CCNL Poste italiane 2017, firmato l’accordo. Ecco gli aumenti di stipendio

CCNL Poste Italiane 2017: è stato siglato l’accordo con i sindacati per il rinnovo. Ecco le novità e l’aumento degli stipendi previsto.

CCNL Poste italiane 2017: è stato firmato l’accordo tra le Poste e organizzazioni sindacali per il rinnovo del contratto collettivo di lavoro per il personale non dirigente per il triennio 2016-2018.

Sono molte le novità previste dall’accordo tra cui l’aumento salariale di 103 euro medi al mese, la creazione di nuovi istituti di welfare aziendale e la promozione di alcune modifiche all’impianto del sistema delle relazioni industriali.

Vediamo tutte le novità apportate dall’accordo e qual è l’aumento previsto sugli stipendi dei dipendenti di Poste Italiane.

CCNL Poste italiane 2017: le novità dell’accordo

L’accordo siglato tra Poste italiane e le organizzazioni sindacali ha portato al rinnovo del contratto collettivo per 141 mila dipendenti.

È previsto un aumento salariale medio di 81,50 euro e il recupero degli arretrati con una tantum di 1.000 euro per il 2016 e il 2017 che i dipendenti riceveranno con lo stipendio di gennaio 2018.

Oltre a queste misure sono previsti anche un incremento della quota per il fondo previdenziale complementare e l’accesso ad un fondo sanitario dedicato, per un totale di 103 euro medio mensile pro capite.

Ccnl Poste italiane 2017: ecco gli aumenti sugli stipendi previsti dall’accordo

Pubblichiamo qui di seguito i calcoli delle quote costruite sulla scala parametrale di riferimento sui vari livelli d’impiego per i minimi salariali che vengono distribuiti in due tranche tra febbraio e ottobre 2018.

Minimi salariali:

  • A1: 108.07 (53,04+55,03)
  • A2: 98.12 (48,15+49,96)
  • B: 86.60 (42,55+44,14)
  • C: 81.50 (40,00+41,50)
  • D: 78.65 (38,63+40,07)
  • E: 72.15 (35,41+36,74)
  • F: 66.54 (32,66+33,88)

Pubblichiamo inoltre i dati relativi all’importo del recupero una tantum degli arretrati:

  • A1: 1325.98
  • A2: 1203.85
  • B: 1063.59
  • C: 1000
  • D: 964.97
  • E: 885.21
  • F: 816.39

Per ulteriori informazioni si invitano i lettori a consultare le tabelle, qui di seguito pubblicate, relative agli aumenti salariali mensili e al recupero degli arretrati.

Aumenti mensili tabellari
Ecco la tabella con i relativi aumenti salariali mensili.
Competenze contrattuali arretrate
Ecco la tabella relativa al recupero degli arretrati.

Le dichiarazioni dopo l’accordo

L’Amministratore delegato Matteo Del Fante in merito all’accordo tra Poste e sindacati sul rinnovo del CCNL ha affermato che:

L’intesa con le Organizzazioni sindacali è stata siglata al termine di una trattativa durata molti mesi nei quali abbiamo sempre riscontrato un clima costruttivo e responsabile tra le parti. Oggi il mercato pone importanti sfide a cui siamo chiamati a rispondere con uno sforzo di produttività e un impegno comune”.

Il segretario nazionale Slc Cgil, Nicola di Ceglie, esprime la sua piena soddisfazione dicendo:

A conclusione di un anno e mezzo di trattativa finalmente il contratto collettivo si può considerare ben concluso anche dal punto di vista normativo ed economico”.

Anche Walter De Candiziis segretario generale della Failp-Cisal ha spiegato che:

Il risultato raggiunto con la firma del nuovo Ccnl conferma che il patrimonio di relazioni industriali in Poste Italiane è fortemente improntato ai temi della solidarietà, della difesa salariale e dell’occupazione”.

Infine anche il segretario generale della UGL, Salvatore Muscarella, ha espresso la sua opinione in merito all’accordo dichiarando che:

Con viva soddisfazione possiamo annunciare ai lavoratori, che da tempo aspettano questo rinnovo, la conclusione del tavolo contrattuale con risultati tanto economici quanto normativi che riteniamo più che soddisfacenti”.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories