Cassa integrazione: cambia dal 2021 e sarà per pochi

La cassa integrazione dal 2021 cambia, non sarà per tutti e gratuita, ma sarà per pochi. A parlane di recente il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri.

Cassa integrazione: cambia dal 2021 e sarà per pochi

Cassa integrazione: cambia dal 2021 quando ci sarà lo stop all’ammortizzatore generalizzato e gratuito che abbiamo imparato a conoscere in questi mesi di emergenza sanitaria in ultimo con la proroga del CIG Covid nazionale del decreto Agosto.

La cassa integrazione dal 2021, con la scadenza delle 18 settimane prevista per il 31 dicembre 2020, sarà solo per pochi. A dirlo è stato il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri in un recente intervento.

Cassa integrazione: stop dal 2021 per tutti

Come cambia la cassa integrazione dal 2021 non è ancora chiaro, ma ci sarà lo stop a quella generalizzata e gratuita per tutti e lo ha detto il ministro dell’Economia Gualtieri intervenendo ad Assisi due giorni fa.

Come ha sottolineato il titolare del MEF, si tornerà alla cassa integrazione ordinaria, ma delle misure verranno messe in campo per aiutare i settori che sono maggiormente in difficoltà.

Il ministro ha infatti dichiarato:

“Escludo che ci sarà la cassa integrazione generalizzata e gratuita per tutti come quella del lockdown perché già ora la stiamo superando. Ci saranno la cassa standard e qualche elemento specifico per sostenere i settori più in difficoltà.”

Cassa integrazione: come sta cambiando

E se la cassa integrazione avrà lo stop nel 2021, non sappiamo ancora quali misure verranno messe in campo per le aziende in difficoltà. Come ha specificato il ministro Gualtieri la cassa integrazione già sta cambiando e quindi è vero, stiamo superando il trattamento generalizzato e gratuito per tutti.

Non a caso il decreto Agosto ha introdotto la cassa integrazione per 18 settimane, ma anche un esonero contributivo alle aziende che vi rinunciano per quattro mesi. Recente infatti la circolare INPS, la n.105/2020 con le prime indicazioni per richiedere l’incentivo.

Non solo, il decreto Agosto per le aziende che non prenderanno la cassa integrazione, ma che al contrario assumeranno, ha introdotto anche un bonus assunzioni. Si tratta di sgravi contributivi per chi assume a tempo indeterminato oltre al bonus per il Sud.

Per sapere come cambierà a partire dal 2021 nel dettaglio la cassa integrazione o meglio quali saranno le misure per i datori di lavoro in difficoltà toccherà attendere le decisioni del governo nei prossimi mesi.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO