Carta d’identità rotta o deteriorata: si può prendere l’aereo?

In aeroporto con carta d’identità usurata, rovinata oppure divisa a metà: che fare? Si può partire oppure è necessario un documento nuovo? Come comportarsi per evitare spiacevoli inconvenienti.

Carta d'identità rotta o deteriorata: si può prendere l'aereo?

Prima di un viaggio in aereo è buona norma controllare lo stato della carta d’identità; infatti anche se ancora valida perché non scaduta questa potrebbe essere rovinata, illeggibile o addirittura rotta a metà, cosa che può impedire la partenza in aereo.

Infatti una carta d’identità molto deteriorata non è ammessa come documento di viaggio e il personale di controllo in aeroporto o in aereo potrebbe negare l’imbarco. La cosa migliore da fare è procedere alla sostituzione del documento facendo richiesta all’Anagrafe del comune di residenza in largo anticipo. Ma cosa fare se non c’è abbastanza tempo?

Non tutto è perduto, in alcuni casi si può viaggiare con dei documenti alternativi (dipendente dalla destinazione del volo) o provare a rimediare con lo scotch. Ecco come comportarsi per salvare la vacanza e non perdere i soldi del volo.

Carta d’identità deteriorata prima del volo: duplicato all’Anagrafe

La carta d’identità in formato cartaceo è altamente deteriorabile e spesso con il passare degli anni - anche se ancora valida - si divide a metà o diventa illeggibile nelle sue parti essenziali. Quando questo accade è opportuno procedere alla sostituzione in quanto tale documento non sarà ammissibile ai fini dell’espatrio e per altre operazioni in cui è necessario verificare l’identità della persona (ad esempio votare). Foto, nome, cognome, data di nascita e residenza, devono essere chiari e il documento deve essere integro.

Se così non fosse bisogna contattare o andare di persona all’ufficio Anagrafe del comune di residenza e prenotare la data del rilascio di un nuovo documento di identità che si sostituisce a quello deteriorato. I tempi per il rilascio sono molto variabili e dipendono dal periodo e dal numero di abitanti del comune. In ogni caso è buona norma procedere con largo anticipo rispetto alla data del viaggio.

Il costo della sostituzione è di 16,79 euro, a cui si aggiungono i diritti di segreteria, per un totale di circa 22 euro.

Carta d’identità rotta o deteriorata: che fare se non hai tempo di sostituirla

Se non c’è abbastanza tempo per procedere al rilascio della nuova carta d’identità è possibile utilizzare altri documenti equipollenti. Quali sono?

In caso di volo nazionale in alternativa alla carta d’identità si può presentare in aeroporto uno di questi documenti:

  • patente di guida;
  • patente nautica;
  • il libretto di pensione;
  • il patentino di abilitazione alla conduzione di impianti termici;
  • il porto d’armi;
  • le tessere di riconoscimento munite di fotografia e di timbro rilasciate da una Pubblica amministrazione dello Stato.

Per i voli internazionali:

Servizio “Carta d’identità al volo” a Fiumicino

Se il volo parte dall’aeroporto di Fiumicino (Roma) esiste un’altra possibilità: dallo scorso anno è attivo lo sportello di “Carta d’identità al volo” per provvedere al rilascio di un nuovo documento in caso di carta d’identità scaduta, smarrita o deteriorata.

Il servizio è disponibile per coloro che devono partire entro 7 giorni al massimo ed è necessario presentare la carta deteriorata o la denuncia di smarrimento e 3 fototessere.

L’ufficio è aperto dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 15.30 e il sabato dalle 8.30 alle 12.30. Il rilascio delle carte d’identità avviene seguendo l’ordine delle partenze, quindi dando la precedenza alle tratte più imminenti.

Carta d’identità divisa in due, si può usare lo scotch?

Quando il tempo stringe e non è stato possibile rimediare in uno dei modi che abbiamo spiegato sopra vi è una soluzione in extremis: riparare la carta d’identità divisa a metà con lo scotch. Un tentativo disperato che vale la pena tentare se non ci sono altri modi di risolvere il problema.

Di regola a chi mostra una carta d’identità divisa (o quasi) l’imbarco viene negato, tuttavia potete sperare che il personale di controllo non si accorga della riparazione o sia disposto a chiudere un occhio.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO

1 voti

VOTA ORA