Btp: risultati e dettagli dell’ultima emissione del Tesoro

Domanda sopra i 110 miliardi di euro e presenza massiccia di investitori esteri. Vediamo tutti i dettagli dell’ultima emissione di Btp da parte del Ministero dell’Economia.

Btp: risultati e dettagli dell'ultima emissione del Tesoro

Annunciata lunedì scorso, l’ultima emissione di Btp da parte del Ministero dell’Economia ha riguardato un’emissione dual tranche mediante sindacato di un nuovo benchmark Btp a 5 anni (scadenza 1° luglio 2025) e di una riapertura del Btp a 30 anni (scadenza 1° settembre 2050 e cedola 2,45%).

Si tratta di un’operazione, ha precisato il Tesoro, “coerente con quanto contemplato nel recente aggiornamento delle Linee Guida per la Gestione del Debito Pubblico 2020, che prevedono la possibilità di ricorrere al sindacato di collocamento per l’emissione di titoli con scadenza inferiore o uguale ai 10 anni”.

Il collocamento è stato effettuato mediante sindacato, costituito da sei lead manager, Banca IMI, BofA Securities Europe, Deutsche Bank, JP Morgan Securities, Nomura e Société Générale Inv. Banking e dai restanti Specialisti in titoli di Stato italiani in qualità di co-lead manager.

Emissione Btp: i risultati

Il Ministero dell’Economia ha annunciato i risultati dell’emissione tramite sindacato del nuovo benchmark BTP a 5 anni e della riapertura dell’attuale Btp a 30 anni benchmark con scadenza 1° settembre 2050.

Per quanto riguarda il Btp a nuovo benchmark a 5 anni, il titolo ha scadenza 1° luglio 2025, godimento 28 aprile 2020 e tasso annuo dell’1,85%, pagato in due cedole semestrali.

L’importo emesso per il nuovo Btp è stato di 10 miliardi di euro, il titolo è stato collocato al prezzo di 99,663, corrispondente ad un rendimento lordo annuo all’emissione dell’1,928%.

Per quanto riguarda la riapertura dell’attuale Btp benchmark a 30 anni con scadenza 1° settembre 2050 e cedola 2,45%, l’importo emesso è stato pari a 6 miliardi di euro con un prezzo di collocamento a 87,186. Il rendimento lordo è quindi pari al 3,129%.

Emissione Btp: i dettagli

All’operazione di emissione dei Btp hanno partecipato, ha annunciato il Ministero dell’Economia, circa 360 investitori su ciascun collocamento. La domanda complessiva ha superato i 110 miliardi di euro, quasi equamente ripartiti tra i due titoli.

Per entrambi i titoli, poco più della metà del collocamento è stato sottoscritto da fund manager (rispettivamente circa il 51% ed il 53% su 5 anni e 30 anni), mentre le banche ne hanno sottoscritto circa il 30% (33% circa sul titolo quinquennale e 29% circa sul titolo trentennale).

Gli investitori con un orizzonte di investimento di lungo periodo hanno acquistato circa il 10% dell’emissione mentre agli hedge fund è stato allocato circa il 7% dell’ammontare complessivo.

I due collocamenti hanno visto una partecipazione particolarmente diversificata (circa 40 paesi), con una partecipazione massiccia di investitori esteri.

La quota allocata ad investitori esteri è stata pari a circa il 76% (sul titolo a 5 anni) e l’81% (sul titolo a 30 anni).

Iscriviti alla newsletter Risparmio e Investimenti

Argomenti:

Italia Obbligazioni BTP MEF

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.