Bonus auto usate, lo sconto si recupera nel modello F24: codice tributo e istruzioni

Anna Maria D’Andrea

27 Ottobre 2021 - 16:11

condividi

Bonus auto usate, sconto da recuperare con modello F24: dall’Agenzia delle Entrate arriva il codice tributo per la compensazione. Le istruzioni nella risoluzione n. 61/E del 27 ottobre 2021.

Bonus auto usate, lo sconto si recupera nel modello F24: codice tributo e istruzioni

Bonus auto usate, sconto da recuperare in compensazione con il modello F24.

Dopo l’avvio dell’agevolazione prevista per chi compra auto usate, con la risoluzione n. 61/E del 27 ottobre 2021 l’Agenzia delle Entrate fornisce le istruzioni per recuperare lo sconto applicato e il relativo codice tributo.

Il credito d’imposta riconosciuto al venditore potrà essere utilizzato a partire dal giorno 10 del mese successivo a quello in cui è stata confermata l’operazione di acquisto mediante la piattaforma del MISE.

Bonus auto usate, lo sconto si recupera nel modello F24: codice tributo e istruzioni

Dovrà essere presentato esclusivamente in modalità telematica il modello F24 necessario per recuperare il bonus auto usate riconosciuto all’acquirente, una delle misure rientranti nel “pacchetto” ecobonus.

Le istruzioni operative arrivano con la risoluzione n. 61/E pubblicata il 27 ottobre dall’Agenzia delle Entrate che, ai fini dell’utilizzo del credito d’imposta spettante, istituisce il seguente codice tributo:

“6929” denominato “ECO-BONUS VEICOLI CAT. M1 usati - Recupero del contributo statale sotto forma di credito d’imposta - articolo 73-quinquies, comma 2, lettera d), D.L. n. 73/2021”.

Sarà questo uno dei dati fondamentali da inserire nel modello F24 ai fini dell’utilizzo del contributo spettante, pari all’importo del bonus per l’acquisto di auto usate riconosciuto al cliente fino ad esaurimento delle risorse.

Ai fini della compensazione, in sede di compilazione del modello F24, il codice tributo 6929 è esposto nella sezione “Erario”, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a credito compensati” ovvero, nei casi in cui i soggetti interessati debbano procedere al riversamento del credito, nella colonna “importi a debito versati”.

Nel campo “anno di riferimento” è indicato l’anno di riconoscimento del credito d’imposta, nel formato “AAAA”.

Agenzia delle Entrate - risoluzione n. 61 del 27 ottobre 2021
Istituzione del codice tributo per l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del credito d’imposta per l’acquisto di veicoli usati di categoria M1 di cui all’articolo 73-quinquies, comma 2, lettera d), del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 luglio 2021, n. 106, e ridenominazione del codice tributo “6903

Bonus auto usate e ecobonus veicoli commerciali, due nuovi codici tributo F24

Con la stessa risoluzione, l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione anche il codice tributo relativo all’ecobonus riconosciuto dalla Legge di Bilancio 2021 per i veicoli di categoria N1 e M1 speciali, quali ad esempio i veicoli commerciali.

In tal caso ad aver diritto al credito d’imposta, di valore pari allo sconto applicato al cliente, è l’impresa costruttrice o importatrice del veicolo nuovo.

La procedura di riconoscimento dello sconto previsto dall’ecobonus è gestita su tre fronti:

  • il venditore applica l’agevolazione, mediante compensazione con il prezzo d’acquisto;
  • le imprese costruttrici o importatrici rimborsano al venditore l’importo del contributo;
  • le stesse imprese recuperano l’importo in compensazione.

Anche in tal caso il credito d’imposta potrà essere utilizzato esclusivamente presentando il modello F24 in modalità telematica, indicando il seguente codice tributo:

  • 6903”, ridenominato “ECO-BONUS VEICOLI CAT. M1, N1 e M1 speciali – Recupero del contributo statale sotto forma di credito d’imposta – articolo 1, comma 1031, L. n. 145/2018, e articolo 1, comma 657, L. n. 178/2020”.

In sede di compilazione del modello F24, il codice tributo 6903 dovrà essere esposto nella sezione “Erario”, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a credito compensati” ovvero, nei casi in cui i soggetti interessati debbano procedere al riversamento del credito, nella colonna “importi a debito versati”. Nel campo “anno di riferimento” è indicato l’anno di riconoscimento del credito d’imposta, nel formato “AAAA”.

Iscriviti a Money.it