Bonus casa, quali sono le agevolazioni in scadenza? Dalle facciate al superbonus, come non perdere gli sconti

Rosaria Imparato

4 Ottobre 2022 - 18:02

condividi

Bonus facciate, la detrazione per le barriere architettoniche e il superbonus 110% per le villette sono in scadenza a fine 2022: ecco come non perdere gli sconti.

Bonus casa, quali sono le agevolazioni in scadenza? Dalle facciate al superbonus, come non perdere gli sconti

Bonus casa in scadenza a fine 2022: quali sono le agevolazioni che potrebbero non essere confermate il prossimo anno? Nel panorama dei bonus edilizi sono tre le misure che terminano il 31 dicembre 2022. Per non perdere gli sconti, quindi, è bene sapere come funzionano i bonus in scadenza e approfittare degli incentivi finché sono in vigore.

Bisogna anche tenere in considerazione, infatti, che i bonus edilizi potrebbero cambiare in toto, o almeno questo è quanto si legge nel programma di Fratelli d’Italia, primo partito alle elezioni politiche del 25 settembre 2022.

I bonus che hanno una scadenza «naturale» (cioè già prevista dalla scorsa legge di Bilancio) sono tre: il bonus facciate, il bonus per l’abbattimento delle barriere architettoniche e il superbonus 110% per le villette.

Bonus facciate in scadenza: ultimi mesi per la detrazione al 60%

Nel 2022 il bonus facciate ha subito la riduzione dell’aliquota di detrazione, che è passata dal 90 al 60%. L’agevolazione copre le spese sostenute per il rifacimento delle facciate esterne di edifici esistenti di qualsiasi categoria catastale, anche quelli strumentali. In particolare, i lavori ammessi in detrazione sono quelli di manutenzione ordinaria che riguardano le strutture opache della facciata, balconi, ornamenti e fregi. Sono ammessi quindi gli interventi di pulitura e tinteggiatura esterna, ma con dei limiti su zone e sul tipo di lavori.

Nel caso in cui i lavori riguardino il rifacimento degli intonaci oltre il 10% della superficie opaca dell’edificio, diventano obbligatori gli interventi di risparmio energetico anche col bonus facciate.

Detrazione per l’abbattimento delle barriere architettoniche in scadenza a fine 2022

La legge di Bilancio 2022 ha introdotto questo nuovo bonus, ma solo per un anno. Si tratta della detrazione del 75% delle spese documentate e rimaste a carico del contribuente. La detrazione varrà per le spese sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre 2022.

Il contribuente potrà usufruire della detrazione in dichiarazione dei redditi con cinque quote annuali di pari importo, ma c’è anche la possibilità di optare per la cessione del credito o lo sconto in fattura.

I limiti di spesa vengono modulati in base alla composizione dell’edificio su cui sono eseguiti gli interventi:

  • 50.000 euro per gli edifici unifamiliari o per le unità immobiliari situate all’interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall’esterno;
  • 40.000 euro moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio per gli edifici composti da due a otto unità immobiliari;
  • 30.000 euro moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio per gli edifici composti da più di otto unità immobiliari.

Superbonus 110% villette, come funziona la scadenza?

Per il superbonus villette va fatto un discorso a parte, perché si tratta di una scadenza «interna» all’intera disciplina del 110%. La scadenza a fine 2022, infatti, è valida solo per chi ha provato do aver effettuato il 30% dei lavori entro la scadenza del 30 settembre.

Chi non ha rispettato la scadenza del 30 settembre potrà portare in detrazione solo le spese sostenute fino al 30 giugno.

Iscriviti a Money.it