Borsa di Milano oggi 9 marzo: Ftse Mib ancora in rosso, il peggiore in Europa

Violetta Silvestri - Giacomo Andreoli

09/03/2023

Borsa di Milano oggi 9 marzo: il Ftse Mib inizia la seduta sotto la parità in un clima generale incerto per i mercati. Lo spread si mantiene sotto i 180 punti.

Borsa di Milano oggi 9 marzo: Ftse Mib ancora in rosso, il peggiore in Europa

Borsa di Milano oggi 9 marzo: il Ftse Mib chiude in negativo, scambiando sotto la soglia dei 27.911 punti di chiusura di ieri.

L’Italia presenta uno spread a 167 punti, con il Btp decennale che rende il 4,36%. La questione conti pubblici, tema sempre caldo nel nostro Paese, è tornata alla ribalta con l’annuncio della Commissione Ue che dalla primavera 2024 si tornerà ad applicare misure contro il deficit eccessivo.

Intanto, sul fronte obbligazionario, la diciannovesima emissione del Btp Italia indicizzato all’inflazione con scadenza marzo 2028 ha chiuso il terzo giorno riservato al retail con una raccolta di 8,56 miliardi, maggiore della precedente tranche di novembre. Oggi, giovedì 9 marzo, si apre l’ultimo giorno di collocamento riservato ai risparmiatori istituzionali. Cedola definitiva al 2,00%.

Il listino milanese si muove in rosso. Sul Ftse Mib è tonfo per Banca Generali e Diasorin. Prysmian e Leonardo guadagnano in attesa dei conti 2022 dopo la prevista riunione dei Cda di oggi. Telecom è in perdita ed Enel diminuisce dopo aver annunciato la cessione delle partecipazioni in Romania alla società greca Public Power Corporation.

In Europa, i principali indici, Dax tedesco, Cac francese e FTSE 100, viaggiano sotto la parità.

Borsa di Milano oggi 9 marzo aggiornamento ore 18.00: Ftse Mib chiude in negativo

Il Ftse Mib scende dello 0,72% e chiude a 27.710,53. Sul listino principale di Piazza Affari bene Amplifon (+1,41%), Nexi (+1,38%) e Stm (+1,13%). In parità Enel (-0,02%).

In coda, invece, Azimut (-3,23%), Buzzi Unicem (-4,53%), Fineco (-4,67%), Banca Generali (-4,13%) e Diasorin (-2,87%).

Borsa di Milano oggi 9 marzo aggiornamento ore 13.00: Ftse Mib in rosso

Il Ftse MIb è in calo dello 0,86%. Sul listino si accentuano i tonfi di Banca Generali (-3,67%), Diasorin (-3,09%), Finecobank (-3,29%), Saipem (-2,59%), Stellantis (-1,52%), Tenaris (-1,90%).

Tutte in rosso le banche. In calo anche Eni, Enel, Erg, Telecom.

Borsa di Milano oggi 9 marzo aggiornamento ore 10.20: Ftse Mib ancora in calo

Il Ftse Mib perde lo 0,81%. Sul listino milanese si registrano pesanti perdite per Banca Generali (-3,05%),
Diasorin (-2,92%), Erg (-2,01%), Finecobank (-3,38%), Hera (-2,07%), Saipem (-1,88%).

In rosso anche Stellantis (-1,22%) nonostante un memorandum di intesa per uno stabilimento produttivo in Sudafrica e Telecom (-0,70%), con l’ad di Vivendi che ha espresso delusione sulle attuali offerte per la rete del gruppo.

Iveco (+0,72%), Leonardo (+0,14%), Nexi (+0,08%), Prysmian (+0,23%), Buzzi Unicem (+0,14%) sono i titoli che guadagnano.

Asia chiude in rosso, futures Usa in calo

Le azioni dell’Asia-Pacifico sono state contrastanti e archiviano la seduta in gran parte sotto la parità. La Cina ha visto un indebolimento dell’inflazione a febbraio. L’indice dei prezzi al consumo dell’economia è cresciuto dell′1% su base annua, il ritmo più lento dal febbraio 2022.

Lo Shanghai Composite ha perso lo 0,22% e lo Shenzhen Component lo 0,16%. L’indice Hang Seng di Hong Kong è sceso dello 0,22%.

Il Nikkei 225 giapponese ha chiuso in rialzo dello 0,63% e il Topix è salito dello 0,97%, con la Banca del Giappone che ha dato il via alla sua riunione di politica monetaria di due giorni.

Negli Usa, i futures sulle azioni sono in rosso. Durante la sessione regolare, il Dow è sceso dello 0,18%, segnando la sua seconda sessione negativa consecutiva. Nel frattempo, l’ S&P 500 e il Nasdaq hanno guadagnato rispettivamente dello 0,14% e dello 0,40%.

Questi risultati contrastanti sono arrivati ​​dopo che i nuovi numeri sul mercato del lavoro hanno portato gli investitori a credere che fossero probabili aumenti dei tassi più elevati. Numeri di buste paga privati ​​più forti del previsto per febbraio hanno riaffermato la forza dell’economia.

Powell ha ribadito l’avvertimento ai legislatori che la banca centrale potrebbe aumentare i tassi di interesse maggiormente rispetto a quanto precedentemente previsto. Tuttavia, ha sottolineato che non è stata ancora presa alcuna decisione in merito alla riunione di marzo.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo