Voto maturità 2021, calcolo: crediti, tabelle conversione e bonus

Teresa Maddonni

15/06/2021

16/06/2021 - 11:06

condividi

Il voto della Maturità 2021 come si calcola? Nel calcolo occorre sapere quanti sono i crediti e conoscere le tabelle di conversione del Miur. Da aggiungere anche il bonus di 5 punti per il maxi orale.

Voto maturità 2021, calcolo: crediti, tabelle conversione e bonus

Voto Maturità 2021: come fare il calcolo e sapere in anticipo quale punteggio si potrebbe raggiungere? La Maturità 2021 inizia il 16 giugno alle 8 e 30 secondo quanto stabilito dal Miur.

La Maturità 2021 sarà per il secondo anno consecutivo con il solo orale. Il voto finale della Maturità 2021 tiene quindi conto dei crediti - che danno un massimo di 60 punti e per i quali è necessario conoscere le tabelle di conversione del Miur che vedremo nella nostra guida - e dell’esposizione orale dell’elaborato e le altre fasi del colloquio.

Nella nostra guida per capire come si calcola il voto della Maturità 2021 dovremo considerare primariamente quanto valgono i crediti, quali sono quindi le tabelle di conversione e come si assegna il bonus 5 punti, come anche la lode e lo faremo affidandoci alla documentazione ministeriale.

Voto Maturità 2021, calcolo: i crediti

Nel calcolo del voto della Maturità 2021 grande peso è assegnato ai crediti formativi che rispecchiano il percorso scolastico degli ultimi tre anni di scuola. Ma quanto valgono i crediti? 60 punti in totale, come abbiamo anticipato e come si legge nell’ordinanza del Miur, ripartiti nel seguente modo:

  • 18 per la classe terza;
  • 20 per la classe quarta;
  • 22 per la classe quinta.

Il ministero dell’Istruzione ha creato una pagina dedicata sul sito ufficiale con tutte le informazioni utili per la Maturità 2021.

Per capire qual è il voto di partenza dell’esame orale della Maturità 2021 che vale 40 punti, bisognerà rapportare i crediti formativi acquisiti al nuovo massimo ottenibile, ovvero 60 crediti.

Di conseguenza, uno studente che si presenta all’esame con il massimo dei crediti formativi partirà da 60; chi invece ne aveva maturati solamente 30 partirà da un punteggio pari a 45.

A tal proposito ecco una tabella utile per capire a quanto ammontano i propri crediti formativi tenendo conto delle regole indicate dal Miur.

Crediti formativi acquisitiVoto di partenza Maturità 2021
40 60
39 58,5
38 57
37 55,5
36 54
35 52,5
34 51
33 49,5
32 48
31 46,5
30 45
29 43,5
28 42
27 40,5

Tabelle di conversione

Per i crediti della Maturità 2021 il Miur ha disposto delle tabelle di conversione dal momento che valgono 60 punti, come accaduto lo scorso anno e non più 40. Le tabelle di conversione sono fondamentali per il calcolo del voto della Maturità 2021.

Il ministero ha fornito al consiglio di classe le istruzioni per la conversione che illustriamo di seguito.

TABELLA A - Conversione del credito assegnato al termine della classe terza

Media dei voti Fasce di credito ai sensi allegato A al D. Lgs. 62/2017 Nuovo credito assegnato per la classe terza
M = 6 7-8 11-12
6 < M ≤ 7 8-9 13-14
7 < M ≤ 8 9-10 15-16
8 < M ≤ 9 10-11 16-17
9 < M ≤ 10 11-12 17-18

TABELLA B - Conversione del credito assegnato al termine della classe quarta

Media dei voti Fasce di credito Nuovo credito assegnato per la classe quarta
M<6 6-7 10-11
M = 6 8-9 12-13
6 < M ≤ 7 9-10 14-15
7 < M ≤ 8 10-11 16-17
8 < M ≤ 9 11-12 18-19
9 < M ≤ 10 12-13 19-20

TABELLA C - Attribuzione credito scolastico per la classe quinta in sede di ammissione all’Esame di Stato

Media dei voti Fasce di credito classe quinta
M < 6 11-12
M = 6 13-14
6 < M ≤ 7 15-16
7 < M ≤ 8 17-18
8 < M ≤ 9 19-20
9 < M ≤ 10 21-22

TABELLA D - Attribuzione credito scolastico per la classe terza e per la classe quarta in sede di ammissione all’Esame di Stato

Media dei voti Fasce di credito classe terza Fasce di credito classe quarta
M = 6 11-12 12-13
6 < M ≤ 7 13-14 14-15
7 < M ≤ 8 15-16 16-17
8 < M ≤ 9 16-17 18-19
9 < M ≤ 10 17-18 19-20
Calcolo voto Maturità 2021
Crediti Allegato A

Voto Maturità 2021: 40 punti all’orale

Solamente 40 punti, invece, saranno assegnati all’esame il quale sarà composto da un solo maxi orale.

Il colloquio orale si basa su alcuni momenti fondamentali:

  • discussione dell’elaborato definito sulla base del percorso svolto e delle discipline caratterizzanti l’indirizzo di studi, che possono essere integrate anche con apporti di altre discipline, esperienze relative ai Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento o competenze individuali presenti nel curriculum dello studente;
  • analisi di un testo già oggetto di studio nell’ambito dell’insegnamento della lingua e letteratura italiana;
  • analisi dei materiali predisposti dalla commissione che può essere un testo, un documento, problema o progetto.

In particolare i 40 punti dell’orale vengono assegnati sulla base delle griglie di valutazione fornite sempre dal Miur. Si tratta di cinque indicatori ciascuno dei quali prevede cinque livelli cui è assegnato un punteggio. Li riportiamo qui brevemente, ma rimandiamo in allegato alla griglia del Miur.

IndicatoriPunteggio minimoPunteggio massimo
Acquisizione dei contenuti e dei metodi delle diverse discipline del curricolo, con particolare riferimento a quelle d’indirizzo 1-2 10
Capacità di utilizzare le conoscenze acquisite e di collegarle tra loro 1-2 10
Capacità di argomentare in maniera critica e personale, rielaborando i contenuti acquisiti 1-2 10
Ricchezza e padronanza lessicale e semantica, con specifico riferimento al linguaggio tecnico e/o di settore, anche in lingua straniera 1 5
Capacità di analisi e comprensione della realtà in chiave di cittadinanza attiva a partire dalla riflessione sulle esperienze personali 1 5

Chi dimostrerà di raggiungere il massimo per ciascun indicatore avrà nel calcolo del voto finale della Maturità 2021 il massimo di 40 punti.

Calcolo voto Maturità 2021
Griglia valutazione orale, allegato B

Bonus 5 punti: come si assegna

Gli studenti più brillanti potranno anche ottenere il bonus 5 punti all’orale, ma come si assegna?

Il bonus 5 punti lo può ottenere lo studente che abbia raggiunto i 50 crediti o più e almeno una votazione di 30 al maxi orale sui 40 punti previsti.

Come si legge infatti nell’ordinanza del Miur:

“In sede di riunione preliminare, la sottocommissione definisce, altresì: a) le modalità di conduzione del colloquio ai sensi degli articoli 17 e 18; b) i criteri per l’eventuale attribuzione del punteggio integrativo, fino a un massimo di cinque punti per i candidati che abbiano conseguito un credito scolastico di almeno cinquanta punti e un risultato nella prova di esame pari almeno a trenta punti; c) i criteri per l’attribuzione della lode.”

E la lode? Anche per l’attribuzione della lode agli studenti che abbiano raggiunto per il voto della Maturità il massimo previsto di 100, senza fruire del bonus 5 punti, è il Miur a definire nell’ordinanza come procedere. La ottengono ovviamente coloro che:

  • abbiano conseguito il credito scolastico massimo con voto unanime del consiglio di classe;
  • abbiano conseguito il punteggio massimo previsto alla prova d’esame.

Potrebbe tuttavia accadere che il voto di Maturità di 100, come accade con la tesi di laurea d’altronde, non sia accompagnato dalla lode. Resta infatti sempre il parere della commissione che definisce i criteri con i quali attribuirla e che spesso possono non coincidere con il mero raggiungimento del punteggio massimo ottenuto.

Argomenti

# MIUR

Iscriviti a Money.it