Carta d’identità elettronica: come averla sul cellulare

Redazione Tecnologia

16 Maggio 2022 - 19:37

condividi

Introdotta per scopi di sicurezza, la carta d’identità elettronica è anche strumento di grande praticità: in pochi passi potrai utilizzarla sullo smartphone.

Carta d'identità elettronica: come averla sul cellulare

Sempre più cittadini in Italia si avvalgono della carta d’identità elettronica, fondamentale documento di riconoscimento che pone il nostro Paese a livello di altri in Europa e nel mondo, soprattutto in ambito sicurezza. Ma la sua introduzione è basilare anche sul fronte della praticità, e qui si inserisce uno dei suoi aspetti più utili per la cittadinanza: quello di averla a disposizione anche sul proprio telefono cellulare.

Carta d’identità elettronica: come averla sullo smartphone

Il vantaggio è evidente, a partire dal più concreto degli aspetti. Un documento di riconoscimento in formato digitale invece che cartaceo evita infatti la classica usura delle vecchie tessere (che spesso arrivavano a fine vita addirittura spezzate in due). Ma, soprattutto, ci tutela molto di più in caso di smarrimento. Infine permette un accesso ai servizi con un livello di immediatezza esponenzialmente maggiore. Ecco dunque in che modo è possibile dotarsi di carta d’identità elettronica sul cellulare.

Tanto per cominciare è indispensabile verificare se il proprio smartphone dispone della tecnologia NFC (Near Field Communication). Solo in questo caso, infatti, un telefono cellulare è in grado di supportare la carta d’identità in formato digitale. In presenza di tale tecnologia, quindi, si potrà cercare e scaricare negli store di applicazioni (sia per iPhone che per Android) la app CieID, sviluppata dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato.

È sicuro avere la carta di identità sullo smartphone?

Il livello di sicurezza dell’applicazione è altissimo, pertanto bisognerà superare vari passaggi prima che CieID verifichi che il documento inserito sia effettivamente il nostro.

I passaggi da seguire:

  • I’inserimento manuale dei dati della carta d’identità elettronica (di cui dobbiamo essere già fisicamente in possesso);
  • Cliccare su «Registra la tua carta»;
  • il sistema richiede l’inserimento del codice Pin di attivazione.

Esso si compone di 8 cifre. Le prime quattro sono reperibili tra i documenti consegnati al cittadino negli uffici dell’Anagrafe al momento della richiesta del nuovo documento. Le altre quattro, invece, si trovano in un documento allegato nella busta pervenuta a domicilio insieme alla carta d’identità stessa.

  • inserito il Pin, avvicinare il chip del documento al lettore NFC del telefono;
  • dopo la registrazione, sarà necessario memorizzare le sole ultime 4 cifre del codice.

A che cosa serve la carta d’identità elettronica

Un gran numero di uffici amministrativi hanno integrato il sistema di identificazione «Entra con CIE», che permette di accedere a servizi di varia natura tramite la carta d’identità elettronica. Se essa è correttamente installata sullo smartphone, sarà sufficiente aprire la app CieID e avvicinare la schermata al dispositivo di riconoscimento. In questo modo è possibile sbrigare in maniera più immediata ed efficace una lunga serie di incombenze con le Pubbliche Amministrazioni e più in generale con lo Stato. Il tutto a un costo di attivazione pari a un totale di 16,79 euro.

La validità della carta d’identità elettronica, infine, varia a seconda dell’età del suo titolare. Per i cittadini italiani di età inferiore a 3 anni, infatti, scade dopo tre anni, per coloro dall’età compresa tra i 3 e i 18 anni ha invece una validità di cinque anni. Per tutti i cittadini maggiorenni, infine, ha una scadenza della durata di dieci anni. Come postilla finale, ricordiamo che il telefono cellulare rappresenta un semplice strumento per la visualizzazione del nostro documento d’identità, ma non lo sostituisce.