Carta famiglia 2020: cos’è, come funziona e come fare domanda

Carta della famiglia 2020: cos’è e come funziona? Dal 18 marzo si potrà fare domanda ed ottenere la card che consente di accedere a sconti ed agevolazioni. Tutte le regole da conoscere.

Carta famiglia 2020: cos'è, come funziona e come fare domanda

Carta della famiglia 2020, cos’è, come funziona e chi può richiederla?

Parte da mercoledì 18 marzo 2020 la possibilità per le famiglie numerose di richiedere la carta della famiglia, che consentirà di accedere a sconti ed agevolazioni.

La domanda potrà essere presentata online sul portale cartafamiglia.gov.it, dalle famiglie con almeno 3 figli conviventi e minori di 26 anni.

Sarà tutta telematica la procedura per poter fare domanda. Il rilascio della card digitale per le famiglie con figli di età inferiore ai 26 anni avverrà mediante la procedura che verrà messa a disposizione sul sito del Dipartimento per la Famiglia dal 18 marzo 2020.

Cos’è e come funziona la nuova agevolazione? Le regole alla base della misura sono state pubblicate in estate. La carta della famiglia consentirà di accedere a sconti sul prezzo di beni e servizi, dall’abbonamento ai mezzi pubblici fino alle spese di beni alimentari o abbigliamento.

La composizione del nucleo familiare è requisito fondamentale per poter fare domanda: la card sarà erogata soltanto alle famiglie con almeno 3 figli di età non superiore a 26 anni. Non sono previsti limiti ISEE.

L’emergenza coronavirus ha portato all’estensione della carta per la famiglia anche alle famiglie con un solo figlio. In tal caso si attendono le disposizioni attuative per fare domanda.

Analizziamo intanto come funziona la card e chi potrà richiederla dal 18 marzo 2020.

Carta famiglia al via da febbraio 2020: cos’è e come funziona

Non è del tutto una novità la carta per la famiglia, strumento introdotto dalla Legge di Bilancio nel 2016, e resa operativa soltanto nel 2018.

Allora la gestione della misura era affidata ai Comuni, ed è anche per via di un’organizzazione tutt’altro che ottimale da parte degli Enti Locali che la carta per la famiglia non ha “preso il volo”.

Nel piano delle misure volte ad aiutare le famiglie numerose, la scorsa Legge di Bilancio ha rinnovato l’agevolazione, eliminando tra l’altro il limite ISEE per fare domanda, fissato in precedenza a 30.000 euro.

Potrebbe interessarti anche -> Bonus famiglia 2020, novità e agevolazioni in Legge di Bilancio

È passato un anno dal rifinanziamento e dalle novità sulla carta famiglia e ora, dopo la predisposizione della piattaforma per poter fare domanda, è fissata al 18 marzo 2020 la data di partenza.

A differenza degli altri contributi, la carta per le famiglie numerose non prevede l’erogazione di un sussidio economico, ma consente di accedere a sconti ed agevolazioni sui prezzi di beni di consumo e servizi (tra cui gli abbonamenti a bus e metro o le bollette di luce, telefono e gas).

Carta solo per le famiglie con almeno 3 figli e fino a 26 anni di età: i requisiti

La possibilità di accedere alle agevolazioni presso gli esercizi che avranno aderito all’iniziativa sarà rivolta alle famiglie numerose, con almeno 3 figli di età non superiore a 26 anni.

Sono questi i requisiti previsti per poter fare domanda ed ottenere la carta famiglia 2020. Severe sono le regole in merito ai requisiti di cittadinanza: la misura non è rivolta agli extracomunitari, ma esclusivamente agli italiani ed ai cittadini di Paesi dell’UE.

L’esclusione dei cittadini di Paesi extraUE, anche se titolari di permesso di soggiorno di lungo periodo, è una delle novità da attribuire al primo Governo Conte, non oggetto di modifiche con l’ultima Manovra.

Una seconda novità consiste, come già anticipato, nell’eliminazione dei requisiti di reddito. Non servirà essere titolari di un ISEE di valore inferiore a 30.000 euro, limite fissato in precedenza ed abolito dalla Legge di Bilancio 2019.

Carta famiglia 2020: come accedere a sconti ed agevolazioni

Il successo o l’insuccesso della carta per la famiglia sarà direttamente condizionato da quanti negozi e gestori di servizi aderiranno alla misura.

Come sopra anticipato, quella in partenza dal 18 marzo 2020 non sarà un’agevolazione monetaria pagata direttamente al beneficiario, ma consentirà di accedere a sconti pari almeno al 5% del prezzo ordinario d’acquisto.

Quali sono i negozi in cui usufruire dei vantaggi della carta famiglia non è ancora noto. Quel che è certo è che quelli che aderiranno all’iniziativa esporranno due diverse tipologie di bollini, a seconda dell’agevolazione concessa al cliente:

  • bollino “Amico della famiglia”: per sconti e riduzioni tariffarie dal 5% del prezzo di listino;
  • bollino “Sostenitore della famiglia”: per sconti e riduzioni tariffarie pari o superiori al 20% del prezzo di listino.

Domanda dal 18 marzo 2020 in modalità telematica

Sarà una gestione tutta telematica quella prevista per chi intende fare domanda per ricevere la carta per la famiglia.

Secondo quanto annunciato dal Ministero per la Famiglia Bonetti, la piattaforma sarà attiva dal 18 marzo 2020.

Il membro della famiglia che presenterà domanda dovrà essere in possesso di SPID e dichiarare di rispettare i requisiti previsti che, come già esposto, riguardano esclusivamente la composizione del nucleo familiare.

La carta sarà emessa solamente in formato digitale, così da poter essere sempre consultabile tramite tutti i dispositivi connessi ad internet.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Bonus famiglia

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.