Reddito di cittadinanza, bonus per chi apre un’attività: importi e requisiti

Per i beneficiari del reddito di cittadinanza che vogliano aprire un’attività in proprio sarà prevista l’erogazione di un bonus addizionale pari all’importo mensile moltiplicato per sei. Il dettaglio.

Reddito di cittadinanza, bonus per chi apre un'attività: importi e requisiti

Reddito di cittadinanza, verso il bonus per chi apre un’attività in proprio- Il reddito di cittadinanza nasce come strumento di lotta alle disparità sociali, un sussidio rivolto ai nuclei familiari che versano in grave difficoltà economica. Ma il sussidio pentastellato si prepara ad essere di più.

Infatti, oltre a rappresentare un aiuto con la promessa del reinserimento del beneficiario nel mondo del lavoro attraverso la fase due, il reddito di cittadinanza darà anche un bonus rivolto a coloro che vorranno avviare un’attività lavorativa autonoma.

Per chi deciderà di avviare un’attività in proprio entro i primi 12 mesi di reddito di cittadinanza ci sarà quindi la possibilità di ricevere 6 mensilità aggiuntive, basate sull’importo dell’assegno che già si percepisce, versate in un’unica soluzione.

Non solo sussidio, e non solo incentivo alle aziende che assumono i beneficiari del reddito, ma anche bonus all’autoimprenditorialità. Il reddito di cittadinanza va a ricalcare idealmente l’anticipo Naspi, ma in maniera diversa.

Questa eroga infatti un importo basato sull’ammontare dell’indennità Naspi e sui mesi di fruizione della stessa che però ancora spettano al lavoratore; mentre l’incentivo che verrà rilasciato tramite reddito di cittadinanza per l’autoimprenditorialità presenta regole diverse.

Ve ne parleremo in questo articolo dedicato alla possibilità - per coloro ai quali è stato riconosciuto il diritto al reddito di cittadinanza - di chiedere il bonus qualora debbano far fronte alle spese di avvio di una nuova attività come autonomi.

Bonus reddito di cittadinanza per chi si mette in proprio

Di bonus del reddito di cittadinanza se ne parla nell’articolo 8 (“Incentivi per l’impresa e per il lavoratore”) del decreto 4/2019. Qui sono elencati i modi in cui il reddito di cittadinanza si trasforma in incentivo per le imprese, prevedendo ad esempio uno sgravio contributivo per coloro che assumono un beneficiario del reddito di cittadinanza.

In tal caso lo sgravio è pari alla differenza tra 18 mensilità (durata massima del reddito di cittadinanza) e quanto già goduto dal beneficiario stesso, per un importo non superiore però ai 780,00€ e non inferiore alle cinque mensilità.

Nel comma IV dell’articolo 8 si parla invece del sussidio riconosciuto a quei beneficiari del reddito di cittadinanza che invece intendono avviare un’attività lavorativa:

  • autonoma;
  • impresa individuale;
  • società cooperativa.

Questo sussidio spetta qualora uno dei componenti del nucleo familiare intenda mettersi in proprio, ma solo se l’attività viene avviata entro il 12° mese di fruizione del reddito di cittadinanza.

A quanto ammonta il beneficio?

Per prima cosa è bene sottolineare che si tratta di un beneficio addizionale al reddito di cittadinanza.

Non si tratta quindi di un “anticipo del reddito di cittadinanza”, bensì di un contributo che si aggiunge a quanto ogni mese viene accreditato sulla Carta RdC. Nel dettaglio, per coloro che si mettono in proprio entro il 12° mese di fruizione del beneficio, è riconosciuto un contributo pari a sei mensilità del reddito di cittadinanza, nel limite di 780,00€ mensili.

Quindi, l’importo massimo del bonus è di 4.680,00€. Questo però varia a seconda di quanto percepito dal nucleo familiare; ad esempio, a chi ha diritto ad un RdC di 500,00€ spetta un bonus di 3.000,00€, mentre per gli importi di 200,00€ è di appena 1.200,00€.

Ad oggi comunque non sono ancora state specificate le modalità di richiesta ed erogazione del bonus addizionale del reddito di cittadinanza; queste, infatti, dovranno essere stabilite da un apposito decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali di concerto con quello dell’Economia e delle Finanze.

Reddito di cittadinanza: cosa deve fare chi si mette in proprio?

Il fatto che uno o più componenti del nucleo familiare al quale è stato riconosciuto il diritto al reddito di cittadinanza dia avvio ad un’attività da lavoratore autonomo non comporta la perdita automatica del beneficio.

Ricordiamo, infatti, che il reddito di cittadinanza spetta anche a chi lavora purché soddisfi i requisiti economici previsti.

In ogni caso bisogna comunicare l’avvio dell’attività lavorativa utilizzando il modulo Com-Esteso (SR181); questo va consegnato al CAF entro il 30° giorno dall’avvio dell’attività.

Una volta che l’Inps riceve la comunicazione verrà effettuata una nuova valutazione dei requisiti per il diritto al RdC, verificando così se il nucleo familiare - nonostante l’avvio della nuova attività come autonomo di uno dei suoi componenti - ne sia ancora in possesso. In ogni caso, l’aumento del reddito familiare porterà perlomeno ad una riduzione del contributo accreditato mensilmente.

Il beneficiario comunque continua a percepire - senza alcuna variazione - il reddito di cittadinanza nei due mesi successivi e solo allora l’Inps effettuerà un ricalcolo sulla base dei redditi dichiarati (con il modulo SR181).

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Reddito di cittadinanza

Condividi questo post:

3 commenti

foto profilo

Liberopasquino • 1 settimana fa

Siamo a Settembre 2019. Si sa qualcosa in merito all’anticipo per aprire partita Iva ? I Caf non ne sanno nulla.

foto profilo

Antonio • 1 mese fa

Buongiorno, anche io Volevo sapere se avete nuove informazioni riguardo agli incentivi per il lavoro autonomo del comma IV articolo 8 ; modalità di richiesta, vincoli ed erogazione del bonus addizionale sono state definite ?

foto profilo

paolordc • 3 mesi fa

buongiorno vi ringrazio per le informazioni sempre utili che fornite (spesso più precise e chiare sia delle Poste\inps\caf. )
Volevo sapere se avete nuove informazioni riguardo agli incentivi per il lavoro autonomo del comma IV articolo 8 ; modalità di richiesta, vincoli ed erogazione del bonus addizionale sono state definite ?
Vi ringrazio. Saluti.

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.