Borsa Italiana: i 10 titoli da monitorare in settimana (dal 22 al 28 marzo)

Ufficio Studi Money.it

22 Marzo 2021 - 05:41

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Dall’analisi sul FTSEMib40 alla valutazione settoriale, attraverso i dieci titoli sotto la lente da seguire nelle prossime sedute tra cui: CNH Industrial, Eni, Mediaset e Stellantis.

Borsa Italiana: i 10 titoli da monitorare in settimana (dal 22 al 28 marzo)

L’indice FTSEMib40 chiude le ultime cinque sedute di mercato in area 24.199,42 punti, in deciso rialzo settimanale del 5,0%. Il mercato prova la rottura della resistenza statica a 24.200$, ma viene subito respinto sotto l’area di prezzo. Possibile ritorno verso il test della trendline dinamica di medio periodo.

Tra le performance settoriali del Dow Jones Italia sotto i riflettori nell’ultima settimana: le telecomunicazioni con una crescita del +5,25% e la filiera auto con un rialzo del +4,09%, che proseguono il trend positivo della settimana precedente e le banche commerciali con una salita del +3,58%. In pesante calo invece il comparto dei viaggi e tempo libero che lascia sul campo il 5,06%.

Tra i settori europei dello Stoxx sotto la lente: la filiera dell’auto con una salita del +5,28% e il farmaceutico con un rialzo del +1,83%. In evidenza tra i segni negativi il comparto delle banche commerciali con un calo del 2,82%.

FTSEMib40: il quadro tecnico di breve periodo

L’indice FTSEMib40 ritorna sotto la resistenza statica violata il 16 marzo 2021 e fornisce segnali di debolezza. E’ possibile che il mercato perda ancora qualche punto e si porti al test della trendline di medio periodo. L’impostazione tecnica di medio termine resta ancora positiva, ma evidenzia uno scenario incerto di breve. E’ possibile che il breve ritracciamento sia dovuto solo ad un movimento fisiologico di swing, ma solo questa settimana potrà dare una conferma a questa ipotesi di mercato.

Ad oggi il prezzo si trova sopra la EMA(21) e la SMA(200), media mobile semplice a 200 periodi. Il livello del Supertrend è positivo e in tendenza. L’RSI(14) invece sfiora il limite minimo di ipercomprato, mentre la volatilità, rappresentata dall’ATR(14), si presenta in leggero calo rispetto alla media calcolata negli ultimi dieci giorni e nuovamente in linea con i valori della seconda parte di febbraio 2021.

Il Directional Movement, DMI(14), indicatore direzionale, si riporta in una divergenza positiva, e l’ADX, aumenta costantemente sottolineando una possibile nuova tendenza.

Uno scenario long sarebbe plausibile solo sopra la resistenza statica a quota 24.600 punti con un entry in area 24.710. Uno stop loss si potrebbe posizionare in zona 23.900 Il primo target si potrebbe collocare a 25.500, mentre il secondo target a 26.000.

Una posizione short si potrebbe posizionare alla rottura del supporto statico a quota 23.620 con un entry in area 23.510 punti. Uno stop loss si potrebbe inserire a 24.260 punti. Il primo target si potrebbe collocare a quota 23.000 ed un secondo target in zona 22.200.

I 10 titoli azionari sotto la lente a Piazza Affari

Tra i titoli del FTSEMib40 da tenere monitorati questa settimana si valutano alcune strutture tecniche interessanti:

A2A rimbalza sul supporto in zona 1,46 euro, dopo alcune giornate negative. L’impostazione del titolo nel medio termine appare ancora positiva e la tendenza, avviata il 30 ottobre 2020, sembra ancora solida. In caso di ulteriore rialzo, il primo obiettivo long si potrebbe collocare in zona 1,53 euro e successivamente a quota 1,58 euro. Cambio di scenario sotto la trendline dinamica e l’area a 1,40 euro.

CNH Industrial preme a rialzo all’interno della trendline positiva di medio periodo. Possibile violazione positiva con prosecuzione del trend verso l’area dei 14 euro. Cambio di scenario alla violazione ribassista del supporto dinamico e di quota 12,65 euro.

ENI si appoggia al supporto statico in zona 10 euro, dopo le ultime sedute negative di mercato. Il titolo appare reattivo sul livello e sembra volere ripartire. Il trend di medio periodo è positivo e la pausa di consolidamento potrebbe essere solo fisiologica. Primo target rialzista in area 10,84 euro. Un cambio di view sarebbe possibile sotto i 9,50 euro.

Mediaset continua la corsa avviata il 30 ottobre sulla base di consolidamento creata dopo l’inversione del trend. Il titolo si trova in pressing sulla resistenza a quota 2,70 euro. In caso di violazione il primo target long si potrebbe inserire a 2,80 euro. Se l’area di prezzo invece dovesse rifiutare il breakout, la quotazione potrebbe tornare verso il supporto in zona 2,60 euro.

Generali si prende una pausa di riflessione dopo l’allungo registrato l’8 marzo 2021. Il titolo si trova in appoggio sul supporto a quota 16,60 euro. In caso di pullback il primo obbiettivo rialzista sarebbe da collocare in area 17,30 euro. In caso di ulteriori prese di beneficio l’azione potrebbe invece indietreggiare verso l’area di prezzo situata a 15,80 euro, anche livello di passaggio della trendline di medio termine.

Nel segmento MidCap e STAR di Borsa italiana sotto la lente si presenta invece: La Doria, Sol e Stellantis. Nell’AIM Italia, Digital Value e sull’Equity Global Market il titolo LVMH.

Sol prosegue la corsa intrapresa alla metà di marzo 2020 con un pullback sull’area di inversione a quota 7,80 euro. Ad oggi il titolo si trova a quota 15,75 euro ed ha registrato il nuovo massimo storico. Possibile prosecuzione verso l’area dei 17 euro, se il trend continua a manifestare energie e decisione.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO