Borsa di Milano oggi 16 gennaio: Ftse Mib sostenuto da Tim e Banco Bpm

Violetta Silvestri - Giacomo Andreoli

16/01/2023

16/01/2023 - 17:56

condividi

Borsa di Milano oggi 16 gennaio: Ftse Mib ancora sopra la parità, con lo spread che si muove in aumento ma sotto i 190 punti. In Europa c’è l’Eurogruppo su temi economici.

Borsa di Milano oggi 16 gennaio: Ftse Mib sostenuto da Tim e Banco Bpm

Borsa di Milano oggi 16 gennaio: il Ftse Mib scambia sulla soglia dei 26.000 punti, in aumento rispetto alla chiusura di venerdì.

La giornata in Europa è caratterizzata dall’Eurogruppo, nel quale si parlerà di Croazia e moneta unica, politiche fiscali e, forse, del Mes, che l’Italia non ha ancora ratificato.

A livello mondiale inizia il forum economico di Davos che potrà dare indicazioni sul futuro mondiale con le discussioni di importanti relatori politici, istituzionali, rappresentanti di imprese a livello globale.

In Italia, si riparte da un fine settimana ancora infuocato sul fronte accise e prezzi dei carburanti, con lo sciopero dei benzinai di fine gennaio per ora congelato. Lo spread viaggia sui 187 punti, con il Btp decennale che rende attorno al 4% e torna a salire.

Sul Ftse Mib i riflettori sono puntati su Eni, che oggi lancia agli investitori retail italiani le obbligazioni Eni Sustainability-linked 2023/2028. Inoltre, la società ha ufficializzato un’importante scoperta di gas nel pozzo esplorativo Nargis-1, nella concessione “Nargis Offshore Area”. Si trova nel Mar Mediterraneo orientale, al largo dell’Egitto.

Telecom in forte aumento sulla scia delle dimissioni dal Cda di Tim del CEO di Vivendi, Arnaud de Puyfontaine.

In Europa, il Dax tedesco e il Cac francese guadagnano. Bene anche il Ftse 100 londinese.

Borsa di Milano oggi 16 gennaio aggiornamento 18.00: Il Ftse Mib chiude positivo

Il Ftse Mib sale dello 0,46% e chiude a 25.901,33. Sul listino principale di Piazza Affari in positivo i bancari, con Banco Bpm che sale del 4,21%, Unicredit dello 0,23% e Bper dell’1,10%. Bene anche Tim (+3,33%), con la compagnia telefonica che comunica le dimissioni del consigliere Arnaud De Puyfontaine.

Male, invece, Iveco (-1,32%), Hera (-1,12%), Eni (-0,65%) e Banca Generali (-0,87%).

Borsa di Milano oggi 16 gennaio aggiornamento 13.00: Ftse Mib in aumento

Il Ftse Mib guadagna lo 0,30%, spinto da alcuni titoli che spiccano il volo come Tim a +2,28%, Saipem a +2,82%, Banco Bpm a +2,39%, Diasorin a +2,36%.

In rosso, A2a, Enel, Erg, Hera, Italgas, Iveco, Nexi, Recordati.

Borsa di Milano oggi 16 gennaio aggiornamento 10.30: Ftse Mib riduce il rialzo

Il Ftse Mib frena i guadagni, ma resta in aumento dello 0,09%. Sul listino milanese spiccano Amplifon +2,78%, Banco Bpm +1,47%, Diasorin +2,12%, Saipem +1,87%.

In evidenza in rosso ci sono Stellantis -0,55%, Stmicroelectronics -0,71%, Iveco Group -0,43%, Italgas -0,64%, Banca Generali -0,61%.

Asia positiva, Wall Street chiusa per festività

La giornata di scambi si concentra sull’Asia, con Wall Street che sarà ferma per festività. Le aspettative di un’inflazione in calo negli Stati Uniti hanno sollevato il sentiment degli investitori nella regione, dove lo Shenzhen ha chiuso con un balzo dell’1,58% e lo Shanghai dell’1,01%.

In Cina, i prezzi delle case sono scesi dell′1,5% a dicembre a livello nazionale su base annua, hanno mostrato i calcoli Refinitiv dei dati del National Bureau of Statistics.

Venerdì la People’s Bank of China ha accennato alle imminenti modifiche alle sue “tre linee rosse” per gli sviluppatori. Introdotte nel 2020, le misure mirano a ridurre i livelli di indebitamento degli sviluppatori e a ridurre i rischi finanziari nel settore immobiliare, nel mezzo di una spinta più ampia per limitare la speculazione sui prezzi delle case.

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.