle famiglie: novità dal 1° ottobre 2020

Novità per le famiglie che si avvalgono di colf, badanti o baby sitter: dal 1° ottobre entra in vigore il nuovo contratto collettivo del settore. Il nuovo CCNL, firmato il 7 settembre, porterà un aumento dei costi in particolare per le famiglie che usufruiscono dei servizi di:

  • una baby sitter per bambini sotto i 6 anni;
  • un collaboratore domestico che assiste due persone anziane non autosufficienti.

Queste sono le due categorie che vedranno un aumento nei loro stipendi, e di conseguenza ci sarà una maggiorazione dei costi per chi le ha assunte.

Il nuovo CCNL infatti prevede una nuova indennità mensile pari a 115,76 euro per le baby sitter, e di 100 euro per le badanti di livello “C Super” e “D Super”, che si occupano di almeno due persone non autosufficienti.

Un’altra spesa a carico dei datori di lavoro sono i permessi retribuiti per frequentare i corsi di formazione professionale per ottenere il patentino di qualità dei lavoratori domestici.

I permessi retribuiti sono estesi a 64 ore all’anno se il corso di formazione è riconosciuto (o finanziato) dall’ente Ebincolf.

Colf, badanti e baby sitter: ulteriori costi per le famiglie dal 2021

Da gennaio 2021 ci saranno poi anche altri costi per le famiglie:

  • 12 euro al mese per i lavoratori conviventi inquadrati nel livello “B Super”. La cifra riparametrata per gli altri livelli;
  • i contributi alla Cassa Colf raddoppiano, passando da 0,03 euro a 0,06 euro: per due terzi sono a carico del datore di lavoro, e un terzo è a carico del lavoratore).

Per i contributi INPS del 2021 invece si attendono maggiori dettagli tramite messaggi o circolari dell’Istituto stesso.

Questi cambiamenti alla fine portano a un rincaro per le famiglie da 10 a 118 euro al mese. Tuttavia si tratta di novità che offrire maggiori tutele a colf, badanti e babysitter, rendendo conveniente seguire la strada della regolarità, sia per il lavoratore che per la famiglia, con l’obiettivo di arginare il fenomeno del lavoro nero.

La platea che beneficerà di questi cambiamenti è ampia: sono 848.987 i lavoratori domestici regolari censiti dall’Inps e 176.848 in fase di regolarizzazione con la sanatoria prevista dal decreto Rilancio. Secondo le ultime stime però c’è un altro milione dei lavoratori domestici che continua a lavorare in nero.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories