Bonus pubblicità, dichiarazione sostitutiva da inviare entro la scadenza dell’8 febbraio 2021

Rosaria Imparato

08/02/2021

08/02/2021 - 11:02

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Bonus pubblicità, oggi 8 febbraio 2021 è l’ultimo giorno per inviare la dichiarazione sostitutiva: i soggetti che hanno fatto domanda per il credito d’imposta relativo al 2020. L’elenco definitivo dei beneficiari del bonus sarà pubblicato solo dopo tale scadenza.

Bonus pubblicità, dichiarazione sostitutiva da inviare entro la scadenza dell'8 febbraio 2021

Bonus pubblicità, oggi 8 febbraio 2021 cade la scadenza per l’invio della dichiarazione sostitutiva.

Il termine ultimo per l’invio della dichiarazione sostitutiva è stato prorogato di circa una settimana: la scadenza in precedenza era fissata al 31 gennaio.

L’invio della dichiarazione sostitutiva è il secondo step per ottenere il bonus pubblicità per gli investimenti effettuati nel 2020. La scadenza dell’8 febbraio interessa quindi l’ultimo giorno per chi ha fatto domanda lo scorso anno.

Bonus pubblicità, più tempo per la dichiarazione sostitutiva: scadenza l’8 febbraio 2021

Il bonus pubblicità 2020 riguarda gli investimenti pubblicitari incrementali su stampa quotidiana e periodica cartacea e online, emittenti televisive locali ed emittenti radiofoniche locali.

I soggetti che hanno fatto domanda sono imprese, lavoratori autonomi ed enti non commerciali. Per finalizzare la richiesta va inviata la “Dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati”.

La dichiarazione certifica che gli investimenti indicati nella comunicazione per l’accesso al credito d’imposta, presentata in precedenza, sono stati effettivamente realizzati nell’anno agevolato e che gli stessi soddisfano i requisiti necessari.

La trasmissione deve essere effettuata entro l’8 febbraio 2021, con lo stesso modello (barrando la casella corrispondente alla comunicazione) utilizzati in occasione della “comunicazione per l’accesso”.

COMUNICAZIONE PER LA FRUIZIONE DEL CREDITO D’IMPOSTA PER GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI INCREMENTALI
Clicca qui per scaricare il file.

Anche le modalità sono le medesime, dunque la trasmissione va effettuata tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, accedendo nell’area riservata Servizi alla voce Comunicare.

L’accesso è possibile con le credenziali:

  • Spid;
  • Entratel e Fisconline;
  • Carta nazionale dei servizi.

Soltanto dopo l’esame delle dichiarazioni sostitutive sarà redatto l’elenco dei beneficiari effettivi.

Bonus pubblicità 2021: le novità in Legge di Bilancio

La Legge di Bilancio 2021 ha apportato alcune modifiche al bonus pubblicità relativamente agli investimenti incrementali.

Non cambia l’entità del credito d’imposta, pari sempre al 50% (viene quindi mantenuta la nuova “struttura” data dal decreto Rilancio), ma il bonus si rivolge a una platea più ristretta: il testo della manovra, infatti, si rivolge solo ai giornali.

L’esclusione di radio e tv significa, dall’altro lato, una maggiore possibilità di ripartizione delle risorse tra i giornali, considerando che il budget per i prossimi due anni è di soli 50 milioni di euro.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories